Del Monte Supercoppa: La grande paura per Leon. Il protocollo FIVB per la commozione cerebrale

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
Leon con patron Sirci

MODENA - La grande paura. Lo scivolare di Leon (video) sull'adesivo di uno sponsor, il battere violentemente la nuca sul parquet e il suo restare immobile al suolo per istanti che sono sembrati davvero interminabili, la premiazione con il giocatore festante e le visite mediche post festa a far tirare un sospiro di sollievo non sono un caso non codificato dalla FIVB. 

Esiste infatti un protocolli scritto proprio per questo genere di infortuni.

COMMOZIONE CEREBRALE
Sebbene la pallavolo, il beach volley e la pallavolo sulla neve siano uno sport abbastanza sicuro con solo pochi casi di ferite gravi alla testa, la FIVB ha sviluppato per i suoi giocatori un Protocollo sui casi di possibile commozione cerebrale.
La commozione cerebrale colpisce gli atleti a tutti i livelli di sport, ricreativo, d'élite, in allenamento o nelle competizioni. Se gestito opportunamente la maggior parte dei sintomi e dei segni di commozione cerebrale si risolvono spontaneamente. Possono verificarsi complicazioni, tuttavia, inclusa la durata prolungata dei sintomi e una maggiore suscettibilità a ulteriori lesioni. C'è
anche una crescente preoccupazione per le potenziali conseguenze a lungo termine di commozioni cerebrali multiple. 

Pertanto la consapevolezza pubblica della commozione cerebrale è fondamentale ed è importante diagnosticare, gestire prontamente questa particolare condizione,
in modo sicuro e appropriato

Queste informazioni sono state ricavate dalle raccomandazioni:
Dichiarazione di consenso sulla commozione cerebrale nello sport: si è tenuta la 5a conferenza internazionale sulla commozione cerebrale nello sport a Berlino, ottobre 2016

Segni e sintomi di una commozione cerebrale possono includere:
Mal di testa o sensazione di pressione alla testa.
Perdita temporanea di coscienza.
Confusione o sentirsi come in una nebbia.
Amnesia che circonda l'evento traumatico.
Vertigini o "vedere le stelle"
Ronzio nelle orecchie.
Nausea.
Vomito.
Problemi di concentrazione e memoria
Irritabilità e altri cambiamenti di personalità
Sensibilità alla luce e al rumore
Disturbi del sonno
Problemi di adattamento psicologico e depressione
Disturbi del gusto e dell'olfatto

Cosa fare?
Non tornare mai a giocare o ad attività vigorose mentre sono presenti segni o sintomi di una commozione cerebrale.
Un giocatore con una sospetta commozione cerebrale non dovrebbe tornare a giocare fino a quando non è stato valutato dal medico, da un professionista sanitario specializzato nella valutazione e nella gestione delle commozioni cerebrali.
I bambini e gli adolescenti dovrebbero essere valutati da un operatore sanitario specializzato nella valutazione e gestione delle commozioni cerebrali pediatriche.
Anche gli atleti adulti, bambini e adolescenti con una commozione cerebrale non dovrebbero tornare a giocare lo stesso giorno della lesione.
Quando l'atleta torna privo di sintomi dopo un normale esame neurologico, inizia il protocollo di ritorno allo sport.

Strategia graduale di ritorno allo sport (RTS).
Prime 24-48 ore: SCAT 5 eseguito e l'atleta viene monitorato quotidianamente a casa e al lavoro. L'atleta vedrà un medico sportivo per una valutazione. L'elenco dei sintomi SCAT 5 verrà rivalutato ogni giorno con l'atleta per vedere la progressione.

Dopo 48 ore:
1) Attività con sintomi limitati Attività quotidiane che non provocano sintomi. Reintroduzione graduale di attività lavorative/scolastiche, telefono, computer, video, TV, ecc… Iniziando anche il training mentale…la memoria, coordinazione mano/occhio, ecc...
2) Esercizio aerobico leggero: camminata su tapis roulant, cyclette, ellittica a ritmo lento o medio
(55-65%  max delle risorse umane). Nessun allenamento di resistenza. Il monitoraggio dei sintomi... Reintroduzione attività per il corpo con i pesi (squat, affondi, flessioni, burpees. Monitorare sempre i sintomi. Ripetere allenamento mentale… Aumento del tempo dedicato.
3) Esercizio specifico per lo sport. Nessuna attività di impatto sulla testa. Ripetere 2 ma aumentare la risorsa umana e aggiungere allenamento di resistenza in (resistenza da leggera a moderata, focalizzata sulla respirazione e non sulla valsalva) specifico per lo sport. 65-75% delle risorse umane.
4) Esercitazioni di addestramento senza contatto (battere e palleggiare,  impostazione del sistema Online Order System, difesa controllata, transizione di lavoro con attacchi). ImPACT Post Injury Test se questa fase va bene. SCAT 5 normalizzato e ImPACT è normalizzato al valore di base, quindi si passerà al passaggio successivo.
5) Pratica di contatto completo previa autorizzazione medica. Le prove di gioco (6 contro 6) verranno aggiunte alle prove e monitorate.
6) Ritorno allo sport Gioco normale

NOTA: Si consiglia un periodo iniziale di 24-48 ore di riposo fisico relativo e riposo cognitivo
prima di iniziare la progressione RTS.
Ci dovrebbero essere almeno 24 ore (o più) per ogni fase della progressione. Se i sintomi peggiorano durante l'esercizio, l'atleta dovrebbe tornare al passaggio precedente.
L'allenamento di resistenza dovrebbe essere aggiunto solo nelle fasi successive (stadio 3 o 4 al più presto). Se i sintomi sono persistenti (p. es., più di 10-14 giorni negli adulti).

Documento - Concussion Protocol FIVB - pdf

 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti