Del Monte Coppa Italia: Incubo Milano. Lube ancora out dalla Final4

L'Allianz Milano vince 3-1, Ishikawa MVP

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 

Quarti di finale
CUCINE LUBE CIVITANOVA - ALLIANZ MILANO 1-3 (25-18, 21-25, 18-25, 21-25)
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 0, Bottolo 11, Anzani 2, Zaytsev 14, Nikolov 14, Chinenyeze 10, Balaso (L), D'Amico (L), Yant Herrera 3, Garcia Fernandez 0, Sottile 0, Diamantini 0. N.E. Ambrose, Gottardo. All. Blengini. 
Allianz Milano: Porro 3, Ishikawa 21, Loser 3, Patry 15, Mergarejo Hernandez 18, Vitelli 1, Colombo (L), Piano 9, Bonacchi 0, Pesaresi (L), Lawrence 1, Ebadipour 2. N.E. Fusaro. All. Piazza. 
ARBITRI: Zanussi, Cerra. 
NOTE - durata set: 23', 26', 24', 27'; tot: 100'.

CIVITANOVA - Incubo Milano per la Cucine Lube Civitanova. Come un anno fa l'Allianz Milano elimina, all'Eurosuole Forum, i marchigiani dalla Final Four di Coppa Italia dove invece i ragazzi di Piazza se la vedranno con Trento in semifinale.
A livello statistico Milano ha avuto la meglio in attacco (55 a 44 punti), a muro 10 a 5, al servizio 8 ace a 5, mentre la Lube ha goduto ma non sfruttato 31 errori avversari (20 quelli di Civitanova).
Top scorer della gara Ishikawa con 21 punti (18 attacchi, 2 muri e 1 ace), quindi Mergarejo  e Patry con 18 e 15 punti.   

La striscia positiva della Lube si arresta dopo 8 vittorie stagionali consecutive. Decisiva la prova degli schiacciatori Mergarejo (18 punti con 4 ace) e Ishikawa (MVP del match e top scorer con 21 punti), spine nel fianco al servizio e in attacco. Impattante anche la gestione dei palloni dai nove metri e la barriera dei lunghi (8 ace di squadra e 10 muri vincenti). Sul fronte biancorosso Nikolov e Zaytsev, 28 punti in due equamente divisi, le provano tutte, così come Chicco Blengini che cerca di trovare la chiave di volta con gli innesti dalla panchina, ma una prova non esaltante al centro e le difficoltà in ricezione rendono vani i tentativi di rimonta.

SESTETTI - Lube in campo con De Cecco al palleggio per Zaytsev opposto, Bottolo e Nikolov laterali, Chinenyeze e Anzani al centro, Balaso libero. Milano si dispone con Porro al palleggio per l’opposto Patry, Mergarejo e Ishikawa in banda, Loser e l’ex Lube Vitelli al centro, l’ex biancorosso Pesaresi libero.

LA PARTITA - Avvio di gara a suon di muri e attacchi vincenti per Civitanova, mentre Milano non trova la misura (6-1). La Lube spinge anche al servizio e trova un ace con lo Zar (8-3) per poi allungare con Nikolov e sbarrare la strada con un muro compatto e dilagare con bottolo (13-5). I meneghini si risvegliano dal torpore e rosicchiano punti (15-11), ma la pausa dei biancorossi dura poco (18-12). Nel finale il lungolinea di Nikolov porta i campioni d’Italia sul 24-16, ma con Piano in campo l’Allianz annulla due palle set prima di cadere sul settimo punto del bulgaro (67% di efficacia e 1 block) per il 25-18.

Il secondo parziale, con Piano subito in campo, prende la direzione degli ospiti grazie all’uno-due milanese (8-10). Civitanova è meno brillante e l’Allianz ne approfitta portandosi sul +4 con l’ace di Ishikawa (13-17) che spinge Blengini a inserire Yant per Bottolo. Sula serie al servizio di Nikolov i padroni di casa risalgono (17-19), ma sulla serie di Mergarejo dai nove metri vanno sotto di 5 lunghezze (18-23). Alla seconda palla set i meneghini chiudono con il sesto punto di Patry (21-25) esprimendosi bene al servizio e nel muro-difesa con Ishikawa in evidenza.

Nel terzo set la Lube ripropone lo starting six, Milano mantiene lo stesso sestetto e si fa largo con i servizi si Mergarejo (3-6). Con il passare dei minuti Blengini cerca la giusta alchimia inserendo Yant per Nikolov, ma l’attacco di Ishikawa e l’offensiva biancorossa sventata segnano un preoccupante +6 per gli uomini di Piazza (5-11). Il divario cresce ancora con il muro su Yant (8-15), ma il cubano non ci sta e inizia a caricare il suo braccio (11-15). Si procede a strappi, ma Milano è più incisiva dai nove metri e scava un altro solco (12-19). Blengini cambia la diagonale inserendo Sottile e Garcia. Nel finale si segnala Bottolo per una buona serie al servizio, ma Milano passa (18-25).

Nel quarto set si gioca punto a punto e la grinta di Nikolov è contagiosa (7-6). In campo c’è anche Diamantini, ma Milano continua a concedere poco (12-13) e propone un muro aggressivo come ricorda Ishikawa in solitaria (14-17). Gli uomini di piazza girano anche in attacco (15-19). Nikolov combatte come un leone (18-21). Sul 19-22 entra Garcia al servizio. Milano stringe i denti e porta a casa la vittoria (21-25) con qualificazione annessa.

HANNO DETTO
Alex Nikolov (Cucine Lube Civitanova): “In queste partite non si molla mai. Mi dispiace per la sconfitta. Milano ha giocato ad alto livello e noi non siamo stati all'altezza. Abbiamo battuto bene durante il primo set, poi siamo andati giù. Loro dal secondo parziale hanno attaccato molto bene su palla alta e al centro. Dobbiamo tornare il prima possibile in palestra per allenarci e arrivare con molta più grinta ai prossimi appuntamenti in Champions League e SuperLega”.
Roberto Piazza (Allenatore Allianz Milano): “Milano ha giocato una partita vera e diversa da tutte le altre. Abbiamo mostrato carattere, nonostante un primo set dove non siamo scesi in campo, complice la grande pressione al servizio che ci ha messo la Lube. Dopo ci siamo lasciati andare e abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo”.
Paolo Porro (Allianz Powervolley Milano):Eravamo in un momento difficile e una vera squadra si rialza insieme, in un campo importante, contro una squadra importante. L'avevamo già fatto l'anno scorso, anche se non eravamo in questa situazione un po' complicata, ma la conferma è sempre bella. Adesso giochiamo le nostre carte anche in campionato, a partire da Siena l'8 gennaio. Proveremo a giocarci le nostre carte perché è iniziato il girone di ritorno e possiamo ancora fare molto bene”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.