PallaVoto: Grozer Quèlo, Lagumdzija voto quatto quatto, Giannelli voto "Halley"

Scritto da Alessandro Trebbi  | 
Grozer voto Quèlo

GEORG GROZER voto QUÈLO: Eh ho capito Zimmermann, ma mica posso fare tutto io? Lo sai a che ora mi sono alzato stamattina? Alle sette meno un quarto, che Maar c’aveva la botta in testa e non ha voluto giocare e quéla è tornata a casa col rossetto tutto sfatto dopo la lezione di chitàra, ma che la suoni con la bocca la chitàra? C’è grossa crisi. 

Adis Lagumdzija

ADIS LAGUMDZIJA voto QUATTO QUATTO: Piano piano, senza far rumore, lasciando il premio di mvp a Ngapeth (devastante in difesa) e le giocate sbarazzine a Rinaldi, l’opposto turco di Modena è il supermbomber del girone d’andata. Nessuno se ne è accorto, tranne gli avversari. 

Simone Giannelli in panchina, nel 2098

GIANNELLI IN PANCHINA voto HALLEY: Esattamente come la cometa, Simone Giannelli finisce in panchina ogni 76 anni. È successo il 3 dicembre 2022, tornerà a succedere il 3 dicembre 2098. Segnatevelo. 

SRECKO LISINAC voto 8: Quando gioca così è semplicemente incontenibile. In attacco Padova non lo vede mai (11 su 14), il serbo ci piazza anche due ace e un muro. Poi non contento si occupa anche di pulire il campo, smontare il taraflex, aggiustare un paio di docce malfunzionanti, infornare la pizza post partita. 

GAS SALES PIACENZA voto 8: La squadra di Lorenzo Bernardi, dopo un avvio in gimcana, sta prendendo il ritmo in SuperLega così come in Coppa Cev. L’infortunio di Simon tarpa un po’ le ali, però in ottica Coppa Italia questi sono pericolosi, ve lo dico io! 

Sapozhkov

SAPOZHKOV + KEITA voto ORTRO: Il mostro a due teste di Verona che si era preso una pausa in quel di Modena torna a maramaldeggiare sugli avversari. Addirittura 45 punti in due nei quattro parziali contro Siena, di cui uno finito a 11 e un altro a 13. Spaventosi. 

Swan Ngapeth

SWAN NGAPETH voto FUROR DI POPOLO: Il suo cento per cento in attacco (su un tentativo) è il manifesto di quella che dovrà per forza di cose essere la rivoluzione di Siena. Per la salvezza, si passa da lui! 

UROS KOVACEVIC voto 10: Egli è in ognidove. Ovunque la Sua luce si profonde. Anche a Izmir, dove l’Uno e Trino non si presenta in prima persona, ma manda un cugino, il primo arbitro del match di Coppa Cev Tomislav Popovic. “Non so se lo conoscete, ma io sono il cugino di Kovacevic”. Subito in ginocchio, venti rosari, offerta di 10mila euro al custode del palasport per l’apparizione, targa in oro «qui è apparso Lui, nelle vesti del di Lui cugino». 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.