Cuneo: Giaccardi si presenta. "Soddisfatto della squadra, ora finiamo il lavoro..."

Scritto da Luca Muzzioli  | 
CUNEO - Da un piemontese all'altro. Cuneo volta pagina, ma la lingua è sempre quella. Adesso è ancora più di marca cuneese con l'arrivo in palestra di Massimiliano "Max" Giaccardi, originario di Fossano, già sulla panchina del volley cuneese nelle stagioni 2012/13 e 1013/14 con un conto in sospeso con il passato: "Ero al fianco del coach Roberto Piazza nell'anno della finale di Champions League di Omsk con Cuneo contro il Novosibirsk". Un trofeo che è mancato per un soffio alle bacheche dell'allora Piemonte Volley e che Giaccardi ha ben scolpito, come una ferita, nel cuore di cuneese doc.
Nella testa invece, il tecnico ha l’idea di guardare in alto, alzare l’asticella di questa Cuneo Volley dopo una stagione in cui la squadra è arrivata alle altezze di Tamberi, ma senza l'acuto finale.
“Proveremo a finire il lavoro” dice, pensando a quella promozione mancata per un soffio contro l’outsider Reggio Emilia, con i favori del pronostico tutti dalla parte dei piemontesi e una storia finale che invece è andata da un’altra parte.
“Da osservatore esterno, dopo aver visto Reggio Emilia superare Cuneo in finale di Coppa e poi eliminare Bergamo nei play off, avevo pensato che ai ragazzi cuneesi sarebbe stato più utile affrontarsi proprio con la più accreditata formazione orobica. Per tenere alta l’attenzione, evitare cali inconsci”.
Invece è andata come è andata, nonostante gli sforzi societari gettati sul campo alla vigilia dei play off quando un lungimirante Costamagna, faro della gestione societaria, utilizzò in sede di mercato un tesoretto accantonato nel budget per un innesto last minute nell'organico.

[caption id="attachment_404604" align="alignnone" width="1707"] Massimiliano Giaccardi[/caption]

“Con la dirigenza ho detto chiaro e tondo che sono molto contento della squadra che ho, sono i giocatori che volevo” sottolinea Giaccardi. Una squadra arrivata ad un soffio dal sogno, rinforzata con l'esperienza di Simone Parodi e l'opposto Andrea Santangelo: "Il primo aveva voglia di tornare in questo ambiente, dove ha già vinto, per dare un apporto importante di esperienza e qualità; il secondo, dopo una stagione a Ortona dove ha fatto fatica, ha voglia di rivalsa e di tornare quello che aveva appassionato a Bergamo".
Il tecnico di Fossano, con il rimpianto della Challenge Cup sfuggita con il suo ex Losanna contro il Montpellier, esperienze in Romania e anche nella nazionale del Qatar ("vi avevo iniziato un progetto giovane, ma poi quando me ne sono andato la federazione ha virato su giocatori esperti ma di età elevata, come si è visto anche al recente mondiale"), è
positivo e tutto proteso ad una annata che non sarà comunque una passeggiata.
Con Vibo Valentia retrocessa, Bergamo, Castellana Grotte e altre realtà come Brescia, Ravenna, la stessa Reggio Emilia, Giaccardi sarà dura.
"Sarà davvero una stagione impegnativa. Comprare il diritto? Ma vuole invece mettere l'idea di cercare la promozione in un contesto simile? Sarebbe un risultato assoluto, sposo al 100% la filosofia del club che vuole costruire il suo futuro sul campo".
Già al lavoro da qualche settimana con i ragazzi della squadra, Giaccardi non svela segreti se spiega che "non ho guardato con particolare attenzione al calendario, pensando semplicemente ad affrontare partita partita, conscio poi che i play off saranno storia a sé" e poi il gioco: "Il risultato sarà il frutto della nostra filosofia. Voglio che si veda giocare a pallavolo da subito".
Sposato, papà di tre figli, fino ad oggi non ha potuto farsi seguire dalla famiglia. Il precariato di questa disciplina e del ruolo di allenatore non aiuta, così la famiglia l'ha raggiunta lui: "Mi ha cercato Cuneo, si sono ricordati di me dopo un torneo celebrativo in cui dall'estero erano presenti tutte le squadre con allenatori che erano passato da qui. Per intenderci sono bastati 3 minuti. L'accordo? Di un anno, se pensassi ad accordi più lunghi allora sarei pronto per dover cambiare lavoro, un posto fisso alle poste..."


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti