Del Monte Coppa Italia: Trento vince 3-1 a Modena. Kaziyski MVP

Brutto approccio dei trentini nel primo set, poi la reazione di Michieletto e c.

Scritto da Luca Muzzioli  | 

Valsa Group Modena - Itas Trentino 1-3 (25-17, 26-28, 22-25, 20-25)
Valsa Group Modena: Mossa De Rezende 3, Ngapeth 18, Sanguinetti 6, Lagumdzija 15, Rinaldi 12, Stankovic 6, Sala 6, Salsi 0, Rossini (L), Krick 1, Marechal 0. N.E. Gollini, Bossi, Malavasi. All. Giani. 
Itas Trentino: Sbertoli 1, Michieletto 12, Lisinac 7, Kaziyski 22, Lavia 13, Podrascanin 10, Pace (L), Dzavoronok 0, Laurenzano (L), Nelli 0. N.E. Cavuto, Berger, Depalma, D'Heer. All. Lorenzetti. 
ARBITRI: Puecher, Cesare. 
NOTE - durata set: 23', 34', 32', 28'; tot: 117'.

MODENA - Trento è la prima semifinalista della Del Monte Coppa Italia 2022/23. In quella che è stata una sfida tra due squadre che meriterebbero, per gioco espresso in questa fase della stagione, di essere entrambe a Roma a fine febbraio, ha prevalso la formazione che maggiormente ha saputo incidere nei momenti chiave e trovare varie soluzioni in attacco rispetto ad una Modena che, alla distanza, si è aggrappata troppo spesso ad Ngapeth che messo sotto pressione ha fatto cose imprevedibili ma anche errori pesanti, fino al cartellino giallo per eccesso di nervosismo.

E' stata una serata a due velocità. Un primo set a senso unico, con Trento che si dimentica di scendere in campo, quindi dal secondo parziale una gara quasi punto a punto dove Modena ha avuto occasioni per dare un indirizzo diversi all'esito finale ma nei momenti chiave dei set ha regalato e subito una Trento più determinata, precisa e più varia nelle scelte. 

PIU' E MENO - Numeri fotocopia: attacco al 42%, 10 muri, 4 ace per parte; 27 errori di Trento, 30 di Modena. In attacco Modena conta 53 punti, Trento 51. Questa sostanziale parità è però effimera perché sui numeri totali incide pesantemente il primo set che Trento non ha proprio giocato, quasi paralizzata come si è visto negli interventi difensivi di Laurenzano, bandiera del nervosismo dell'Itas che però dal secondo set si scioglie e diventa il solito bel gioco corale. Ad iniziare proprio dalla prova del giovane libero. Kaziyski è come Dorian Gray, non invecchia. Finché non si trova il quadro che lo tiene al livello dei suoi più giovani compagni… E' top scorer con 22 punti, premio di MVP, non cade nell'agone dialettico sottorete, sbaglia qualche pallone importante come quello del possibile 23-25 del secondo set, ma poi si fa perdonare. E' una calamita di palloni chiave e  anche al servizio lascia il segno.  
Modena parte bene con il suo opposto Lagumdzija e Rinaldi, con il secondo messo sotto pressione in ricezione. Alla distanza però è parso che Bruno si sia fidato solo di Ngapeth che è diventato oggetto delle attenzioni di Trento.  Strana poi la scelta di privarsi di Lagumdzija per tutto il 3° set. Il mancato ingresso sul finire di parziale e la riproposizione del posto 2 dal primo punto del quarto set ha fatto trovare l'opposto fuori giri per il resto della gara (25% nel quarto se, 2 su 8).

HANNO DETTO
Andrea Giani (allenatore Valsa Group Modena): “Abbiamo interpretato bene il match e ci siamo procurati una grande occasione nel secondo set, ma proprio in quel frangente è venuta fuori la differenza di esperienza tra le due squadre. Queste sono le partite in cui impari a stare ad altissimo livello. Il divario si è sentito tra noi e Trento, ma siamo vicini alla loro pallavolo e su questo dobbiamo continuare a lavorare”.
Angelo Lorenzetti (allenatore Itas Trentino): “Siamo felici perché ottenere la qualificazione alla Final Four non era affatto scontato, anche se Trento in passato da questo punto di vista si è abituata bene. L’approccio al match è stato difficile, specialmente in attacco, e quando perdi un set così nettamente al PalaPanini non è semplice invertire l’inerzia della partita. Ci siamo riusciti con una grande prova di carattere e con una pallavolo sempre più efficace nei set successivi, ma era l’unica maniera per fermare questa Modena, così lanciata davanti al proprio pubblico”.

LA PARTITA - Primo set a senso unico: 25-17. Trento è contratta, Modena gioca con il braccio sciolto galvanizzata dal fattore campo. Modena allunga dall'8-5. L'attacco dell'Itas non punge mentre Ngapeth fa il suo solito show con attacchi impronosticabili e  Lagumdzija sfrutta il muro troppo salto di Trento 13-7. Trento sente il match ed è contrattissima. Il libero Pace entra per Laurenzano, nervosissimo, Dzavoronok per Lavia, ma è solo un momento di riflessione in panchina perché il set è compromesso.  

Dal secondo set Trento entra in partita e lo fa con un servizio che inizia a incidere (1-4). Gli uomini di Giani stanno attaccati al set e in alcune occasioni non concretizzano il possibile aggancio. Quando Kaziyski sembra voler mettere il  cappello al set con due battute delle sue (19-23) c'è la reazione di Modena con Lorenzetti che manda in campo anche Dzavoronok per Lavia. Il primo set ball è di Kaziyski ma la sua parallela è talmente tagliata che arriva a colpire Giani: 24-24. Nel punto a punto che ne segue alla fine è il "Kaiser" che chiude i due palloni più caldi: 25-27 

Kaziyski al servizio firma il +3 nell'avvio di terzo set: 6-9. Sala entra per Lagumdzija sul 9-13.Il turno di battuta di Michieletto fa danni: 13-17. Giani lascia Lagumdzija  in panchina per tutto il resto del set, la mossa non paga, Modena regala 11 errori e Trento si porta sull'1-2 grazie a 11 errori avversari.

 Torna Lagumdzija, ma non entra più in partita (2 su 8 nel set). Il parziale  “rompe” a metà quando Trento trova il +3 (12-15) con Michieletto al servizio.  Due errori trentini valgono il 17-17 con Modena che trova risposte positive da un Ngapeth che viaggia a mille. Ma è troppo solo e nelle fasi calde viene controllato da muro e difesa trentina. Il francese è troppo solo. Dal 18-18 Trento sfrutta errori modenesi e difese che ragalano occasioni di contrattacco: due errori di Ngapeth e  Lagumdzija, una battuta sbagliata di Rinaldi, due side out di Michieletto e Kaziyski valgono uni 0-5 risolutivo: 18-23.  Set chiudo da Lisinac.
 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.