A1 F.: Colpo Casalmaggiore a Milano. Vero Volley ancora senza Sylla

Conegliano e Scandicci scappano. Firenze torna a sorridere, Vallefoglia senza Kosheleva

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
Casalmaggiore fa festa a Monza

2° GIORNATA DI RITORNO - La classifica
Reale Mutua Fenera Chieri-Cuneo Granda S.Bernardo 3-1 (25-21, 25-20, 22-25, 25-22)
Igor Gorgonzola Novara-Wash4green Pinerolo 3-0 (25-12, 25-17, 25-22)
Bartoccini-Fortinfissi Perugia-Cbf Balducci Hr Macerata 3-2 (25-16, 25-18, 23-25, 24-26, 15-9)
Megabox Ond. Savio Vallefoglia-Savino Del Bene Scandicci 1-3 (25-21, 19-25, 18-25, 19-25)
Prosecco Doc Imoco Conegliano-E-Work Busto Arsizio 3-1 (23-25, 25-18, 25-18, 25-21)
Il Bisonte Firenze-Volley Bergamo 1991 3-2 (21-25, 25-20, 22-25, 25-19, 15-10)
Vero Volley Milano-Trasportipesanti Casalmaggiore 2-3 (17-25, 25-11, 22-25, 26-24, 10-15)

MODENA - Ci hanno provato Busto Arsizio e Vallefoglia a impensierire le prime due della classifica nella seconda giornata di ritorno di Serie A1 femminile. Ma dopo aver perso il primo set, sia Conegliano che Scandicci hanno preso in mano i rispettivi incontri, confermando la prima e la seconda posizione e allungando su Milano, caduta in casa al tie-break contro un'ottima Casalmaggiore. Quinto set decisivo anche a Firenze, dove coach Parisi firma la prima vittoria sulla panchina toscana contro Bergamo.

A URBINO - Dura un set il sogno della Megabox Ond. Savio Vallefoglia di fare punti contro la Savino Del Bene Scandicci. Partono benissimo le tigri che, nonostante l'assenza dell'ultimo minuto di capitan Kosheleva, si portano avanti grazie ad un avvio aggressivo che senza dubbio sorprende la formazione avversaria. Al ritorno in campo però, la squadra di coach Barbolini prende in mano la partita e non la lascia più andare, mostrando la forza dirompente che ha permesso alle toscane di blindare il secondo posto in classifica. Arriva infatti il nono successo consecutivo, uno stato di forma invidiabile che ha messo al tappeto anche la nuova Vallefoglia, con Drews ancora protagonista con 14 punti e la coppia D'Odorico-Papa che chiude con 20. Dall'altro lato del campo però, Di Iulio mette subito le cose in chiaro con la nuova regista Yao Di, in panchina e subentrata per qualche minuto nel primo set: per guadagnarsi il posto, la palleggiatrice cinese dovrà sudare. Premio MVP per la numero 77, che giostra alla grande l'attacco toscano, con una straordinaria Antropova da 26 punti e le solite, solide prestazioni di Zhu (12 punti con 4 muri) e Pietrini (13). 

A TREVISO - Un altro tutto esaurito al Palaverde, il secondo consecutivo dopo quello di Santo Stefano, 5344 spettatori per la "classica" tra Prosecco Doc Imoco Conegliano e e-work Busto Arsizio. A riposo precauzionale per coach Santarelli le acciaccate Lubian (spalla) e Pericati (schiena), in tribuna assieme al nuovo arrivo Stephanie Samedy. Busto conferma il suo buon momento prendendo subito il vantaggio nel primo set (9-12) e resistendo ai tentativi di riaggancio di Conegliano. Rosamaria (5 punti nel set, come l'ex Omoruyi) e compagne, brave in attacco e a muro (4-1 nel set) ammutoliscono il pubblico del Palaverde e si portano sullo 0-1. Nel secondo set le pantere serrano i ranghi, toccano più palloni a muro e ne beneficia la difesa che disinnesca le attaccanti bustocche. La solita Haak (6 punti nel set) e un'ottima Robinson Cook conducono le campionesse del Mondo sull'1-1. Nel terzo set coach Santarelli tiene in campo De Kruijf (per Squarcini) e Gennari (per Plummer) come nel finale del set precedente, mentre per Busto c'è Stigrot. Primo break delle Pantere sul 13-11, poi 16-12, ma l'E-Work resta ordinata e intensa in tutti i fondamentali e rientra a -1 (17-16). Ma le Pantere non ci stanno, De Kruijf a muro e Haak in battuta fanno sfracelli e Conegliano scappa irraggiungibile fino al perentorio 25-18 firmato da De Kruijf. Quarto set, una ritrovata Montibeller e le battute velenose di Zakchaiou permettono all'E-Work di allungare (8-10) contro una Prosecco DOC Imoco che viaggia a corrente alternata. Conegliano si rimette in carreggiata e sorpassa con una Haak che cresce (14-13). Ancora la svedese dopo una serie di difese-monstre di De Gennaro sigla il +3 (18-15). Sarà il break decisivo nonostante il sussulto finale di Busto che risale a -1 (22-21) prima dell'ultimo rush vincente di Robinson Cook (MVP con 15 punti e l'87% in ricezione), Haak (25 punti, top scorer) e compagne. Per le ospiti molto bene l'ex Omoruyi (18 punti con il 40%), Rosamaria si ferma a 14. 

A FIRENZE - Il Bisonte Firenze torna al successo al termine di una grandissima battaglia, battendo in rimonta al tie-break il Volley Bergamo 1991 davanti ai 1300 tifosi di Palazzo Wanny: si tratta della prima vittoria della nuova gestione Parisi, i primi tre punti dopo cinque sconfitte consecutive e la speranza è che possa essere anche da stimolo per un 2023 ricco di soddisfazioni. La squadra di coach Micoli parte subito avanti, sfruttando i tanti errori (11) delle padrone di casa, che però si riprendono prontamente impattando sull'1-1 dopo un grande secondo set. Il copione si ripete negli altri due parziali: Bergamo fugge e prova a spegnere la partita, Firenze rimonta e si va così al tie-break. Nel decisivo quinto set però, le bisontine capiscono l'importanza di conquistare il massimo possibile e fulminano le orobiche con un 8-3 iniziale su cui si cambia campo: la reazione arriva, ma non basta per impedire alla squadra di casa di prendersi i due punti. MVP del match Sylvia Nwakalor, top scorer con 25 punti e protagonista della rimonta con undici punti messi a segno fra quarto e quinto set, ma tutta la squadra ha dato segnali incoraggianti sotto la regia ispirata di Gaia Guiducci, registrando anche il debutto di Ofelia Malinov che ha dato un contributo importante nella conquista del secondo parziale. Per Bergamo, Lanier realizza 19 punti (ma con il 17% di efficienza), mentre Butigan si ferma a 12 (4 muri). 

A MONZA - Battuta d'arresto per la Vero Volley Milano, che nella seconda giornata di ritorno sfiora una straordinaria rimonta ma alla fine si arrende alla TrasportiPesanti Casalmaggiore 2-3. All'Arena di Monza, il confronto con le casalasche parte in salita: Malual e Piva, preferita dal primo minuto a Perinelli, schiacciano forte, con le padrone di casa, ancora senza Sylla (sempre a riposo per il problema al polso destro), che faticano a trovare le contromisure. Frantti è determinante in ricezione, De Bortoli è solidissima in difesa e le ospiti vincono il primo set. Gaspari inserisce Negretti per Parrocchiale e Rettke per Stevanovic, cercando di dare una scossa alle sue e riuscendoci, almeno fino alla conquista del secondo parziale, con le bordate di Stysiak e Larson a segnare l'allungo alla metà (16-6) e la parità. Sembra che la Vero Volley possa raddrizzare la sfida, ed invece le ragazze di Pistola tornano a martellare con efficacia anche nel terzo gioco. Nel quarto è ancora Casalmaggiore a sembrare più in palla ma, ad un passo da quella che sembra essere la fine del match (24-21 per la squadra di Pistola), i guizzi della neo entrata Thompson per Stysiak spingono le rosa ad uno straordinario sorpasso che vale il tie-break. Non è però la scossa che cambia il volto al match, perché è nuovamente la Trasportipesanti a fare la voce grossa nel parziale decisivo, infliggendo la terza sconfitta stagionale in Serie A1 alla Vero Volley, la seconda in casa dopo quella contro Novara. MVP del match una super Malual da 24 punti, importanti contributi anche da Frantti (17) e Lohuis (13 con 6 muri). Per Milano non bastano i 17 punti di Stysiak. 

 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.