World Cup F: Riscatto Usa, 3-0 alla Cina. Lowe MVP

Scritto da Giacomo Tarsi  | 

[caption id="" align="alignleft" width="400"] Lowe riceve in premio la mascotte Babochan - foto fivb.com[/caption]Usa - Cina 3-0 (25-23, 25-17, 25-23) - il tabellino - la classifica

MATSUMOTO - Dopo l'inattesa sconfitta contro la Serbia gli Usa tornano a riprendersi il ruolo di favoriti per il successo finale superando 3-0 la Cina.


La partita è stata combattuta nel primo e nel terzo set (anche se la Cina è stata sempre in rincorsa tranne che sul 17-19 del primo) mentre nella fase centrale del secondo la Cina ha accusato un lungo passaggio a vuoto.


Il successo statunitense è stato però macchiato dall'uscita per infortunio al ginocchio destro di Christa Harmotto sul 17-17 del terzo set.


LA PARTITA

1° set:
Squadre in campo con le formazioni annunciate. Zhang Changning apre con un ace (0-1), ma poi sbaglia in attacco (2-1) e gli Usa scappano subito via sino al 6-2 firmato Lowe. Usa ancora a +4 sul 13-9 poi arriva la rimonta della Cina: errore di Larson (13-11), ace di Yan (16-15), contrattacco di Zhu Ting (17-17), muri su Fawcett (in campo per il solito doppio cambio, 17-18) e Hill (17-19). Kiraly spende un time-out che dà effetti immediati: Fawcett (18-19), errore di Zeng Chunlei (19-19), muro di Lowe su Zhang Changning (20-19) e muro di Harmotto su Zhang Changning (21-19). Gli Usa non sbagliano più e tengono il +2 fino al 25-23 di Akinradewo.


2° set: Hill comincia con un ace (1-0), poi si fa sentire in attacco con i punti del 4-2, 7-5 ed 8-6. Lang Ping cambia la diagonale con Xia Ding e Liu Yanhan al posto di Shen Jingsi e Zeng Chunlei. Liu comincia bene (8-7), ma dopo il contrattacco di Larson (10-7) si fa murare (11-7). Black-out cinese con gli errori in attacco di Zhu Ting (12-7 e 14-7) e nel mezzo una ricezione lunga punita da Larson (13-7). Il set non si riapre ed anzi il gap si allarga ulteriormente con gli ace di Kreklow (18-9) ed Akinradewo (21-11). La Cina annulla 3 set-point poi chiude Lowe sul 25-17.


3° set: La Cina lascia in campo Xia Ding e Yang Junjing (subentrata a Yan Ni nel secondo set) mentre Zeng Chunlei torna a fare l'opposta. Si procede ad elastico con gli Usa che 2 volte si fanno rimontare 3 punti di vantaggio: dal 4-1 al 5-5 (che poi diventa subito 8-5) e dal 12-9 al 14-14. Sul 17-17 esce Harmotto, ma la Cina non ne approfitta ed anzi Lowe piazza 2 punti consecutivi: 19-17. Zhang Changning risponde con l'ace del 20-20. Ancora parità sino al 22-22 poi dopo il 23-22 di Hill è Lowe a sfruttare una palla difesa a Zhu Ting: 24-22. Zhu Ting annulla la prima palla match, ma sulla seconda il pallonetto di Hill va a terra: 25-23.


PIU' E MENO - Sono Karsta Lowe (a lei il titolo di MVP) col 58% in att. ed Hill col 54% (entrambe con un eccellente 50% di eff.) a trainare gli Usa. Le 2 fanno registrare numeri superiori alle principali 2 attaccanti cinesi visto che Zhu Ting e Zhang Changning si fermano al 52% e 42% (col 39% e 21% di eff.). Squadre più vicine invece a muro (solo 5 per parte) e in battuta (3 ace per gli Usa e 4 per la Cina).



💬 Commenti