Il caso: Anche Ljubo Travica apre il vaso di pandora iraniano... Indice puntato sulla FIVB

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 
MODENA - Dopo il grido di allarme di Dragan Travica, palleggiatore italiano che ha denunciato di non aver ancora percepito il 100% degli stipendi dal Shahrdarai Urmia, e son passate due stagioni oramai, oggi l'accusa al movimento iraniano arriva dal padre, il tecnico Ljubo Travica, vecchia conoscenza del movimento pallavolistico italiano (da giocatore a Modena, Di.Po. Vimercate, Padova e Brugherio; da tecnico a Valdagno, Ferrara, Reggio Emilia, Spoleto, Catania, Brescia, Milano, Montichiari, Palermo, Parma, Piacenza, Latina, Castellana Grotte e Vibo Valentia) ha alzato la voce, sul suo profilo Facebook per i crediti vantati dal medesimo club del figlio.

"La FIVB deve agire contro i club che si rifiutano di pagare i loro giocatori, allenatori e staff. È ingiusto per i club che rispettano i loro obblighi e per coloro che lavorano sodo.

Shahrdarai Urmia è sotto sanzione della FIVB. Ma il club - così come altri 5 club iraniani - continua a giocare senza paura della FIVB e delle sue decisioni. La Federazione Iraniana e la Confederazione asiatica restano impotenti.

Come succede in altri grandi sport, i club di pallavolo devono essere soggetti a sanzioni nazionali come la sottrazione punti in classifica, in divieto di fare mercato, ecc. E nessuna partita di tornei internazionali come la VNL dovrebbero essere giocate nei Paesi di questi club inadempienti. Questo deve cambiare!"


Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti