Camera dei Deputati: L'intervento dell'On.Mauro Berruto, ex Ct azzurro, pro Paola Egonu

Il testo in favore dell'opposta azzurra. "Ghiaccio rotto e, soprattuto, fin dal primo minuto chiarezza rispetto la parte dalla quale vogliamo stare: quella dei diritti civili"

Scritto da Luca Muzzioli  | 
L'intervento in Parlamento dell'ex Ct azzurro Mauro Berruto, oggi Onorevole

ROMA - Il primo intervento della #XIXlegislatura alla Camera dei Deputati di Mauro Berruto, ex Ct azzurro, oggi  Onorevole, in favore di Paola Egonu.  - video completo

------------

Grazie Presidente, 

Lei è Paola.
È una donna.
È una pallavolista straordinaria.
È italiana.

Paola Egonu è un’italiana che sabato, con la nostra nazionale, ha vinto la medaglia di bronzo nel campionato mondiale di pallavolo, sport a diffusione planetaria dove lItalia, con le sue nazionali maschili, femminili e giovanili, domina la scena da decenni. Ho avuto l’onore di far parte di quella storia e ho imparato tutto ciò che so dalla pallavolo. Prima di tutto ho imparato larte, la bellezza, la necessità del passarsi la palla e dell’essere una squadra.

Paola Egonu, nata a Cittadella, provincia di Padova, al termine della finale ha confessato in lacrime di voler lasciare la nazionale e ha citato un motivo: il sentirsi troppo spesso chiedere: “perché sei italiana?” per il colore della sua pelle. 

Paola Egonu è una ragazza coraggiosa, un punto di riferimento per tanti giovani del nostro Paese, per il suo talento, ma anche perché non ha avuto paura di parlare del suo orientamento sessuale o di razzismo. Sabato lo ha fatto dopo aver siglato 26 punti, cioè dopo aver fatto splendidamente il suo lavoro, per il nostro Paese. 

Paola è una ragazza forte, reagirà; ma le sue lacrime sono le lacrime di tutte le Paole che non hanno il talento e la visibilità di Paola, ma che hanno la sua stessa dignità e devono avere i suoi stessi diritti. Le lacrime di Paola sono le lacrime di tutte quelle Paola o di quei Paolo che vanno a scuola con i nostri figli, ma non possono essere cittadini italiani

Sono le lacrime di tutte le Paola o i Paolo che vogliono sentirsi liberi di amare chi desiderano

Qualcuno, Presidente Fontana, le ha definite “schifezze”, noi li chiamiamo DIRITTI

La pallavolo ha insegnato a me, tutto. Oggi, insegna al Paese che la “bellezza delle differenze” da Lei citata nel discorso di insediamento non può essere retorica, dichiarazione a cui non si dà seguito o, peggio, imbiancatura di sepolcri.

Quelle lacrime non riguardano solo Paola, ragazza che ha bisogno della sua squadra più di quanto la squadra abbia bisogno di lei. 

Quelle lacrime riguardano NOI. E ci inchiodano alle NOSTRE responsabilità, alla NOSTRA necessità di essere, da questa aula, ESEMPI VIVENTI! Di incarnare in questo Parlamento limmagine di un Paese moderno e civile!

E allora, Presidente Fontana, ognuno dichiari da che parte sta. 

Noi stiamo dalla parte di Paola Egonu: donna, pallavolista, italiana.

Per la precisione, veneta. 

Esattamente come Lei, Presidente Fontana! 

Grazie



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti