Mondiale 2022: Italia-Slovenia 3-0. E' sogno azzurro, in finale c'è la Polonia

Scritto da Luca Muzzioli  | 
SEMIFINALE
ITALIA - SLOVENIA 3-0 (25-21, 25-22, 25-21)- i tabellini
ITALIA: Giannelli 2, Romanò 14, Michieletto 9, Anzani 7, Lavia 15, Galassi 5, Balaso (L). Recine, N.e: Sbertoli, Bottolo, Pinali, Scanferla (L), Russo, Mosca. All. De Giorgi
SLOVENIA: Stern T. 1, Pajenk, Kozamernik 4, Urnaut 10, Cebulj 16, Ropret 1, Kovacic (L). Mozic 11, Stalekar, Vincic 1. N.e: Stern Z., Koncilja Gasparini Klobucar (L), All. Cretu
Arbitri: Cespedes (DOM), Ahmed (UAE)
Durata set: 28', 27', 30'.
Spettatori: 9000.
Italia: 2 a, 10 bs, 9 mv, 15 et.
Slovenia: 2 a, 10 bs, 9 mv, 23 et


KATOWICE (Polonia) - Italia in finale. 3-0 netto alla Slovenia. Domenica la finale è contro la Polonia campione in carica e padrone di casa. Questo è il verdetto di questo sabato sera di passione polacca. Un verdetto che a inizio torneo non avrebbe trovato adepti ma che ora è tangibile, reale, il bel termometro di come questa squadra azzurra abbia saputo crescere e mettere a frutto il mese di lavoro tra la finale di VNL e l'avvio di questo torneo.
Contro la Slovenia gli azzurri sono stati superiori allo stesso risultati dei parziali della partita. Sempre in partita sin dalla prima palla, sempre avanti, sempre capaci di rintuzzare un avversario che non è riuscito a trovare antidoti al gioco azzurro. Ci ha provato Cretu a dare una scossa con Mozic che entra dopo poche azioni del primo set al posto dell'opposto Stern, ma l'inerzia è sempre stata nelle mani azzurre.

I MIGLIORI NUMERI AZZURRI - Italia che continua a crescere, nel gioco e nella personalità. 7 difese di Balaso straordinarie, 51% in attacco dell'Italia contro il 38% della Slovenia.   65% di Lavia in attacco, 4 muri di Anzani (che ha fatto anche un ace). 17 errori punto totali del'Italia, solo 3 nel terzo set quando la Slovenia cercava di riaprire la partita.  +8 Lavia, +7 Romanò e Anzani nel computo vinte/perse.

SESTETTI - Italia con Giannelli in regia, Romanò opposto, Anzani e Galassi al centro, Lavia e Michieletto in posto 4, Balaso libero.  Slocenia con Ropret al palleggio0, Stern in diagonale,  Cebulj e Urnaut in posto 4, Kozamernik e Pajenk al centro, Kovačič libero.

LA PARTITA - Primo set a più velocità la Slovenia entra in partita in forte ritardo: 7-1. La scossa la porta il primo cambio importante del match: Cretu toglie l'opposto Stern e inserisce Mozic, il baby prodigio di Verona. Gli sloveni sfruttano qualche sbavatura azzurra e tornano in partita: 8-7. Quando Anzani mura Kozamernik (15-12) è nuovo allungo azzurro che l'Italia conserva fino al 25-21 finale, errore di Mozic da posto 2.
6 punti di Lavia, 4 di Michieletto. 4 muri azzurri, 54% in attacco.

Set inizialmente in equilibrio il secondo con la Slovenia che riparte da Mozic in posto 2. Azzurri avanti di 2 sul 6-4, il muro di Kozamernik su Anzani un contrattacco di Cebulj, dopo azione prolungata (due belle difese di Balaso), valgono il 9-9. Lavia in attacco viaggia a mille, Anzani torva un ace, ancora Lavia: 15-12. L'Italia forza al servizio (Giannelli) il side out sloveno accusa: out di Urnaut, 19-16. Mozic spinge, Urnaut tira in rete. la difesa di Balaso, l'ennesima in questo set, vale il contrattacco del 23-19 di Lavia che lavora bene sulle mani del muro.  Romanò firma il 24-20 da posto 1. Mozic annulla il primo set ball azzurro Stalekar entra per Ropret per alzare il muro ma è Cebulj che ferma Romanò: 24-22. Time out De Giorgi che interrompe il ritmo di Mosic al servizio, risultato battuta in rete.
6 punti di Lavia, 4 di Romanò e Michieletto nel set. 55% in atatcco, 6 di Mozic e 4 di Cebulj per la Slovenia.

Terzo set Parte sotto pressione la Slovenia e l'Italia ne approfitta: 5-0. Due murio di Romanò e Anzani, tre errori sloveni in attacco. Cretu chiama time out. E' Mozic a ispirare i suoi in attacco e con urla da leader. Cebulj lo segue, la Slovenia torna in partita 9-8. Urnaut mette in rete la palletta del 15-12 (poteva essere 14-13) ma non si scoraggia. Anzi, è proprio Urnaut che trova il punto successivo che rimette in linea la Slovenia che poi impatta 16-16. Balaso da applausi difende un attacco di Pajenk in primo tempo senza muro. De Giorgi fa respirare Michieletto per Recine, Cretu ripropone Stern per Mozic: Cebulj regala il servizio del 22-19, Lavia firma il 23-20 e il 24-20.  Il 25° punto, al secondo match ball, è di Romanò.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti