Cev Cup: Piacenza, quinta vittoria consecutiva in Europa. Battuto il Galati

Coach Botti: “Contenti di questa vittoria, buon ritmo e bravi a non rischiare più di tanto”

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 

C.S. ARCADA GALATI - BLUENERGY DAIKO VOLLEY PIACENZA 0-3 (24-26, 22-25, 18-25)
C.S. ARCADA GALATI: Lescov 2, Madsen 6, Talpa 2, Malescha 1, Bala 11, Sobirov 7, Kantor (L), Smits 3, Rata 7, Vilimanovic, Cristudor (L), Butnaru, Magdas. Ne: Rangel Hernandez. All. Stancu.
BLUENERGY DAIKO VOLLEY PIACENZA: Brizard 5, Recine 9, Simon 14, Romanò 12, Basic 6, Caneschi 5, Scanferla (L), Cester, Gironi 3, de Weijer, Hoffer, Alonso. Ne: Leal (L). All. Botti.
Arbitri: Balandzic (Serbia), Miklovic (Slovenia)
Note: durata set 27’, 27’ e 24’ per un totale di 78’. Spettator 800. C.S. Arcada Galati: battute sbagliate 15, ace 6, muri punto 5, errori in attacco 5, ricezione 36% (16% perfetta), attacco 47%. Bluenergy Daiko Volley Piacenza: battute sbagliate 17, ace 9, muri punto 9, errori in attacco 6, ricezione 46% (20% perfetta), attacco 62%.

GALATI (Romania) - La Bluenergy Daiko Volley Piacenza torna dalla Romania con una vittoria. La quinta in questa Cev Cup. Ora nella gara di ritorno in programma al PalabancaSport mercoledì 25 gennaio (ore 20.30) basterà vincere due set per assicurarsi il pass per i Quarti di Finale della manifestazione.
Gara tirata quella andata in scena a Galati. Contro una formazione ben quadrata e soprattutto mai doma spinta dal suo pubblico dal primo all’ultimo scambio. Dopo un primo set giocato di fatto punto a punto e vinto dai biancorossi ai vantaggi, l’avvio del secondo parziale (1-8) lasciava presagire che tutto potesse essere facile ed invece Galati ha saputi recuperare e tenere nel mirino gli avversari fino alla fine.
Terzo parziale sulla falsariga dei precedenti con Piacenza ad avere sempre sotto controllo la situazione e soprattutto in grado di accelerare ogni volta che decideva di farlo.
Adesso testa a domenica prossima quando al PalabacaSport arriverà Siena (ore 20.30): si gioca la quarta di ritorno di SuperLega.

SESTETTI - In avvio di gara coach Botti manda in campo Brizard e Romanò in diagonale, Simon e Caneschi al centro, Recine e Basic alla banda, Scanferla è il libero. Leal è a referto con la maglia di secondo libero, Lucarelli è in Italia. Galati, dall’altra parte della rete, risponde con Lescov e Malescha in diagonale, Talpa e Sobirov al centro, Bala e Madsen alla banda mentre Kantor è il libero.

LA PARTITA - Clima caldo allo Sports Hall di Galati, sugli spalti il pubblico è numeroso e si fa sentore. L’avvio di gara è equilibrato, Bluenergy Daiko Volley Piacenza conduce le danze con Simon che fa subito la voce, l’ace di Caneschi vale il più due per Piacenza (6-8), quello rumeno vale la parità a quota 12. Sono ora i padroni di casa a mettere il naso avanti, Simon (100% in attacco) segna il 17 pari e poi mette a terra due ace, uno di precisione ed uno di potenza, ed è 17-19 con il tecnico Stancu a chiamare time out. Al rientro in campo break di tre punti per Galati (20-19), Romanò riporta le due squadre in parità e subito dopo segna l’ace del vantaggio biancorosso (20-21), il muro secco di Recine porta a due le lunghezze di vantaggio (21-23), Galati ritrova la parità a quota 23 con Botti a chiamare time out. Il set point è biancorosso grazie a Caneschi e se lo annulla lo stesso centrale con l’errore in battuta, il secondo arriva con Brizard, chiude Basic in pipe.

L’avvio è tutto di marca Bluenergy Daiko Volley Piacenza, sul 1-8 Stancu ha già chiamato i due time out a disposizione. Piano piano Galati rosicchia punti su punti fino ad arrivare a fare sentire il fiato sul collo a Brizard e compagni (10-11), riparte Piacenza con Recine in lungolinea e l’ace di Brizard (11-15), i padroni di casa retano lì aggrappati al set (14-15) e Botti chiama time out. Al rientro in campo Simon, muro di Romanò e quindi attacco vincente dello stesso opposto (14-18), l’ace di Bala riporta sotto i suoi (19-20), l’attacco di Basic toccato dal muro avversario ma non dagli arbitri (non c’è video check a Galati) regala ai rumeni la parità a quota 20, ancora squadre a braccetto a quo 22, poi Recine e l’errore in attacco rumeno porta due set point ai biancorossi (22-24), chiude Simon.

Il muro biancorosso diventa granitico, difficile per gli attaccanti rumeni mettere palla a terra. Tre muri nel giro di pochi scambi mettono in lancio di orbita Bluenergy Daiko Volley Piacenza (9-17) ma arriva puntale la reazione dei padroni di casa che mettono in difficoltà i biancorossi dalla linea dei nove metri: break di cinque punti ed è 14-17 con Botti che effettua il doppio cambio. Controlla bene Bluenergy Daiko Volley Piacenza, il primo di tanti match ball arriva sulla battuta lunga dei rumeni, la chiusura del set su fallo dei padroni di casa.
 

Sapevamo bene che sarebbe stato difficile avere l’adrenalina avuta contro Trento ma siamo stati bravi a restare sul pezzo e non rischiare più di tanto. Abbiamo preso un buon ritmo di gioco e anche quando gli avversari si sono avvicinati siamo rimasti tranquilli e concentrati su quello che dovevamo fare noi. Si sono contento, un buon passo verso i Quarti di Finale di una manifestazione a cui la Società tiene tanto lo abbiamo fatto e questa è la cosa più importante” il commento di coach Botti.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.