Cev Cup: Piacenza si qualifica agli Ottavi. 3-1 a Praga

#CevCupM: 23 punti di Leal

16esimi di finale - Ritorno 
VK Lvi Praha - Gas Sales Bluenergy Piacenza 1-3 (19-25, 26-28, 25-23, 21-25)
VK Lvi Praha: Krisko 8, Daniel 0, Vodicka 10, Krca 0, Monik (L), Tibitanzl 2, Schouten 0, Pliasetskyi 0, McCarthy 9, Todua 4, Kollator 26, Smith 8, Janouch 1. N.E. Salek. All. Barrial.
Gas Sales Bluenergy Piacenza: Basic 5, Hoffer (L), Recine 3, Alonso 8, Brizard 5, Santos Souza 12, Leal Hidalgo 23, Scanferla (L), Cester 2, Romanò 9, Caneschi 5, De Weijer 3. All. Bernardi. 
ARBITRI: Hakkarainen, Taran. 
NOTE - durata set: 27', 34', 28', 30'; tot: 119'.

PRAGA (Rep.Ceca) - Bluenergy Daiko Volley Piacenza continua la sua corsa in Europa. Basta poco meno di un’ora di gioco a Bluenergy Daiko Volley Piacenza per assicurarsi il passaggio agli Ottavi di finale di Cev Cup. Bastano i primi due set, il primo vinto con autorità, il secondo combattuto fino all’ultimo punto e vinto dopo aver sprecato tre set point ma anche dovuto annullare un set point dei padroni di casa. Un grande Lucarelli, autore degli ultimi tre punti nel parziale, ha rimesso in linea di galleggiamento la barca. Missione compiuta, ora Bluenergy Daiko Volley Piacenza attende l’avversaria degli ottavi di finale che sarà una tra Craiova e Fenerbahce in programma domani in Turchia con i romeni che hanno vinto l’andata per 3-1. A giochi fatti nel terzo set spazio per tutti i biancorossi, set che sembrava già in tasca (16-20) ma alla fine vinto dai padroni di casa. Braccio di ferro nel quarto parziale ma sul 21 pari allungo deciso di Piacenza.

SESTETTO - In avvio di gara coach Bernardi manda in campo Brizard e Romanò in diagonale, Alonso e Caneschi al centro, Lucarelli e Leal alla banda, Scanferla è il libero. VK Lvi Praga, dall’altra parte della rete, risponde con Javouch e Kollator in diagonale, Mc Carthy e Todua al centro, Krisko e Smith alla banda mentre Monik è il libero. Due novità rispetto alla gara di andata nei due sestetti: in casa Bluenergy Daiko Volley Piacenza manca Simon e al suo posto c’è Caneschi, in casa Praga parte il mancino Kollator con Schouten in panca.

LA PARTITA – Parte subito forte la formazione biancorossa con Leal e Lucarelli (2-6), Praga piano piano recupera, il muro su Romanò vale per i padroni di casa il meno uno (7-8) ma appena Bluenergy Daiko Volley Piacenza sente il fiato sul collo allunga nuovamente: 9-13. Praga si avvicina ancora (13-14) con un ace, Piacenza allunga ancora, la bomba di Romanò vale il 14-18, i biancorossi controllano senza problemi, chiude Leal.

Manca ora vincere un solo altro set ai biancorossi per avere la certezza di essere promossi agli ottavi di finale. Il secondo parziale è equilibrato, a quota 14 le squadre viaggiano ancora a braccetto è però Praga ad avere il primo allungo deciso del parziale (18-15), grazie ad un paio di errori di Brizard e soci ed un ace subito. Time out di coach Bernardi e al rientro in campo Bluenergy Daiko Volley Piacenza accorcia: 18-17 con l’ace di Lucarelli. È parità a quota 19, si gioca punto a punto, Leal e quindi Lucarelli, biancorosso avanti di una lunghezza (22-23), set point per Piacenza con Leal (22-24), Praga ha la forza di recuperare e assicurarsi anche un set point (25-24), Lucarelli sale in cattedra, prima pareggia a quota 25, poi porta il set point ai suoi (25-26), ed infine consegna la qualificazione agli ottavi di finale con un ace.

Terzo parziale che vede in campo de Weijer al posto di Brizard e quindi Basic per Lucarelli, spazio anche per Hoffer. Dentro Recine per Romanò, set senza particolari sussulti, Piacenza viaggia bene (16-20) ma Praga recupera, trova la parità a quota 20 con un ace di Kollator e il vantaggio con un muro secco su Leal. Il set point è ceco (24-23), chiude con un pallonetto Kollator.

Nel quarto set è Praga a fare la voce grossa, il vantaggio arriva a cinque lunghezze (15-10), Piacenza pareggia i conti a quota 17 con il mani fuori di Leal e trova il vantaggio sull’errore in attacco dei padroni di casa per poi allungare (18-21). Praga impatta con un ace a quota 21, Recine, muro di Cester ed è il primo di 3 match ball, si va negli spogliatoi sull’attacco out di Praga.     

“Una partita in cui dovevamo vincere i primi due set – ha sottolineato coach Bernardilo abbiamo fatto ma nel secondo abbiamo fatica troppo. Ci siamo adattati troppo al loro ritmo di gioco più basso del nostro e siamo andati fuori giro in fatto di concentrazione soprattutto in difesa. Poi nel terzo e quarto set ho fatto giocare tutti, ho avuto risposte di cui farò riposo ed ora vediamo di affrontate al meglio la gara di domenica con Milano che per noi è una vera e propria finale”.
 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti