Korea: Gli Hyundai rimontano dal 2-0 e impattano la serie di finale scudetto

Scritto da Marco Berlanda  | 
Finale: Gara 2 (27 marzo)
Korean Air Jumbos – Hyundai Capital Skywalkers 2-3 (25-17, 25-23, 22-25, 19-25, 12-15) Serie: 1-1
Korean: Gasparini (O) 25, Choi Seok-Gi (C) 11, Jin Sang-Heon (C) 10, Jung Ji-Seok (S) 8, Han Sun-Soo (P) 5, Kim Hak-Min (S) 4, Baek Kwang-Hyun (L); Shin Young-Soo (S) 8, Kwak Seung-Seok (S) 3, Kim Chul-Hong (C) 0, Kim Hyung-Woo (C) 0.
Hyundai: Moon Sung-Min (O) 36, Song Jun-Ho (S) 15, Shin Young-Seok (C) 10, Choi Min-Ho (C) 10, Galic (S) 9, No Jae-Wook (P) 0, Yeo Oh-Hyun (L); Park Joo-Hyung (S) 5, Kim Jae-Hwi (C) 0, Lee Si-Woo (S) 0, Lee Seung-Won (P) 0.

INCHEON – Dopo aver vinto gara 1 in appena 3 set i Korean Air Jumbos di Gasparini si portano sullo 2-0 anche in gara 2 ma dal 3° set subiscono la rimonta degli Hyundai Capital Skywalkers di Galic che finiscono per imporsi al tie-break portando così in parità la finale scudetto e avendo ora a disposizione due partite in casa.

Decisiva per la rimonta è stata la grande prestazione dell’opposto della nazionale Moon Sung-Min, che dopo un 1° set sottotono chiude con 36 punti col 55% in att., 3 ace e 1 muro. Nel complesso entrambe le squadre si fanno sentire a muro (19 per i Korean e 17 per gli Hyundai) e così ai padroni di casa non bastano i 25 punti (col 50% in att.) dell’ex-Verona Mitja Gasparini dato che il nazionale Kim Hak-Min si ferma a un misero 25% in att.

Calendario Finale
Gara 3 (29 mar): Hyundai Capital Skywalkers – Korean Air Jumbos
Gara 4 (1 apr): Hyundai Capital Skywalkers – Korean Air Jumbos
Ev. Gara 5 (3 apr): Korean Air Jumbos – Hyundai Capital Skywalkers

Formula Finale
Si gioca al meglio delle 3 vittorie su 5 gare.

💬 Commenti