Wevza Cup: Chieri supera il Cannes in finale e si qualifica per la Challenge Cup

Ai 32 esimi di finale della coppa europea le piemontesi sfideranno le bosniache del OK Gacko

Finale Wevza Cup
Reale Mutua Fenera Chieri ’76-RC Cannes 3-0 (25-16; 25-21; 25-17)
REALE MUTUA FENERA CHIERI ’76: Bosio 2, Grobelna 15, Mazzaro 4, Butler 5, Cazaute 17, Villani 15; Spirito (L); Nervini 1, Fini (2L). N. e. Morello, Storck, Weitzel, Rozanski, Resmini. All. Bregoli; 2° Piazzese.
RC CANNES: Gray 3, Zatkovic 6, Felix 7, Gates 5, Lazic 6, Snyder 9; Gelin (L). N. e. Andriamaherizo, Gatard, Marquet, Laak. All. Schiavo; 2° Panigalli.
ARBITRI: Kalin (Svizzera) e Wuhnow (Germania).
NOTE: durata set: 21’, 24’, 23’. Errori in battuta: 10-8. Ace: 4-2. Ricezione positiva: 40%-44%. Ricezione perfetta: 21%-35%. Positività in attacco: 53%-31%. Errori in attacco: 6-8. Muri vincenti: 6-8. 
MVP WEVZA CUP: Cazaute.

CHIERI - Il sogno è realtà. Con un perantorio 3-0 all’RC Cannes la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 si aggiudica la finale della WEVZA Cup e conquista la sua prima qualificazione a una coppa europea, entrando nel tabellone della Challenge Cup. Un traguardo storico per il club biancoblù, nato nel 2009, e anche per la pallavolo chierese che mancava da una competizione europea dal 2006.

Il 3-0 inflitto a Cannes poggia su una prestazione di sostanza, efficace, coraggiosa e costante.
Nel primo set Chieri ottiene un prezioso mini break quando sul 5-5 due attacchi di Cazaute la portano sul 7-5. Da lì in avanti le ragazze di Bregoli non si fanno più avvicinare, anzi con l’andare degli scambi incrementano il vantaggio e chiudono 25-16 alla prima palla set su attacco fuori di Zatkovic.
Anche nel secondo set le padrone di casa allungano sul 5-5, questa volta con un ace di Mazzaro e un attacco di Cazaute. Il distacco cresce e su servizio di Mazzaro raggiunge addirittura gli 8 punti (15-7, muro di Butler). Time-out di Schiavo e Cannes si riavvicina a 15-11. Villani ferma la rimonta ospite. Chieri allunga di nuovo portandosi a 24-18 con Cazaute. Le francesi annullano tre palle set. Time-out di Bregoli e al rientro in campo Villani mette a terra il 25-21.
Nel terzo set le biancoblù partono a razzo: 9-2 (pallonetto di Cazaute). Le transalpine riducono il distacco a 10-6 (muro di Snyder), ma subito Chieri ripristina le distanze (14-8, muro di Mazzaro). Da lì in avanti Grobelna e compagne proseguono con un ritmo molto regolare e, ottenuta la prima palla match sul 24-17 con un ace di Cazaute, fanno scendere i titolo di coda nello scambio successivo con l’attacco da posto 4 di Villani. Poi è festa biancoblù.

“Chiaramente siamo molto molto contenti – le parole di coach Bregoli a fine gara - Non era facile. Non è mai facile giocare queste partite e non era facile arrivare fin qui. Bisogna fare i complimenti alle ragazze, alla società che ha fatto un enorme sforzo per organizzare questa manifestazione, tra l’altro in modo egregio. Oltre che contenti siamo anche emozionati per questo risultato che ci porterà a viaggiare in giro per l’Europa”.

 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti