Superlega: Perugia inarrestabile. 3-0 anche al Padova

Russo MVP della partita

Scritto da Redazione Volleyball.it  | 

4ª di ritorno - risultati e classifica
Sir Safety Susa Perugia - Pallavolo Padova 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)
Sir Safety Susa Perugia: Giannelli 4, Semeniuk 9, Mengozzi 5, Herrera Jaime 14, Leon Venero 14, Russo 7, Colaci (L), Cardenas Morales 0. N.E. Piccinelli, Rychlicki, Solé, Resende Gualberto, Ropret, Plotnytskyi. All. Anastasi. 
Pallavolo Padova: Saitta 2, Asparuhov 10, Volpato 3, Petkovic 11, Takahashi 13, Canella 2, Zenger (L), Zoppellari 0, Gardini 0, Guzzo 0, Crosato 1, Desmet 0. N.E. Lelli, Cengia. All. Cuttini. 
ARBITRI: Cavalieri, Zavater. 
NOTE - durata set: 26', 27', 27'; tot: 80'.
MVP: Roberto Russo (Perugia)
SPETTATORI: 2.700

PERUGIA - Quindicesima vittoria consecutiva in Superlega per la Sir Safety Susa Perugia. I Block Devils di Andrea Anastasi superano in tre set la Pallavolo Padova di coach Cuttini tra gli applausi del folto pubblico salito anche stasera a Pian di Massiano e confermano la loro leadership in classifica con sedici lunghezze di vantaggio su Modena, la più immediata inseguitrice.

Il PalaBarton assiste all’ennesima prova di grande livello dei bianconeri che cambiano ancora (stasera in campo Mengozzi ed Herrera) e che trovano ancora i giusti equilibri per portare a casa i tre punti in palio. Lo fanno al cospetto di una formazione, quella patavina, che per due set ha venduto cara la pelle giocando una gara di buona caratura e calando solo nel terzo parziale. Ma Leon hanno compagni hanno messo le marce soprattutto al servizio (7 ace, di cui 4 di Leon, contro 3) ed in attacco (56% contro 47%) facendo lì la differenza in campo.

Leon ed Herrera vanno in doppia cifra in casa Sir Safety Susa chiudendo entrambi a quota 14 (60% in attacco per l’opposto mancino, 62% per il fenomeno polacco-cubano), ma l’Mvp di giornata è Roberto Russo che alza la saracinesca a muro terminando con 3 vincenti e 7 punti a referto. Colaci (64% in ricezione) e Giannelli (4 su 4 in attacco) sono delle garanzie assolute, Semeniuk (9 punti) è uomo a tutto campo, Mengozzi porta il suo mattone alla causa con 5 punti con 2 muri.

Prosegue dunque il momento d’oro di Perugia che ora potrà sfruttare una settimana piena per lavorare al PalaBarton e per proseguire nel suo percorso di crescita. Domenica prossima sfida d’altissima quota a Modena dove saranno di fronte le prime due della classe.

IL MATCH - Herrera in posto due, la coppia Russo-Mengozzi in posto tre. Queste le scelte di Anastasi. Bella partenza degli ospiti spinti da Petkovic (3-5). Altri due per Padova (3-7). Herrera gioca bene con il muro (5-7). Ace di Petkovic (7-11). Fuori Leon (8-13). Si riscatta subito il capitano bianconero con il doppio ace dell’11-13. Petkovic va ancora a bersaglio (14-17). Fuori Canella, Perugia a -1 (16-17). Fuori anche Petkovic, si torna in parità (17-17). Pallonetto millimetrico di Leon, Block Devils avanti (18-17). Giannelli di seconda intenzione (20-18). Canella vince il contrasto a rete e pareggia (20-20). Capolavoro di Semeniuk in contrattacco poi Giannelli in attacco di prima intenzione (23-20). Russo porta Perugia al set point (24-21). Chiude Mengozzi (25-22).

Si riparte con l’equilibrio che regna sovrano. La pipe di Semeniuk segna il 6-5 Perugia. Takahashi capovolge (6-7). Mette anche il muro il giapponese (7-9). Mengozzi poi ace di Semeniuk (9-9). Ace anche di Herrera, Perugia avanti (12-11). Doppietta a muro di Russo (14-12). Ace di Leon a 128 Km/h (15-12). Takahashi riporta sotto i suoi (16-15). Super difesa di Colaci, poi out Petkovic (21-18). Russo invalicabile a muro (22-18). Ace incredibile di Leon, set point Perugia (24-19). Al terzo tentativo chiude Russo (25-21).

Scappa via Perugia nel terzo set. I muri di Mengozzi ed Herrera fissano il punteggio sul 9-4. Ancora Mengozzi a muro, poi out Crosato (12-6). Herrera mantiene le distanze poi ace di Russo (16-9). Asparuhov in contrattacco (16-11). Muro di Crosato (19-15). Saitta di seconda intenzione, Padova torna a -3 (21-18). Mengozzi chiude il primo tempo (23-18). Fuori il servizio di Saitta, match point Perugia (24-19). In rete Asparuhov, si chiude così (25-21).

HANNO DETTO
Jacopo Cuttini (Coach Pallavolo Padova): “Abbiamo fatto ciò che ci eravamo ripromessi di fare, abbiamo avuto grande attenzione per tutta la gara. I ragazzi sono stati bravi, abbiamo approcciato bene la gara, ma è chiaro che contro una squadra così qualcosa concedi. Le prossime gare? Dobbiamo mantenere questo atteggiamento, contro Taranto e Siena ci giochiamo tanto, i punti in quelle gare varranno il doppio”.
Andrea Anastasi (coach Sir Safety Susa Perugia): “Non era una partita semplice, non abbiamo brillato, ma la cosa importante era portare a casa la piena posta in palio. La mia preoccupazione era che i ragazzi non fossero in ottima condizione fisica, invece ho avuto buona risposte quindi sono soddisfatto”.
Stefano Mengozzi (Sir Safety Susa Perugia): “Sono contento che il coach mi abbia dato spazio, sono contento per i tre punti, per la squadra e per il percorso che stiamo facendo. Poi sono ovviamente felice di aver dato il mio contributo. Il primo set loro è stato duro, loro hanno ricevuto molto bene. Poi siamo cresciuti in battuta nel secondo e terzo parziale portando a casa il match”.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.