Superlega: Taranto-Civitanova 0-3. Zaytsev, posto 4, Mvp

1ª giornata (1/10/2022)
Gioiella Prisma Taranto - Cucine Lube Civitanova 0-3 (23-25, 23-25, 21-25)
Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 1, Loeppky 6, Gargiulo 8, Stefani 13, Antonov 14, Alletti 6, Pierri (L), Cottarelli 0, Rizzo (L), Lucconi 1, Andreopoulos 0. N.E. Ekstrand, Larizza. All. Di pinto.
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 4, Zaytsev 10, Anzani 4, Garcia Fernandez 9, Bottolo 8, Chinenyeze 9, Balaso (L), Nikolov 3, D'Amico (L), Diamantini 0. N.E. Viana Santos, Ambrose, Gottardo, Sottile. All. Blengini.
ARBITRI: Boris, Canessa.
NOTE - durata set: 34', 33', 29'; tot: 96'.
Punti Taranto: 43 attacchi, 3 muri, 3 ace, 18 errori avversari
Punti Civitanova: 34 attacchi, 8 muri, 5 ace, 28 errori avversari
MVP: Ivan Zaytsev (Cucine Lube Civitanova)
SPETTATORI: 1.163

HANNO DETTO
Vincenzo Di Pinto (allenatore Taranto): “Abbiamo affrontato il match in condizioni fisiche non perfette, con Falaschi e Stefani non al top, al cospetto di una squadra che ha degli obiettivi diversi! La partita è stata equilibrata e si è decisa su alcuni episodi, in particolar modo nel primo e nel secondo set. Dobbiamo ritornare a giocare con una certa mentalità, quella che ha contraddistinto la seconda parte della stagione scorsa”.
Simone Anzani (centrale Civitanova): “Era importante partire con una vittoria, specie per una formazione come la nostra, che ha cambiato molto rispetto alla precedente stagione. Siamo una squadra tutta nuova, giovane, fatta di ragazzi che secondo me potranno diventare veramente forti lavorando sodo quotidianamente in palestra. Per me è davvero stimolante far parte di questo contesto. Buona la prima, guardiamo già alla prossima”.
Mattia Bottolo (schiacciatore Civitanova): “Non è mai semplice giocare qui a Taranto. Ancor di più non lo è a inizio stagione. Dobbiamo ancora trovare i giusti meccanismi, lo si è visto. In particolare dobbiamo lavorare molto sul cambio palla, sulla fase break, ma da questa partita abbiamo note positive da portare a casa, prima fra tutte le reazioni nel primo e nel secondo set: in entrambi eravamo sotto nel punteggio, e siamo riusciti a ribaltare la situazione”.
Aleksandar Nikolov (schiacciatore Civitanova): “Sono contentissimo, molto felice di essere entrato in campo ed essere riuscito ad aiutare la squadra a imporsi nei primi due parziali. Ringrazio tutti i miei compagni, provo davvero tanta emozione per questo mio esordio nel massimo campionato italiano. Una vittoria importante”.

TARANTO - Al PalaMazzola la Cucine Lube Civitanova batte i padroni di casa della Gioiella Prisma Taranto per 3-0.  Non sono bastati il cuore impavido dei rossoblù e gli acuti di Antonov (che chiude con 14 punti e il 50 % di positività in attacco) e il ritrovato Stefani (13 punti e 57% di positività) per ottenere punti contro la corazzata marchigiana in un PalaMazzola gremito come non lo si vedeva da tempo (quasi 1200 spettatori).
La Gioiella Prisma recupera in extremis capitan Falaschi e vende cara la pelle, nonostante il risultato rotondo.
La Lube, con Marlon Yant ancora non al 100% e Alex Nikolov in gruppo da meno di una settimana (impattanti i suoi ingressi nel primo e nel secondo set), Chicco Blengini ha messo Ivan Zaytsev in posto 4 come nei test della preseason e l'opposto ha risposto presente nelle fasi cruciali.
Tutti i fondamentali hanno premiato i cucinieri, più precisi e incisivi al servizio (5 ace), in attacco (49%), nella correlazione muro difesa (8 block vincenti e tante chiusure) e in ricezione (60% con il 34% di perfette).

SESTETTI - La Gioiella Prisma Taranto schiera la diagonale Falaschi - Stefani, al centro Alletti e Gargiulo, in posto 4 Antonov-Loeppky, libero Rizzo. La Cucine Lube Civitanova è sul parquet con Chinenyeze e Anzani al centro, Garcia e De Cecco in diagonale, Zaytsev e Bottolo in 4.

LA PARTITA - Primo set Inizio in equilibrio per le due squadre, con il primo break firmato da Antonov con un ace. Alletti in primo tempo regala il 6-4. Gargiulo ferma Zaytsev a muro per il 7-5. Bottolo impatta con un buon colpo in diagonale 8-8. Alletti mantiene il vantaggio firmando il 10-9. Stefani, con un buon colpo, si aggiudica l’11-10, poi Loeppky allunga ancora 13-11. Alletti con un ace conquista il 14-11. Mister Blengini è costretto al primo time out.  Al rientro Stefani continua a spingere e con un mani-out si aggiudica il 15-13. Antonov fa anche lui mani-out e Taranto allunga 17-14. Stefani, incontenibile da posto 2, mette a terra il 18-15. Un attacco di Garcia e una doppia a Falaschi fanno avvicinare la Lube: coach Di Pinto provvede a chiamare time out.  Al rientro Nikolov fa ace e Zaytsev sorpassa per il 19-20  e subito dopo Anzani viene murato per il 19-21. Stefani riesce a penetrare la difesa di Balaso e di D’Amico, schierato in difesa per il giro dietro. Zaytsev fa ace per il 21-24, poi spara out il servizio. Antonov guadagna il 23-24 con un lungolinea, ma Loeppky sbaglia il servizio ed il set si chiude sul 23-25.

Nel secondo parziale, il primo break lo firma Zaytsev 5-7 con un mani out. Il vantaggio per i cucinieri persiste finché Antonov non impatta sul 13-13. Garcia schiaccia out e Taranto sorpassa il 15-14, con Loeppky che raddoppia: è 16-14. Dall’altra parte della rete D’Amico subentra ancora a Bottolo per il giro in difesa. Stefani mantiene i due punti di vantaggio con un mani out 17-15, poi Garcia attacca out e Taranto allunga 18-15. Poi ace di Falaschi, il PalaMazzola esplode: è 19-15. La Lube, però, non muore mai e risale velocemente la china. Nikolov fa ace e la Lube arriva al 20-20. Pipe di Loeppky a segno per il 21-20. Bottolo però tiene testa per il 21-21, poi va in battuta e fa ace, è 21-22. Loeppky schiaccia out e regala il 22-24, Stefani agguanta il 23-24. De Cecco con un pallonetto firma il 23-25 e la Gioiella Prisma Taranto si mangia ancora le mani per un set condotto alla pari ma smarrito proprio nelle battute finali.

Si porta subito avanti la Lube 6-10 in avvio di terzo ser. Entra Lucconi per Stefani, ma viene murato: è  9-12 in favore dei marchigiani. Gargiulo tiene vivi i rossoblù e firma il 10-13 e subito dopo l’11-14. Antonov tiene botta, poi Zaytsev attacca out e la Gioiella si riavvicina 14-15, tanto che mister Blengini è costretto al time out. Stefani rientra però viene però murato per il 14-17. A Lube allunga e si porta sul 18-20 trascinata da Zaytsev e Garcia, poi Loeppky non trova le mani del muro e concede il 18-21. Adreopoulos sbaglia il servizio per il 20-24, poi Antonov riesce a passare con un pallonetto 21-24. Ultimo punto: Stefani sbaglia il servizio e concede la vittoria 3-0 21-25. Applausi, comunque tanti applausi, dal PalaMazzola per un esordio comunque positivo, nonostante il finale, per i rossoblu di coach Di Pinto.



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti