VNL: Finale 3° posto, Italia-Polonia 0-3. Azzurri ai piedi del podio

FINALE 3°/4° posto
ITALIA - POLONIA 0-3 (16-25, 23-25, 20-25)
Italia: Anzani 2, Romanò 13, Lavia 13, Galassi 3, Giannelli 1, Michieletto 7, Balaso (L). Sbertoli, Russo, Scanferla. N.e. Recine, Zaytsev, Bottolo, Cortesia. All. De Giorgi
Polonia: Kochanovski 6, Kurek 13, Semeniuk 12, Bieniek 10, Janusz, Sliwka 2, Zatorski (L). Fornal 6, Butryn 1. N.e. Popiwczak, Kaczmarek, Klos, Bednorz, Lomacz. All. Grbic
Arbitri: Cespedes (DOM), Collados (FRA)
Spettatori: 8.410
Durata set: 26’, 34’, 27’
Italia: 1 a, 12 bs, 2 mv, 25 et
Polonia: 10 a, 17 bs, 2 mv, 21 eT.

BOLOGNA
- La Polonia conquista la medaglia di bronzo contro un'Italia che ci ha provato fino in fondo ma ha ancora qualche gap da colmare contro le migliori formazioni del pianeta. La formazione di Grbic ha spinto forte dai nove metri, trovando 10 punti diretti e fermando la ricezione azzurra al 33% di positività. E' questa la chiave di volta più ingombrante del match, perché Giannelli non ha potuto intavolare una strategia d'attacco efficace con i centrali (3 punti in attacchi per i tre azzurri del ruolo), con i nostri laterali costretti spesso agli straordinari contro il muro schierato avversario. E se i blocks definitivi sono stati pochi (2 per parte), quelli polacchi hanno spesso attenuato la potenza degli azzurri tenendo basse le rese di Lavia, Michieletto e Romanò. Di contro il servizio azzurro ha creato poche noie alla ricezione di Zatorski e compagni (un solo punto diretto e il 52% di ricezione positiva per la Polonia), permettendo a Janusz di alternare il gioco ma soprattutto di sfruttare al meglio i suoi centrali. Soprattutto Bieniek è stato decisivo, 6 su 9 in attacco, tanti muri toccati ma soprattutto il turno al servizio nel momento clou del secondo set, l'unico in cui gli azzurri sono arrivati in volata.

SESTETTI  - Novità rispetto alle semifinali. De Giorgi propone Anzani per Russo.
Polonia: Kochanowski, Kurek, Semeniuk, Bieniek, Janusz, Zatorski (L).
Italia: Anzani, Romanò, Lavia, Galassi, Giannelli, Michieletto, Balaso (L)

Primo Set - I due tecnici partono a specchio, entrambi in P5. Il primo break lo firma Galassi in contrattacco sfruttando un beffardo servizio corto di Lavia (3-1). Controbreak polacco con Sliwka con il suo "solito" pallonetto spinto che si insinua nel muro azzurro. Bienek trova un ace, il primo dell'incontro, imitato però da Michieletto e si viaggia sull'equilibrio (7 pari). Che dura poco, visto che il muro polacco contiene due attacchi azzurri e Semienuk vola per due schiacciate vincenti (8-10) costringendo De Giorgi al timeout. Ancora un punto dai nove metri di Kurek e al timeout tecnico il punteggio recita 9-12. L'Italia fatica in ricezione e di conseguenza in attacco sul giro di servizi di Semienuk, De Giorgi spende anche la sua seconda pausa sul 10-15. Dall'altra parte della rete Janusz invece ha spesso la palla sulla testa e giostra a piacimento coinvolgendo anche i suoi centrali. Un miracolo di Kurek in difesa nega un break azzurro, la Polonia dilaga e il set scivola via senza sussulti (tranne un muro di Galassi su Kurek) per il 16-25 finale.
Secondo set - Parte con un altro piglio l'Italia (nel frattempo De Giorgi ha girato la formazione così da non avere le stesse linee di muro e di ricezione del primo set).  Michieletto ferma Kurek a muro, Romanò firma un maniout e Grbic sul 6-2 è già costretto a fermare il gioco. Entra Fornal per Sliwka, i centrali biancorossi sono però una sentenza oltre che in attacco anche a muro (su Lavia) provando a ricucire lo strappo. Michieletto ha l'occasione per provare l'allungo dopo due belle difese di Balaso (10-8), un paio di imprecisioni azzurre e un ace di Kurek permettono l'aggancio della Polonia a quota 11. Fa notizia l'attacco out di Bieniek (14-13), Michieletto trova il pertugio vincente in contrattacco per un mini-allungo italiano (16-14). Un nastro che parla polacco e un super lavoro di Bieniek riportano tutto in parità e si arriva appaiati alla curva del 20, a cui arrivano prima gli azzurri vincendo lo scambio più bello del set con due difese mirabili di Balaso. Lavia risolve in attacco una situazione molto intricata (22-21), Bieniek trova prima il punto del 22-23 direttamente al servizio, poi il mezzo punto che manda i suoi al set point. Il primo lo annulla un positivo Lavia con una carezza in attacco, il secondo è (per i polacchi) quello buono grazie a una seconda linea di Kurek (23-25).
Terzo set - Grbic tiene in campo Fornal, De Giorgi inserisce Russo per Galassi. Le due contendenti percorrono il binario dell'equilibrio, con Kurek terminale polacco e i laterali azzurri che producono punti. Il primo break lo mette a segno la Polonia, o meglio è un errore di Russo in attacco a decretare il 10-12 e il timeout tecnico. Il punto del 12 pari arriva dopo uno scambio da esercizio aerobico con tuffi e difese spettacolari, chiuso da Romanò. Ma la Polonia ha subito punti facili con Fornal (pipe) e Semienuk (ace sporco) per un piccolo allungo (12-14). Il Pressure Test per la ricezione azzurra, sotto forma del servizio di Bieniek, è superato pagando "solo" un ace (13-16), l'Italia prova a rimanere viva con Lavia, Janesz si affida alle sue bande. Il punto al servizio di Kochanowski (16-20) è una mazzata per le speranze azzurre, Semienuk (ancora con un ace) e un errore di Galassi (entrato per Russo) portano la Polonia a molteplici match point. Ce ne vogliono tre, Semienuk in pipe mette la medaglia di bronzo al collo della Polonia (20-25).



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti