A1 F.: Conegliano scappa... Milano e Chieri prime inseguitrici

Torna al successo Novara. Progressi di Busto che però va ancora ko

MODENA - La settima giornata del campionato di A1 femminile regala la prima mini fuga a Conegliano, che dopo i risultati del turno e grazie allo 0-3 in casa di Pinerolo scappa a +5 (con una partita in più) su Milano, che vince un altro tie-break superando Scandicci nel big match. Milano che non è più sola al secondo posto, visto che la vittoria in quattro set di Chieri a Busto Arsizio permette alle collinari di agguantare proprio le lombarde. Ed è importante ricordare: il prossimo turno vedrà Conegliano-Milano e Chieri-Scandicci, giusto per rendere questo inizio di stagione ancora più emozionante. 
Dietro, Novara torna alla vittoria dopo cinque set contro Casalmaggiore e si prende il quarto posto, mentre Firenze e Bergamo prendono un po' di margine sulle inseguitrici grazie ai 0-3 a casa di Vallefoglia e Perugia. Terzo successo in una settimana per Cuneo, che raggiunge a 8 punti le stesse urbinati e Casalmaggiore con il 3-0 a Macerata

Tutti i risultati e la classifica

Prosegue la serie di vittorie della Vero Volley Milano, che agguanta il settimo successo consecutivo grazie al 2-3 ottenuto a Palazzo Wanny di Firenze contro le padrone di casa della Savino Del Bene Scandicci. Per le toscane, l'incontro si è aperto con le premiazioni di Mingardi ("Most MVP's della scorsa stagione con 8), Shcherban ("Best Receiver") e Antropova, a cui è andato il premio Arnaldo Eynard come "Migliore Under 20" votata dai club. Alla vigilia doveva essere il big match della settima giornata e così è stato, perché il livello di intensità di gioco e difese messo in campo dalle due squadre si è confermato di altissimo profilo. Scandicci ha potuto contare sulla determinazione dei suoi principali terminali offensivi, con Mingardi (19) e Zhu (17) sugli scudi per accelerare con convinzione nel primo set, Milano ha saputo rispondere con Thompson (21), Stysiak (11) e Sylla (14) nel secondo. Dal terzo in poi, sull'1-1, il match ha elevato ulteriormente i giri: le padrone di casa hanno iniziato a spingere con il servizio e si sono portate sul 2-1, Gaspari ha risposto inserendo Davyskiba, che si è rivelata l'arma in più (4 ace e costante pericolosità a servizio) per portare la contesa al tie-break. Il quinto set è stato gestito fin dalle prime battute e chiuso con carattere grazie agli attacchi vincenti dell'MVP Thompson
Le dichiarazioni di Barbolini: “Abbiamo giocato per due ore alla pari ed abbiamo avuto il primo match point a favore, anche se non lo abbiamo sfruttato. Noi abbiamo dei limiti nel mettere la palla a terra, abbiamo fatto fatica in attacco, ma anche loro hanno avuto un momento di difficoltà. Dopo aver perso una partita è difficile avere un parere positivo, perchè purtroppo il tie-break è andato a loro favore. Giocavamo con una squadra che è al completo, che è molto in palla, mentre noi stiamo cercando ancora determinate situazioni. Le ragazze sono state brave ad adattarsi a tante cose in corsa, ma è ovvio che c'è del rammarico perchè abbiamo avuto la palla per vincere. Detto questo abbiamo giocato alla pari con loro, ora dovremo crescere e dovremo farlo velocemente perchè domenica ci aspetta una partita forse ancora più difficile. Affronteremo Chieri che, insieme a Conegliano, è la squadra che sta giocando meglio in campionato”. Il commento di un'esausta Sylla“Sono felice perché è una vittoria importante contro una squadra ben organizzata e molto aggressiva che non ci voleva lasciare nulla. Ci hanno attaccato tanto in battuta e noi siamo state davvero brave a stare lì, con lucidità e carattere, soprattutto nel quarto set, dove eravamo anche dietro in alcune fasi. Cosa ha funzionato? A tratti è andato bene tutto: l'attacco, la ricezione, la copertura. Nei momenti importanti abbiamo dimostrato di saper fare grandi cose e siamo davvero soddisfatte per questo risultato".

Prosegue il momento nero dell'e-work Busto Arsizio così come non si ferma la straordinaria scalata della Reale Mutua Fenera Chieri '76. Segnali timidi di miglioramento però per le padrone di casa, che hanno dimostrato progressi tenendo viva la partita fino all'ultimo. Dopo un perentorio 14-25 nel game d'apertura, la UYBA ha trovato le misure, giocando spesso alla pari con le forti avversarie, perdendo a 23 il secondo set e vincendo con merito il terzo. Nel game conclusivo Chieri ha riportato l'inerzia dalla sua parte e ha chiuso l'incontro anche grazie agli innesti dalla panchina. Sugli scudi per le piemontesi Villani (MVP con 18 punti), Cazaute (16 con 3 ace) e Grobelna (8); nella UYBA solita generosa prova di Rosamaria (22 con 4 muri), ben coadiuvata in fase offensiva da Degradi (16), molto bene anche in fase difensiva.

Un gran primo set della CBF Balducci HR Macerata ha spaventato e non poco la Cuneo Granda S.Bernardo, che però sul 17-21 approfitta di un calo delle avversarie per piazzare l'affondo decisivo che indirizza la partita verso il terzo successo in una settimana delle ragazze di coach Zanini. Una gara che è proseguita con un secondo set dominato dalle gatte e da un terzo in bilico per larghi tratti, fino alle decisive fiammate di Szakmary, autrice di una prestazione superlativa che le è valsa il premio di MVP: per lei 19 punti con il 55% in attacco e due muri. Cuneo ha potuto fare affidamento sulla solita Kuznetsova (16) e su Hall (10 punti con 4 muri), mentre per le arancionere si salvano Malik (14 punti) e Molinaro (9 punti con 5 muri).

Secondo successo consecutivo per la Volley Bergamo 1991 e secondo MVP in tre giorni per Lorrayna Da Silva, che insieme alle compagne permette alle orobiche di superare 0-3 al PalaBarton la Bartoccini-Fortinfissi Perugia. Una sfida decisa soprattutto dai nove metri, con la squadra ospite che ha realizzato ben 7 ace, con l'exploit dell'opposta brasiliana che da sola ha messo a terra 4 servizi vincenti. L'unica opportunità lasciata alle padrone di casa è stata sul 22-22 del secondo set, quanto un time-out chiamato dal coach Micoli ha risolto la situazione in favore delle bergamasche, uscite vincenti 22-25 e poi in piena gestione nell'ultimo parziale (chiuso 13-25). Non ha girato l'attacco delle perugine, con un'efficienza all 9% e nessuna giocatrice in doppia cifra, mentre Bergamo oltre ai 17 punti di Lorrayna ha potuto contare anche sui 12 con 5 muri di Butigan e sui 10 (3 muri) di Stufi.

L'Igor Gorgonzola Novara torna alla vittoria dopo una partita soffertissima contro la TrasportiPesanti Casalmaggiore. Al PalaRadi, prestazione importante da parte delle padrone di casa, che approfittando del momento delle zanzare e delle assenze di Danesi e Adams, impensieriscono e non poco le avversarie, perdendo il primo set ai vantaggi (24-26) e vincendo le successive due frazioni. Dal quarto parziale però, le energie delle ragazze di coach Pistolacalano, e Novara ne approfitta, sbagliando poco e pungendo in battuta: il quarto set finisce 13-25, il tie-break che regala il successo alle ragazze di coach Lavarini 8-15. MVP dell'incontro Karakurt, che torna a martellare realizzando 24 punti con 7 muri, top scorer delle sue davanti a Carcaces (16) e Bosetti (15). Pe le rosa ancora una grande prestazione di Frantti (21), coadiuvata da Malual (16). La dichiarazione di Lavarini: Credo che sia una vittoria importante: per come è maturata, certo, ma anche per le difficoltà con cui dobbiamo fare i conti in questo periodo e per come si era messa, dato che eravamo in svantaggio e che Casalmaggiore è una formazione molto competitiva e in grado di mettere in difficoltà tutti. C’è un pizzico di rammarico giusto per il finale di terzo set, poi di buono c’è senz’altro sia la voglia di vincere e fare bene messa in campo dalla squadra, sia la reazione e la prestazione degli ultimi due parziali”.

Una Prosecco Doc Imoco Conegliano con una formazione rivoluzionata è bastata per espugnare il Pala Bus Company e infliggere un netto 0-3 alla Wash4Green Pinerolo. Turnover ampio per coach Santarelli, che per la prima volta in stagione tiene fuori Wolosz e Haak, oltre a Gennari e Squarcini, per inserire in sestetto la diagonale Carraro-Plummer con Gray e Robinson in banda e Lubian-De Kruijf al centro. Formazione tipo invece per Pinerolo, che ha trovato sulla sua strada una super Monica De Gennaro, MVP dell'incontro grazie ad una straordinaria ricezione (85% di positive, 71% di perfette) e ad alcuni eccellenti difese che hanno agevolato il compito della regista veneta, che ha distribuito bene il gioco tra le varie attaccanti (16 punti per Plummer, 13 per Lubian, 11 Gray e 10 Robinson). Per le padrone di casa, bene Ungureanu, con 16 punti di cui 4 muri, e la solita Carletti (12).

Non ha trovato il riscatto che cercava la Megabox Ond. Savio Vallefoglia che al PalaCarneroli ha ceduto in tre set a Il Bisonte Firenze. Prive del carisma di capitan Kosheleva, le tigri sono state sovrastate a muro dalle bisontine, che ancora una volta si sono dimostrate abilissime in questo fondamentale: 13 blocks di squadra contro i 3 delle padrone di casa, 4 da Nwakalor e 2 a testa per le centrali e Herbots. L'incontro si è deciso soprattutto nel secondo set, finito 25-27 e determinato dalla maggior efficienza offensiva delle ragazze di coach Bellano (30% contro 16%). Autrice di 3 punti e MVP dell'incontro Carlotta Cambi, preziosa in regia e nella distribuzione del gioco, mentre la top scorer è stata Nwakalor con 15 punti. 



Newsletter Volleyball.it - Iscriviti / Subscribe

* indicates required

Volleyball.it will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing. Please let us know all the ways you would like to hear from us:

You can change your mind at any time by clicking the unsubscribe link in the footer of any email you receive from us, or by contacting us at [email protected] We will treat your information with respect. For more information about our privacy practices please visit our website. By clicking below, you agree that we may process your information in accordance with these terms.

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.


💬 Commenti