Giappone: Omrcen detronizzato. Scudetto ai Toray Arrows di Gjorgiev

Scritto da Marco Berlanda  | 
Finale: Ritorno (19 marzo)
Toray Arrows – Toyoda Gosei Trefuerza 3-1 (25-20, 23-25, 25-16, 25-23) (andata: 3-0)
Toray: Gjorgiev (O) 32, Lee (C) 17, Tomimatsu (C) 14, Yoneyama (S) 9, Suzuki (S) 3, Fujii (P) 3, Ide (L); Umeno (P) 0, Hoshino (S) 0. NE: Sano (S), Setoguchi (S), Fushimi (C), Kuroki (C), Watanabe (L).
Toyoda: Omrcen (O) 38, Takamatsu (S) 10, Yamada (S) 8, Kon (C) 4, Denda (C) 4, Uchiyama (P) 0, Koga (L); Maeda (P) 0, Okamoto (S) 0, Kawaguchi (L). NE: Tsubakiyama (S), Kurosawa (S), Yamachika (C), Hosonaka (C).

TOKYO – Dopo aver vinto la Coppa dell’Imperatore a fine dicembre i Toray Arrows di Mishima si laureano anche campioni di Giappone vincendo la gara di ritorno della finale scudetto contro i Toyoda Gosei di Nagoya che dunque non riescono a sovvertire il risultato dell’andata nonostante i 38 punti (col 54% in att., 3 muri e 2 ace) del solito Igor Omrcen.

Oltre all’ennesima buona prestazione dell’opposto macedone Nikola Gjorgiev (32 punti col 51%) a fare la differenza in favore dei Toray sono stati i 12 muri di squadra (6 del centrale Hiroshi Lee) e una migliore ricezione che ha permesso al regista Fujii di sfruttare al meglio il gioco dei centrali (in evidenza Tomimatsu col 92% in att.).

I Toray, che conquistano il terzo scudetto della propria storia (gli altri due nel 2005 e nel 2009), si qualificano così ai Capionati Asiatici per club (in programma in Vietnam dal 25 giugno al 5 luglio) che metteranno in palio un pass per il Mondiale per club del prossimo anno.

Formula
Finale con gara di andata e ritorno ed eventuale golden set ai 25 punti in caso di una vittoria per parte (indipendentemente dal punteggio).