1992: Barcellona (26/7 – 9/08) – Vincitore Brasile

Olimpiadi dal 26 Luglio al 9 agosto 1992. Si gioca nei palasport Palau Sant Jordi, Barcelona, Pabellón de la Vall d’Hebron e Palacio de los Deportes di Barcelona.
La formula prevede due pool da 6 squadre con sfide a girone all’italiana di sola andata. Le prime 4 ai quarti di finale per il 1°/8 posto, quinte e seste delle due pool alle finali per il 9°/10° e 11°/12° posto. Le vincenti ai quarti alle semifinali, le perdenti alle semifinali per il 5°/8° posto. Il torneo si chiude con le finali per ciascuna posizione nel torneo.

QUALIFICATE – Al torneo le 12 squadre. Stati Uniti campioni olimpici in carica, Spagna paese organizzatore, Italia campione del mondo 1990, Korea 5° alla Coppa del mondo (le prime 4 già  qualificate), Algeria campione d’Africa , Giappone Campione asiatico, CSI campione europeo 1991, Brasile campione sudamericano, Olanda e Francia dal torneo di qualificazione europeo, Canada e Cuba dal torneo di qualificazione americano.

Gli Stati Uniti, reduci dagli ori 1984 e 1988 non godevano dei favori del pronostico da quando il loro miglior giocatore, Karch Kiraly, aveva lasciato la pallavolo per il beach volley. Le squadre favorite erano il “Dream Team” di Julio Velasco, l’Italia e il Brasile di Zé Roberto. L’Italia era reduce dal successo al Mondiali 1990, agli Europei 1989 ed era stata campionessa della World League nel 1990 e 1991.

Il torneo su apre con un pasticcio arbitrale nella partita d’apertura tra Stati Uniti e Giappone. Con gli asiatici avanti 2-1, 14-13 la coppia arbitrale formata dall’azero Ramis Samedov e dal brasiliano Francisco de Souza da un cartellino giallo allo statunitense Bob Samuelson, già precedentemente ammonito. Ma seppur sia il secondo giallo non fa scattare l’espulsione e conseguente punto ai giapponesi che avrebbero così chiuso il set 15-13 e il match 3-1. La gara invece prosegue con gli USA che rimontano e vincono il 4° set 16-14 e poi anche il quinto parziale 15-13. In seguito alle proteste del Giappone il giorno dopo la partita fu rideterminata e omologata con il risultato di 3-1 per gli asiatici (15-13 nel quarto set). Una decisione che scatenò la successiva protesta dei giocatori statunitensi che in solidarietà con Samuelson, giocatore calvo, scesero in campo nelle gare successive tutti con la testa rasata.
Gara choc quella dei quarti di finale dell’Italia. Si gioca alle 10.30, è una formalità: invece l’Olanda supera gli azzurri con l’ultimo storico 17-16 nel quinto set. Dopo i Giochi di Barcellona nella pallavolo sarebbero stati necessari due punti di vantaggio per vincere un set…
Il Brasile ha vinto facilmente la finale in tre set, 15-12, 15-8, 15-5 contro una Olandache era la squadra dalla media altezza più elevata, oltre i 2 metri. Gli olandesi erano allenati da Arie Selinger, un sopravvissuto ai campi di concentramento di origine polacca, emigrato in Israele e in seguito diventato cittadino statunitense. Selinger ha allenato la squadra femminile degli Stati Uniti tra il 1975 e il 1984, conquistando la medaglia d’argento a Los Angeles. Ha poi iniziato ad allenare la squadra maschile olandese enlla quale nel ruolo di palleggiatore giocava anche il figlio, Avital Selinger.
Il settimo posto del CSI è stato il peggior piazzamento di una squadra sovietica nella storia dei Campionati Olimpici o Mondiali.

GRUPPO A
26 Luglio 
Giappone – Stati Uniti 3-1 (8-15, 15-11, 15-10, 15-13)
Italia – Francia 3-1 (9-15, 15-5, 15-8, 15-2)
Spagna – Canada 3-2 (13-15, 15-7, 9-15, 15-12, 15-13)
28 Luglio
Stati Uniti – Canada 3-2 (15-12, 15-12, 10-15, 11-15, 16-14)
Francia – Giappone 3-2 (15-8, 9-15, 15-11,  10-15, 15-9)
Italia – Spagna 3-0 (16-14, 15-6, 15-7)
30 Luglio 
Italia – Giappone 3-0 (15-13, 15-7, 17-15)
Canada – Francia 3-0 (15-7, 15-8, 15-6)
Stati Uniti – Spagna 3-2 (15-6, 14-16, 12-15, 15-10, 15-11)
1 Agosto 
Spagna – Giappone 3-2 (15-8, 5-15, 15-17, 15-7, 15-13)
Italia – Canada 3-1 (15-11, 8-15, 15-12, 15-7)
Stati Uniti – Francia 3-0 (15-5, 15-12, 15-8)
3 Agosto 
Giappone – Canada 3-2 (11-15, 15-17, 15-11, 15-13, 15-10)
Spagna – Francia 3-2 (10-15, 11-15, 15-9, 15-9, 15-12)
Stati Uniti – Italia 3-1 (9-15, 16-14, 15-11, 15-13)

Classifica Pool A: Italia 9 punti (4v/1p, set 13/5); Stati Uniti 8 (3/2, 11/9); Giappone 8 (3/2, 11/10); Spagna 8 (3/2, 11/12); Canada 6 (1/4, 10/12); Francia 6 (1/4, 6/14).

GRUPPO B
26 Luglio 
Cuba – Olanda 3-1 (15-12, 17-15, 6-15, 15-10)
CSI – Algeria 3-0 (15-8, 15-7, 15-4)
Brasile – Korea 3-0 (15-13, 16-14, 15-7)
28 Luglio
Cuba – Algeria 3-0 (15-4, 15-5, 15-3)
Brasile – CSI 3-1 (15-6, 15-7, 9-15, 16-14)
Olanda – Korea 3-0 (15-5, 15-5, 15-7)
30 Luglio
Korea – Algeria 3-0 (15-8, 15-11, 15-12)
Brasile – Olanda 3-0 (15-11, 15-9, 15-4)
Cuba – CSI  3-1 (8-15, 15-10, 15-12, 15-5)
1 Agosto
CSI – Korea 3-0 (15-9 15-6, 15-11)
Olanda – Algeria 3-0 (15-2, 15-5, 15-4)
Brasile – Cuba 3-1 (15-6, 15-8, 12-15, 15-6)
3 Agosto 
CSI – Olanda 3-1 (8-15, 15-9, 17-16, 15-12)
Cuba – Korea 3-0 (15-5, 15-7, 15-8)
Brasile – Algeria 3-0 (15-8, 15-13, 15-9)
CSI: Comunità Stati Indipendenti (ex Urss)

Classifica Pool B: Brasile 10 punti (5v/0p, set 15/2); Cuba 9 (4/1, 13/5); CSI 8 (3/2, 11/7); Olanda 7 (2/3, 8/9); Korea 6 (1/4, 3/13); Algeria 0 (0/5, 0/15)

QUARTI DI FINALE
5 Agosto
Ore 10.30 Olanda – Italia 3-2 (15-9, 12-15, 8-15, 15-2, 17-16)
Ore 13.00 Stati Uniti – CSI 3-1 (12-15, 15.10, 15-4, 15-11)
Ore 19.00 Cuba – Spagna 3-0 (16-14, 15-9, 15-6)
Ore 21.20 Brasile – Giappone 3-0 (15-12, 15-5, 15-12)

SEMIFINALI  5°-8° POSTO
6 Agosto
Italia – Spagna 3-0 (15-4, 15-12, 15-4)
Giappone – CSI 3-2 (15-8, 9-15, 15-13, 12-15, 17-16)

SEMIFINALI 1°-4° POSTO
7 Agosto
Olanda- Cuba 3-0 (15-11, 15-13, 15-9)
Brasile – Stati Uniti 3-1 (12-15, 15-8, 15-9, 15-12)

FINALI 1° – 12° POSTO
5 Agosto
11°/12° posto Francia – Algeria 3-0 (15-4, 15-9, 15-9)
9°/10° posto Korea – Canada 3-1 (15-10, 12-15, 15-10, 15-10)
7°/8° posto CSI – Spagna 3-2 (16-14, 12-15, 15-8, 5-15, 15-12)
5°/6° posto Italia – Giappone 3-0 (15-2, 15-7, 15-13)
3°/4° posto Stati Uniti – Cuba 3-1 (12-15, 15-13, 15-7, 15-11)
1°/2° posto Brasile – Olanda 3-0 (15-12, 15-8, 15-5)

CLASSIFICA FINALE
1° Brasile (8v/0p, set 24/3)
2° Olanda (4/4, 14/14)
3° Stati Uniti (5/3, 18-14)
4° Cuba (5/3, 17/11)
5° Italia (6/2, 21/8)
6° Giappone (4/4, 14/19)
7° CSI (4/4, 17/15)
8° Spagna (3/5, 13/21)
9° Korea (2/4, 6/13)
10° Canada (1/5, 11/15)
11° Francia (2/4, 9/14)
12° Algeria (0/6, 0/18)

ROSTER BRASILE:  Marcelo Negrão, Jorge Edson, Giovane, Paulão, Maurício, Janelson, Douglas, Carlão, Talmo, Pampa, Tande, Amauri. Coach: Zé Roberto
OLANDA:  Martin Teffer, Henk Jan Held, Ron Boudrie, Marko Klok, Ron Zwerver, Avital Selinger, Edwin Benne, Olof van der Meulen, Peter Blangé, Jan Posthuma, Martin van der Horst, Ronald Zoodsma. Coach Arie Selinger.
STATI UNITI: Carlos Briceno, Dan Greenbaum, Nick Becker, Bob Ctvrtlik, Bryan Ivie, Steve Timmons, Brent Hilliard, Scott Fortune, Bob Samuelson, Jeff Stork, Eric Sato, Doug Partie. Coach Frederick Sturm
CUBA: Freddy Brooks, Joël Despaigne, Idalberto Valdés, Lázaro Beltrán, Félix Millán, Rodolfo Sánchez, Raúl Diago, Abel Sarmientos, Osvaldo Hernández, Lázaro Marín, Nicolás Vives, Ihosvany Hernández. Coach: Orlando Samuels
ITALIA: Andrea Gardini, Paolo Tofoli, Roberto Masciarelli, Claudio Galli, Marco Bracci, Lorenzo Bernardi, Luca Cantagalli, Andrea Zorzi, Andrea Lucchetta, Andrea Giani, Fabio Vullo, Michele Pasinato. Coach: Julio Velasco
GIAPPONE: Takashi Narita, Katsumi Kawano, Yuichi Nakagaichi, Akihiko Matsuda, Masafumi Oura, Tatsuya Ueta, Masaji Ogino, Katsuyuki Minami, Shigeru Aoyama, Junichi Kuriuzawa, Hideyuki Otake, Masayuki Izumikawa. Coach: Seiji Oko.
CSI: Oleg Shatunov, Andrey Kuznetsov, Aleksandr Shadchin, Ruslan Olikhver, Igor Runov, Yevgeny Krasilnikov, Yury Korovyansky, Dmitry Fomin, Konstantin Ushakov, Yury Cherednik, Sergey Gorbunov, Pavel Shishkin. Coach: Vyacheslav Platonov
SPAGNA: Juan Carlos Robles, Venancio Costa, Francisco Sánchez, Jesús Garrido, Jesús Sánchez, Miguel Ángel Maroto, Ángel Alonso, Benjamín Vicedo, Héctor López, Francisco Hervás, Rafael Pascual, Ernesto Rodríguez. Coach: Idolo Herrera.
KOREA: Ha Jong-Hwa, Ma Nak-Gil, Kim Wan-Sik, Kim Se-Jin, No Jin-Su, Sin Yeong-Cheol, Oh Uk-Hwan, Im Do-Heon, Park Jong-Chan, Kim Byeong-Seon, Gang Seong-Hyeong, Jin Chang-Uk. Coach: Lee In
CANADA: Bradley Willock, William Knight, Kent Greves, Allan Coulter, Gregory Williscroft, Marc Albert, Gino Brousseau, Kevin Boyles, Randal Gingera, Christopher Frehlick, Terry Gagnon, Russell Paddock. Coach: Brian Watson
FRANCIA: Luc Marquet, Olivier Lecat, David Romann, Éric Wolfer, Éric Bouvier, Christophe Meneau, Arnaud Josserand, Laurent Tillie, Olivier Rossard, Laurent Chambertin, Rivomanantsoa Andriamaonju, Philippe-Marie Salvan. Coach: Gérard Castan
ALGERIA: Ali Dif, Lies Tizioualou, El-Tayeb El-Hadj Ben Khelfallah, Mourad Sennoun, Foudil Taalba, Mourad Malaoui, Krimo Bernaoui, Adel Sennoun, Faycal Gharzouli, Faycal Tellouche, Adbullah Kherif. Coach: Abderahmane Slimane.