Pallavolo: Numeri e curiosità

446

MODENA – Conegliano ha vinto la Coppa Italia di A1 con la 55° vittoria consecutiva. Tappa importante per il corso della stagione in vista del rush finale con Champions League e corsa scudetto che potrai seguire su questo sito. Se sei arrivato fin qui sei sicuramente un/una tifoso/a della pallavolo, ma sei sicuro/a di conoscere tutte le curiosità?

Curiosità sulla pallavolo
Ad esempio l’altezza della rete cambia a secondo del genere: 2,43 per gli uomini e 2,24 per le donne. In più la pallavolo è uno degli sport più famosi al mondo, seconda solamente al calcio. Inoltre, è considerato uno degli sport più formativi e completi per lo sviluppo fisico.
Nella pallavolo si è disputata anche la partita più lunga della storia, con una gara durata 4 ore e 36 minuti nel 1976 alla finale delle Olimpiadi, tra Polonia e Unione Sovietica.
La pallavolo nasce alla fine dell’800 negli Stati Uniti a Springfield, come sport da giocare prettamente all’aperto. In Italia arrivò più tardi nel 1918. La prima città italiana in cui si iniziò a giocare fu Ravenna.
All’inizio nacque come uno sport maschile e solo più tardi, negli anni ’80, il movimento femminile sorpassò quella maschile diventando una delle discipline più forti al mondo.
Ad oggi la pallavolo femminile ha grande risalto e le donne che vedremo fra poco, hanno fatto la storia di questo sport, aggiudicandosi l’appellativo di ambasciatrici del volley.

Le giocatrici più rappresentative della pallavolo
La prima a cui diamo risalto è Manuela Benelli, palleggiatrice azzurra che alla guida dell Teodora Ravenna fu protagonista di 11 tricolori consecutivi. Maurizia Cacciatori personaggio anche pubblico a livello televisivo, che iniziò la sua carriera nella serie A1 a soli 16 anni.
C’è poi Manuela Leggeri, forse la più in vista tra queste, perché fu capitana del team italiano e medaglia d’oro ai mondiali dell’anno 2002 che si sono svolti in Germania, squadra guidata allora da Leo Lo Bianco, più di 500 presenze in azzurro, inserita nella Hall of Fame della Federvolley.
Seguono ancora Simona Rinieri e Francesca Piccinini. Se siete curiosi sulla storia completa del volley potreste dare un’occhiata al sito ufficiale della Federvolley. Attualmente, nel mondo della pallavolo femminile, una delle donne più in vista è certamente Paola Egonu, campionessa di ineguagliabile talento, capace di guidare luna nazionale giovanissima all’argento mondiale alle spalle della Serbia.

Buone notizie invece, nel mondo della pallavolo sia maschile che femminile: la VolleyBall Nationals League 2021 non sarà cancellata, ma si disputerà con il metodo della bolla. Tale metodo indica che tutte le partite seguiranno la formula del girone all’italiana, prevede lo stesso numero di partite per entrambi i generi e saranno disputate le finali in un’unica sede, proteggendo così tutti i partecipanti, giocatori e non, mantenendoli sotto costante controllo medico.
Anche il mondo della pallavolo quindi non si ferma. Se siete interessati a giocare in qualità di scommettitori, ricordandovi però che il gioco è vietato ai minori, potete provare ad usare codici promozionali e/o di benvenuto ricevendo maggiori info sul sito.

Sostieni Volleyball.it