Superlega: Perugia 10 e lode: 3-0 a Monza. Lanza 13 punti ed ancora MVP

3. DI RITORNO
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – VERO VOLLEY MONZA 3-0
(25-18, 25-17, 25-21)

PERUGIA – Continua la marcia della Sir Safety Conad Perugia, che centra la decima vittoria consecutiva in Superlega, la 13ma contando anche i successi europei. Due mesi perfetti per la formazione di Heynen, che sta progressivamente trovando la quadra, con una correlazione muro-difesa sempre più solida. Nei Block Devils l’MVP è ancora una volta Filippo Lanza; tre ace per Atanasijevic, che tocca così lo straordinario traguardo di 401 servizi vincenti in Superlega. Dopo il poco edificante epilogo dei Quarti Playoff 2019, è amaro il ritorno al PalaBarton di Santiago Orduna, ripetutamente bersagliato dai fischi della curva perugina. Prestazione altalenante per Bartosz Kurek, unico comunque ad andare in doppia cifra tra i suoi, e terza sconfitta di fila per la formazione brianzola, che dovrà ripartire dalla sfida interna contro Latina per riprendere la corsa verso i playoff.

PIU’ E I MENO – Perugia supera Monza in tutti i fondamentali: attacco (51% a 42%), muro (8 a 4) e servizio (7 a 2 gli ace). Top-scorer Leon (14 punti, 55%), tre muri per Podrascanin ed altrettanti per Russo (78%), solo 26% in attacco per Atanasijevic. Tra i brianzoli due muri per l’ex Beretta (1 su 5 in attacco), male Louati (4 volte a referto), buono l’impatto sulla partita di Buchegger (62%).

LA CHIAVE –La nota più positiva di questo inizio 2020 per la Sir è sicuramente la grande forma di Filippo Lanza, che dopo l’ottima prestazione di Verona, si prende di nuovo la palma di MVP, mettendo a segno 13 punti, con 2 ace e 61% in attacco (il migliore tra i perugini). Percentuali buone anche in ricezione per l’ex capitano di Trento (44% di positività), la cui crescita può essere un fattore indispensabile per i Block Devils in vista della seconda parte di stagione.

SESTETTI – Heynen si affida a De Cecco-Atanasijevic diagonale di posto due, Russo e Podrascanin centrali, Leon e Lanza in banda e Colaci a guidare la seconda linea. Soli risponde con Orduna in regia e Kurek opposto, Beretta-Yosifov al centro, Dzavoronok e Louati a schiacciare e ricevere e Goi libero.

LA PARTITA – In apertura Monza chiude i varchi a muro (3-4), Lanza rilancia la Sir con tre affondi consecutivi (10-6) ma è ancora un muro di Yosifov ad accorciare (14-13). Perugia attacca meglio (55% a 33%), con Leon (71%) e Russo (80%) che ne mettono 6 a testa; Kurek (cinque volte a referto) tiene a galla i suoi, fino al turno al servizio di Atanasijevic (due ace), che scava il solco (22-15); entrano Sedlacek e Galassi, l’errore di Kurek vale il cambio campo.

L’inerzia non cambia nel secondo parziale (6-3), Lanza con 4 punti ed il 60% è il più incisivo, ma è soprattutto il muro (quattro i vincenti) a fare le fortune di Perugia (9-5); Monza si riavvicina con Dzavoronok (10-8), perdendo poi progressivamente contatto. Gli ace di Leon (14-8) e Atanasijevic (17-11) danno la spallata decisiva; Perugia controlla senza patemi (22-14) ed il raddoppio arriva con l’errore di Louati.

Alla ripresa Soli dà spazio a Buchegger per Kurek, gli ospiti si costruiscono in avvio un break di vantaggio (3-5), mantenendolo grazie ad un buon cambio palla fino al muro di Podrascanin (10-10); il serbo si ripete poco dopo, firmando il nuovo allungo perugino (14-11). Beretta impatta a muro (17-17), Leon riapre lo strappo (22-19), è Podrascanin a far scorrere i titoli di coda.

Sostieni Volleyball.it