Perugia: Atanasijevic e Podrascanin, il motore serbo della Sir

282
Atanasijevic, 34 punti contro la Lube

PERUGIA“Mi diverto tantissimo a giocare al PalaEvangelisti, specialmente quando le cose vanno bene. Qui a Perugia sono a casa e devo dire grazie ai nostri tifosi”.

Parole e musica dell’Mvp di ieri sera Aleksandar Atanasijevic che con i suoi 34 punti ha contribuito non poco alla vittoria al tie break dei Block Devils contro Civitanova nella prima giornata della Pool A di Champions League.

E non è stato l’unico a divertirsi, il buon “Magnum”. Una grande serata ieri a Pian di Massiano, spettacolo ai massimi livelli in campo e sugli spalti, adrenalina a mille ed una Perugia capace di risorgere sotto 0-2 che ha infiammato e fatto spellare le mani al pubblico presente.

Atanasijevic l’ha vista così: “I  miei 34 punti? Ho detto tante volte che non vince mai il singolo. Una volta capita a me di giocare bene, altre volte ai miei compagni, ma si vince e si perde sempre come squadra. Abbiamo dimostrato carattere rientrando da due set di svantaggio ed è arrivata una vittoria che conta molto perché ci permette di lavorare con maggiore tranquillità e perché, in un girone difficile come il nostro, ci ha portato due punti che potranno essere preziosissimi alla fine. Sappiamo bene che la strada è ancora molto lunga, ma intanto siamo felici per i nostri tifosi ed ora pensiamo a Latina (prossimo avversario domenica in Superlega, ndr) che gioca benissimo in casa”.

Se il serbo con il numero 14 ha fatto sfracelli in attacco ed il servizio, l’altro serbo di Perugia, quello col numero 18, è stato monumentale con i suoi primi tempi ed i suoi tre muri punto.

Il personaggio in questione è ovviamente Marko Podrascanin“Una serata di grande spettacolo quella di ieri. Credo che Perugia abbia dimostrato grande carattere, non mollando mai sotto 0-2 e portando a casa una bella vittoria che ci conferma e rende consapevoli che possiamo giocare e vincere contro di loro. Nel terzo set siamo entrati aggressivi in battuta e poi abbiamo giocato penso un’ottima pallavolo. Ci godiamo qualche ora questa vittoria perché abbiamo superato un avversario contro cui è davvero difficile giocare e che si è rinforzato rispetto allo scorso anno. Un grande grazie anche al nostro pubblico che ci ha incitato sempre quando eravamo sotto. La sfida al centro con Stankovic? Siamo grandi amici, abbiamo giocato insieme tanti anni ed affrontarlo mi dà grandi emozioni e mi spinge a dare sempre qualcosa in più”.