Del Monte Coppa Italia: Perugia col vento in… Coppa: 15 ace e 3-0 a Padova. Atanasijevic: 94%!

QUARTO DI FINALE
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA 3-0
(25-16, 27-25, 25-17)
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Leon Venero 9, Podrascanin 10, Atanasijevic 21, Lanza 8, Russo 9, Biglino (L), Zhukouski 0, Colaci (L), Piccinelli 0, Plotnytskyi 2. N.E. Hoogendoorn, Taht, Ricci. All. Heynen.
Kioene Padova: Travica 2, Ishikawa 10, Polo 4, Hernandez Ramos 16, Barnes 1, Volpato 5, Bassanello (L), Randazzo 2, Casaro 0, Danani La Fuente (L), Cottarelli 0. N.E. Canella, Fusaro, Bottolo. All. Baldovin.
ARBITRI: Piana, Sobrero.
NOTE – durata set: 22′, 30′, 21′; tot: 73′. Spettatori: 2.773. MVP: Atanasijevic

PERUGIA – Obiettivo centrato per la Sir Safety Conad Perugia, che nei Quarti di Coppa Italia supera agevolmente la Kioene Padova, staccando il biglietto per la Final-4 di Bologna (22 e 23 febbraio). Per la formazione umbra è la 14ma vittoria consecutiva, una serie iniziata proprio sul campo della formazione di Baldovin e che avrà una prova di maturità importante domenica nella tana di Milano. Mvp Aleksandar Atanasijevic, 21 punti ed un pazzesco 94% in attacco. Serata da archiviare in fretta per i patavini, in partita solo nel secondo set; la prossima sfida contro Sora sarà fondamentale per ripartire di slancio, con l’obiettivo di vincere il campionato degli “altri”, alle spalle della magnifiche cinque.

PIU’ E I MENO – Perugia fa meglio in attacco (56% a 52%), con un servizio devastante (15 a 4 gli ace) ed un’ottima prova anche a muro (7 totali, 3 di Podrascanin). Serata difficile in posto quattro, con il 31% di Lanza ed il 20% di Leon, sostituito da Plotnytskyi nel secondo e terzo set per scelta tecnica; 9 punti e 100% per Russo. Nella Kioene top-scorer Hernandez con 16 punti, sei in più di Ishikawa (67%); solo 22% per Randazzo.

LA CHIAVE – E’ stato senza dubbio il servizio la chiave di volta della sfida per i Block Devils: 5 vincenti per Leon, 3 per Russo e Atanasijevic, 2 a testa Lanza e Podrascanin. Al di là degli ace, la battuta di Perugia ha messo ripetutamente in difficoltà la ricezione ospite, regalando tante opportunità in contrattacco (54%).

SESTETTI – Heynen schiera De Cecco in regia con Atanasijevic opposto, Russo-Podrascanin al centro, Leon e Lanza a schiacciare e ricevere e Colaci libero. Baldovin risponde con Travica-Hernandez diagonale di posto due, Polo e Volpato centrali, Barnes ed Ishikawa in banda e Danani a comandare la seconda linea.

LA PARTITA – Avvio shock per Padova (7-0); Perugia attacca col 60%, dall’altra parte Hernandez (7 punti con 2 ace) prova a incoraggiare i suoi (8-3), che però perdono presto di nuovo la trebisonda (17-7). Baldovin si gioca la carta Randazzo senza fortuna (zero su tre); anche Leon sbaglia tanto in attacco (29%), ma si rifà con gli interessi al servizio infilando 4 ace, l’ultimo dei quali decisivo per comandare il cambio campo.

Alla ripresa Padova, con Randazzo in sestetto, prova a rialzare la testa (2-5) grazie ad un Ishikawa sugli scudi (6 punti, 62%); la Sir è devastante dai nove metri (altri 6 ace), Atanasijevic è infallibile (8 centri, 100%) e trascina i suoi alla rimonta (10-7). Tira e molla fino alle fasi conclusive (20-21), Leon (3 su 11) lascia il posto a Plotnytskyi, che trova il fondamentale punto del nuovo sorpasso (23-22); si va ai vantaggi, al terzo tentativo sono altri due sigilli di Atanasijevic (il secondo da fondo campo) a regalare alla Sir il raddoppio.

Terzo set sulla falsa riga del primo (7-1); è sempre l’opposto serbo (altri 8 punti) a trascinare i Block Devils, che dilagano (15-9). La Kioene non c’è più (23-15), è Lanza a far esultare i quasi 2800 del Pala-Barton.

HANNO DETTO

Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia): “Era una partita importantissima, da dentro o fuori. Quando va bene la battuta come stasera è difficile giocare contro di noi. La mia prova? Nella nostra squadra ogni volta qualcuno risolve le cose, stasera mi è andata bene, ma pensiamo già alla prossima gara”.
Dragan Travica (Kioene Padova): “Perugia ha messo in campo una prestazione meravigliosa in un palazzetto fantastico. La lunga sosta ha forse pesato, ma loro ci hanno aggredito al servizio e siamo stati in difficoltà nell’entrare nello scambio, cosa in cui solitamente siamo molto bravi. Peccato. Questa partita è stata comunque utile e da domenica iniziamo il nostro percorso in Campionato”.

Sostieni Volleyball.it