Perugia: La Sir puntualizza sul “caso PalaBarton”. “Trattativa con il comune chiusa da giorni”

434
il Palabarton gremito durante Sir Safety Conad Perugia vs Leo Shoes Modena

PERUGIA – La Sir Safety Cona Perugia interviene sull questione del “debito”  maturato con il Comune per l’utilizzo del PalaBarton di cui si è letto sul quotidiano La Nazione Umbria nella giornata di ieri.

La nota stampa

In merito all’articolo apparso ieri sul quotidiano La Nazione edizione Umbria a firma di Michele Nucci titolato “Sirci, debito da 100mila euro sul PalaBarton”, La Sir Safety Conad Perugia intende precisare quanto segue.

1.    La Sir Safety Conad Perugia in tutti questi anni di utilizzo del PalaBarton è sempre stata adempiente e puntuale nel pagamento del canone d’affitto per quanto riguarda gli spazi utilizzati al palazzetto.

2.    Dai pagamenti mensili dovuti al Comune di Perugia sono sempre, e di comune accordo, rimaste fuori le royalties in merito al 5% sul ricavato della vendita dei biglietti e degli abbonamenti per le partite. Questo per l’esigenza reciproca di chiarire alcuni punti in merito ed anche in considerazione di varie migliorie apportate dalla società al palazzetto a proprie spese (sala pesi, seggiolini, tende delle vetrate, arredamento sala hospitality).

3.    La trattativa con il Comune di Perugia si è chiusa alcuni giorni fa con reciproco spirito collaborativo e in un clima di grande cordialità e si è addivenuti ad una rateizzazione della somma concordata che la Sir Safety Conad Perugia onorerà, come da suo modus operandi, sempre con la massima puntualità alle scadenze concordate.

4.    Quello che lascia assolutamente interdetti e sconcertati è il tenore dell’articolo in questione, e soprattutto del titolo volto a gettare discredito verso una società invece assolutamente solvibile e addirittura virtuosa. Articolo che mette in evidenza una conoscenza pressoché nulla di quella che è la realtà e la solidità della società bianconera.

La Sir Safety Conad Perugia, certa di aver chiarito fermamente la questione, si augura di vedere in futuro maggiore accuratezza e correttezza nell’informazione.

Sostieni Volleyball.it