A1 F.: Perugia murata da Firenze 1-3. Montibeller 30, ma non basta

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA – IL BISONTE FIRENZE 1-3 (25-19, 19-25, 23-25, 17-25)
BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Angeloni 5, Menghi 4, Raskie 2, Crncevic 4, Mio Bertolo 2, Montibeller 30, Cecchetto (L), Lazic 7, Strunjak 6, Demichelis 1, Bidias 1. Non entrate: Bruno, Casillo. All. Bovari.
IL BISONTE FIRENZE: Daalderop 26, Alberti 10, Dijkema, Foecke 15, Fahr 11, Nwakalor 9, Venturi (L), Santana 1, De Nardi, Turco. Non entrate: Maglio. All. Caprara.
ARBITRI: Talento, Merli.
NOTE – Spettatori: 750. Durata set: 26′, 25′, 29′, 24′; Tot: 104′

PERUGIA – Sconfitta amara per la Bartoccini Fortinfissi Perugia, che contro Il Bisonte Firenze parte bene ma si perde alla distanza; ottimo primo set per le ragazze di Bovari, che sprecano un largo vantaggio nel terzo parziale, prima di alzare definitivamente bandiera bianca. Il distacco da Filottrano, rivale diretta per la salvezza, resta di cinque punti; lo scontro diretto del prossimo turno in terra marchigiana sarà senza altri appelli lo snodo cruciale di tutta la stagione. Punti d’oro invece per la formazione fiorentina, che spezza l’incantesimo in trasferta (5 ko consecutivi), collezionando il secondo successo di fila, fondamentale per risalire la china in zona playoff.

PIU’ E I MENO – Oltre che a muro (8 a 16), Firenze fa meglio anche in attacco (34% a 39%); quattro ace a uno per la Bartoccini. Top-scorer Montibeller con 30 punti (43%, 4 muri), quattro in più di Daalderop (52%). In doppia cifra anche Foecke, Fahr e Alberti. Sotto le attese tra le perugine l’ultima arrivata Crncevic (quattro punti, 16%) ed il capitano Angeloni (cinque centri, 25%).

LA CHIAVE – Muro strepitoso di Firenze, che ne mette a terra 16, con una Fahr devastante (7 personali); c’è gloria anche per Daalderop (3), Alberti, Foecke e Nwakalor (due a testa). Tante anche le palle rigiocate dalle ragazze di Caprara grazie a questo fondamentale, soprattutto nelle fasi decisive del terzo set.

SESTETTI – Bovari schiera Raskie in regia con Montibeller opposta, Menghi-Mio Bertolo al centro, Angeloni e Crncevic a schiacciare e ricevere e Cecchetto libero. Caprara risponde con Dijkema-Nwakalor diagonale di posto due, Fahr e Alberti centrali, Foecke e Daalderop in banda e Venturi a comandare la seconda linea.

LA PARTITA – Inizia con il piede giusto la Bartoccini (7-4), che può contare su una Montibeller subito on-fire (9 volte a referto, 3 muri); dall’altra parte è Daalderop la più incisiva (7 centri). L’ace di Menghi (13-9) ed il tocco di Raskie (18-13) dilatano il gap; girandola di cambi per Firenze, che riduce il distacco fino a meno due (21-19); Perugia non sbaglia più nulla e chiude con Montibeller.

Alla ripresa, avvio shock per le ragazze di casa (1-7); le toscane fanno ciò che vogliono a muro (sette vincenti), con altri 7 punti di Daalderop (3-11). Il vantaggio cresce a dismisura (5-18), gli ingressi di Demichelis e Lazic scuotono le perugine, che con il turno al servizio della svedese (due ace) cercano di animare il finale (16-22); il muro di Fahr fa ripartire il Bisonte, che impatta con la fast di Alberti.

Bovari riparte con Strunjak e Lazic in sestetto, Caprara con Santana per Nwakalor (tre punti in due set); Perugia vola in apertura (5-1) con Montibeller che continua a macinare punti da ogni posizione (dieci); buono anche l’impatto di Strunjak (5 centri, 80%), che a muro regala il massimo vantaggio (18-12). Sembra tutto in discesa per la Bartoccini, che nel momento più importante però si perde in errori decisivi (19-16); Firenze, con la difesa e la coppia Daalderop-Foecke (14 in due) assottiglia progressivamente il distacco fino a mettere la freccia (20-21); finale concitato, è Daalderop a chiudere al secondo tentativo.

Equilibrio nei primi minuti del quarto parziale (6-6), poi Nwakalor e il muro di Fahr scavano il break (8-11); la Bartoccini non reagisce (9-15), tanti cambi per il tecnico di casa, tra i quali Bidias, ma la forbice si allarga (13-21); l’errore di Montibeller fa scorrere i titoli di coda.

Sostieni Volleyball.it