Superlega: Perugia scaccia le paure e vola in Semifinale: 3-0 a Monza. Far West a fine gara

QUARTI – GARA 3
SIR SAFETY CON PERUGIA – VERO VOLLEY MONZA 3-0 (25-22, 25-22, 25-17)
Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 3, Lanza 0, Podrascanin 2, Atanasijevic 11, Leon Venero 17, Ricci 9, Della Lunga (L), Galassi 3, Berger 4, Colaci (L), Piccinelli 0, Hoag 1. N.E. Seif, Hoogendoorn. All. Bernardi.
Vero Volley Monza: Orduna 2, Plotnytskyi 14, Beretta 3, Ghafour 9, Dzavoronok 5, Yosifov 5, Botto 2, Rizzo (L), Arasomwan 0, Galliani 0. N.E. Calligaro, Buti, Buchegger. All. Soli.
ARBITRI: Rapisarda, Piana.
NOTE – Spettatori 3512, durata set: 30′, 30′, 29′; tot: 89′.

PERUGIA – Missione compiuta per la Sir Safety Perugia, che tre giorni dopo l’eliminazione in Champions League, supera con un rotondo tre a zero la Vero Volley Monza, staccando il biglietto per la Semifinale Scudetto. Nei primi due set gli uomini di Bernardi hanno alternato momenti di pieno controllo ad amnesie che hanno tenuto Monza in corsa fino alle ultime battute; senza storia il terzo parziale, in cui la Sir ha gestito fin dall’inizio un margine di sicurezza più che rassicurante. Scene da cancellare nel finale di partita  (il video): dopo il fischio finale si scatena il pandemonio, volano parole grosse, si arriva quasi alle mani con Orduna trasportato a forza negli spogliatoi e tensione altissima al centro del campo. Perugia dovrà scaricare l’adrenalina e recuperare in fretta le energie fisiche e mentali spese; martedì 16 sarà già tempo di gara-1 al PalaBarton contro Modena.

I PIU’ E I MENO –Perugia fa meglio di Monza in tutti i fondamentali: attacco (48% a 45%), muro (7 a 4), battuta (11 a 5 gli ace) e ricezione (42% a 32% di positività). Mvp Aleksandar Atanasijevic con 11 punti (1 muro, 53%), top-scorer Leon (17 volte a segno, 52%); bene Ricci (il migliore a muro, con 4 vincenti), dall’altra parte in doppia cifra Plotnytskyi (14 volte a referto), deludente Dzavoronok (5 punti, 36%).

COSA VI SIETE PERSI – Come spesso accade è il servizio l’arma letale della Sir, che ha visto andare a referto ben 7 protagonisti diversi, con Berger sugli scudi (tre), davanti a Podrascanin e Leon (due) e Ricci, Galassi, Hoag e De Cecco (tutti a quota uno); ben cinque gli ace nel terzo set.

SESTETTI – Nessuna sorpresa nel sestetto di Bernardi, che si affida a De Cecco-Atanasijevic diagonale di posto due, Ricci-Podrascanin centrali, Leon e Lanza a schiacciare e ricevere e Colaci a comandare la seconda linea. Soli risponde con Orduna in regia e Ghafour opposto, Yosifov-Beretta al centro, Dzavoronok e Plotnytskyi in banda e Rizzo libero.

LA PARTITA – L’ace di Plotnytskyi regala il primo a punto a Monza, subito ribaltata dal turno al servizio di Podrascanin (due ace, 6-1); in questa fase Perugia è implacabile e costringe Soli ad esaurire presto i time-out a disposizione e a giocarsi la carta Botto per Dzavoronok (9-2). Atanasijevic (5 punti) è il mattatore e permette di raggiungere il massimo vantaggio (11-2); sembra tutto in discesa per i Block Devils, che però fanno rientrare in partita gli avversari con una serie di errori consecutivi gratuiti (15-11). La partita non è bella, le percentuali in attacco nemmeno (37% a 33%) ed i brianzoli tornano a contatto grazie all’affondo del rientrante Dzavoronok (18-16); Bernardi si gioca il doppio cambio Galassi-Berger per Podrascanin-Lanza, Yosifov ferma a muro Atanasijevic (19-17), poi due errori ospiti ridanno fiato alla Sir, che si guadagna il set-point con i due nuovi entrati (24-19); Ghafour rimanda la sentenza per la terza volta, è Ricci a comandare il cambio campo.

Botta e risposta nel secondo set (6-6), fino allo strappo perugino al servizio, con Galassi (9-7) e Leon (13-9); il cubano è scatenato (8 punti, 64%), Monza però resta a galla (20-16) grazie a Ghafour (6 volte a referto) ed a ottime percentuali di squadra (67%). Gli uomini di Soli cambiano marcia in battuta nel finale, limando il gap con Orduna (21-19) e addirittura annullandolo con i due ace di Plotnytskyi (22-22); Leon fa ripartire i suoi, Hoag subentra dai nove metri sorprendendo la ricezione ospite (24-22), poco prima del muro di Ricci su Plotnytskyi, che scatena l’entusiasmo dei 4000 del PalaBarton.

Atanasijevic fa la differenza in apertura della terza frazione (4-1), in cui la Sir mette presto il turbo grazie alle battute vincenti di Leon (6-2), De Cecco (9-4) e Berger (12-5); stavolta i Campioni d’Italia non si distraggono, Monza ha un sussulto con il muro di Ghafour su Atanasijevic (15-12), poi però la Sir ricomincia e pungere in battuta e ristabilisce le distanze (22-15); nessuna sorpresa nel finale, è un muro di De Cecco a mandare in ghiaccio la partita.

Sostieni Volleyball.it