Piacenza: Alessandro Fei saluta il volley giocato. Record di punti in campionato, un oro iridato

Sarà il team manager del club piacentino

Alessandro Fei saluta il volley

PIACENZAAlessandro Fei appende scarpe e ginocchiere a chiodo. Solo due mesi fa, in merito ci disse che non aveva ancora deciso, che il maggior problema stagionale poteva essere il lungo periodo di stop tra la stagione 2019/20 interrotta anzitempo e quella nuova. 

A 41 anni, l’opposto, ex centrale, Alessandro “Fox” Fei ha annunciato il ritiro oggi nel corso di una conferenza stampa in diretta streaming organizzatagli dalla società Gas Sales Piacenza.  E’ stato l’ultimo campione del Mondo in attività.

“Vorrei comunicare in modo ufficiale il mio ritiro da giocatore” ha detto Alessandro. “Ho accettato il ruolo di team manager perché qui mi sento a casa” il suo pensiero

Doveva essere una conferenza stampa di addio, si è rivelata una festa a sorpresa con ex compagni collegati da Rosalba a Tovo, da Papi a Cisolla, da Tencati a Boninfante e Botti e Giani a suoi ex tecnici del giocatore Anastasi, Gardini, Daniele Bagnoli, Lorenzetti, Schiavon.

Tanti aneddoti. Bello quello di Angelo Lorenzetti che ha ricordato cosa pensava Fei della nazionale ai suoi primi passi azzurri. “Chiesi ai ragazzi cosa significava essere in collegiale, cosa fosse per loro la Nazionale. Qualcuno scrisse un poema, Alessandro scrisse semplicemente: ‘Un posto dove ci stanno i più forti'”.

L’altro aneddoto da ricordare è stato quello dell’ex compagno di stanza al Mondiale 1998 Simone Rosalba: “Dicevano di me che avevo talento. Ho capito cosa fosse il talento quando ho visto giocare Fei”.

“Fox”, questo il suo soprannome, chiude qui, la società (c’è lo zampino dell’ex compagno Zlatanov, dall’inizio della nuova stagione piacentina DG del club) non l’ha lasciato andare via e da oggi sarà il team manager. Il presidente del club Elisabetta Curti ha sottolineato la qualità umana del ragazzo: “Siamo orgogliosi di averlo ancora con noi come team manager. Abbiamo capito da subito che sarebbe stata la persona giusta, da quando ci disse sì e mantenne la parola di venire da noi quando ancora la società non esisteva ancora”.

Gli annali lo ricorderanno non solo perle vittorie ma anche per il record assoluto di punti in Superlega conquistato nella stagione stoppata di quest’anno, oltre 10.000 tra campionato e Coppa Italia (10.152).

Nel palmares quattro scudetti all’attivo in maglia Sisley Treviso e tra gli altri trofei una Champions League nella stagione 2005/06, ha debuttato in nazionale nel 1998 per vincere pochi mesi dopo l’oro mondiale in Giappone. Tre le medaglie olimpiche, all’attivo: due bronzi e un argento da Sydney 2000 a Londra 2012.

Bronzo e premio come Miglior Attaccante alla Grand Champions Cup 2005 ha chiuso con la nazionale dopo 253 presenze. 

Sostieni Volleyball.it