Pillole Supercoppa: Lorenzetti e Velasco agli opposti. Podrascanin doppio leader, Lube sfonda quota 50 set

L’allenatore di Trento diventerà il tecnico con più panchine nella competizione, quello di Modena è invece al debutto. Il centrale di Perugia ha realizzato finora 105 punti in Supercoppa (record con Sokolov tra gli attivi) con 36 muri (record in assoluto). I marchigiani saranno la prima quadra a tagliare il traguardo dei 50 set.

MODENA – Numeri e curiosità sui protagonisti impegnati nel weekend di Supercoppa italiana a Perugia.

Angelo Lorenzetti quest’oggi siederà in panchina per la 8ª volta nella manifestazione staccando Rado Stoytchev e diventando l’allenatore più presente di sempre. Proverà inoltre a vincere la prima gara con Trento dopo 4 sconfitte consecutive.

Julio Velasco, decano degli allenatori della Superlega 2018-19 sarà invece alla prima apparizione in Supercoppa italiana nella sua storia. È l’unico debuttante tra i tecnici delle quattro squadre.

Lorenzo Bernardi punta a diventare il 3° allenatore a vincere almeno tre gare consecutive in Sueprcoppa. Prima di lui vi erano riusciti solo Daniele Bagnoli (4 tra 2001 e 2005) e Ferdinando de Giorgi (3 tra 2002 e 2008).
Potrebbe inoltre diventare il primo in assoluto a vincere almeno due coppe da giocatore e da allenatore.

Perugia potrebbe diventare la 3ª squadra a conquistare il trofeo in edizioni consecutive dopo Treviso (2000-2001 e 2003-2004-2005) e Modena (2015-2016).

Perugia sarà la 5ª squadra a presentarsi in Supercoppa da Campione d’Italia e detentore della Coppa Italia dopo Modena (2 volte), Treviso (3), Trento (1) e Lube (1). In una sola occasione una di queste squadre non ha poi portato a casa il titolo: è accaduto alla Lube nella scorsa stagione.

Tsvetan Sokolov e Marko Podrascanin hanno realizzato 105 punti nelle gare di Supercoppa disputate; sono i due giocatori con il bottino più alto tra gli atleti dell’edizione in corso.

A un punto di distanza dalla coppia di leader troviamo Ivan Zaytsev che ha messo a terra 104 punti con le maglie di Lube e Perugia. Il nuovo opposto di Modena è il giocatore con più ace realizzati in epoca di rally point system, ben 13 nelle 7 gare disputate.

Aleksandar Atanasijevic ha disputato solo 2 sfide di Supercoppa mettendo però a segno 42 punti, 21 a gara. È il giocatore con la miglior media punti/gare tra gli attuali.

Marko Podrascanin ha finora realizzato ben 36 muri in 9 sfide di Supercoppa, una media perfetta di 4 a gara e di quasi 1 a set (38 set). Il serbo è il leader della speciale classifica in epoca di rally point system.

Anche Simone Giannelli brilla nel fondamentale di muro; sono ben 10 per lui in 5 gare, con una media di 2 a partita. Il capitano di Trento cerca ancora la prima vittoria nella competizione.

Per il secondo anno consecutivo l’atleta premiato con il titolo di MVP non prenderà parte all’edizione successiva nelle fila della stessa squadra. Nel 2016 fu Nemanja Petric a ricevere il riconoscimento con Modena; a fine stagione il serbo si trasferì in Turchia non disputando la Supercoppa 2017. Lo scorso anno fu premiato Aaron Russell, trascinatore di Perugia e ora a Trento.

Uno tra Ivan Zaytsev, Marko Podrascanin, Luca Vettori e Aaron Russell potrebbe diventare il primo giocatore nella storia della Supercoppa a venire premiato con il riconoscimento di MVP indossando la maglia di due squadre diverse. Zaytsev fu il migliore con la Lube nel 2012, Podrascanin sempre con i marchigiani nel 2014, Vettori con Modena nel 2015 e appunto Russell lo scorso anno con Perugia.

Nella finale dello scorso anno tra Lube e Perugia furono messi a segno 17 ace, 8 da parte dei marchigiani e 9 per gli umbri. Si tratta del miglior dato complessivo per una singola gara di Supercoppa.

Perugia ha fatto registrate 17 muri nella semifinale con Trento nel 2017, eguagliando proprio il record dei trentini nell’edizione 2015. 

Il formato della Supercoppa a quattro squadre è particolarmente indigesto a Trento che ha perso tutte e quattro le sfide disputate sinora.

Delle quattro squadre partecipanti Perugia è l’unica a poter vantare un bilancio in attivo tra set vinti e set persi (11-6) nella competizione; Modena è in perfetto equilibrio (16-16), mentre Lube (23-26) e Trento (15-25) hanno un bilancio negativo.

Il primo set tra Lube e Modena sarà il 50° nella storia dei marchigiani in Supercoppa, prima squadra in assoluto a tagliare tale traguardo.

Due dei nuovi campioni atterrati in superlega sono degli esperti in vittorie di Supercoppe: Yoandy Leal ha conquistato le ultime 3 Supercoppe brasiliane con il Sada Cruzeiro, Wilfredo Leon le ultime 3 di Russia con lo Zenit Kazan.

Sostieni Volleyball.it