Pinerolo: La rabbia delle giocatrici contro la Legadonne dopo l’esclusione dalla Coppa senza giocare

2628

MODENA – Durissime critiche alla Legadonne, guidata ancora dallo #Sceriffodeldopingamministrativo Mauro Fabris, accusata dalle atlete di Pinerolo di non rispettare il valore del campo dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia senza aver giocato…
Su quasi tutti i canali social delle atlete del club piemontese le ragazze hanno postato il messaggio che segue, raccogliendo centinaia di condivisioni e commenti di solidarietà e critiche alla decisione della Legadonne che penalizza il valore del secondo trofeo nazionale di A2. Più che una Coppa Italia “Frecciarossa” si tratta di una edizione che rischia di essere più  “Regionale Veloce” tra anomale classifiche avulse, rinvii di gare che potevano cambiare la stessa classifica, posticipi ed eliminazioni a tavolino…

Il post delle atlete
Rabbia ed incredulità

Sono queste le parole che descrivono al momento lo stato d’animo di una squadra che ha appena perso un Quarto di finale di Coppa Italia a tavolino.
Il 22 di dicembre, data ufficiale del match, la partita fu posticipata al 29 a causa di positività in una delle due contendenti. Purtroppo la sorte vuole che qualche giorno prima dell’incontro vennero riscontrati dei casi di positività nella squadra precedentemente sana.
Epilogo? La squadra che si è positivizzata dopo ha dovuto rinunciare a giocare la partita, in quanto non gli è stata data la possibilità di rimandare nuovamente il match.
Pertanto, credo che oggi la sconfitta sia di TUTTI, perché ad ogni giocatore, società, squadra devono essere concesse le stesse opportunità.

Il club ha invece postato il comunicato che segue
A causa dello scenario venutosi a creare dopo i tamponi effettuati il 24 e il 28 dicembre, è stata accertata la presenza di diversi casi di positività, in un contesto suscettibile di possibili evoluzioni.
Dovendo dare comunicazione su richiesta della Lega entro le ore 14.00 odierne, la Società Unionvolley Pinerolo si è vista costretta con grandissimo rammarico e altrettanto senso di responsabilità a dover prendere una decisione che non avrebbe mai voluto prendere, quella di non poter disputare la gara dei quarti di domani per l’evoluzione dei contagi venutasi a creare all’interno del gruppo squadra, con l’intento primario di tutelare la salute di atlete e staff di entrambe le squadre e di ogni altra persona presente all’interno del Palazzetto dello Sport.
Una decisione che ci fa molto male dal punto di vista sportivo anche perché la formula non ci permette di poter beneficiare di alcun rinvio, facendo così venir meno la partecipazione alla Coppa Italia che ci ha visto qualificati con grande merito grazie al duro ed encomiabile lavoro dello staff tecnico e dalle atlete messo in campo da inizio stagione.
Usciamo dalla Coppa Italia senza aver perso.

Sostieni Volleyball.it