Play Off 5°: Verona vince con una Taranto ai minimi termini (8 a referto)

695

1ª giornata – Play Off Challenge
Verona Volley – Gioiella Prisma Taranto 3-0 (28-26, 25-22, 25-17)
Verona Volley: Spirito 5, Asparuhov 9, Nikolic 5, Jensen 16, Magalini 0, Zanotti 8, Wounembaina 13, Bonami (L), Donati (L). N.E. Aguenier, Vieira De Oliveira, Mozic, Cortesia, Qafarena. All. Stoytchev.
Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 1, Gironi 11, Freimanis 9, Sabbi 13, Randazzo 8, Di Martino 4, Alletti 0, Laurenzano (L). N.E. All. Di Pinto.
ARBITRI: Papadopol, Armandola.
NOTE – durata set: 31′, 29′, 24′; tot: 84′.

VERONA – La Pasqua gialloblù è una doppia festa. All’Agsm Forum Verona Volley conquista una vittoria rotonda, incamerando i primi punti di questa fase a girone dei Playoff 5° Posto. Dopo un primo set complicato, i gialloblù di coach Stoytchev prendono il largo. Decisivo in particolare il muro, per una gara che vede la Gioiella Prisma Taranto a ranghi contenuti: 11 block per i gialloblù, 0 per gli avversari, e in generale un lavoro preciso nel cambio palla che frutta un dominio mai in discussione per i seguenti due parziali.

SESTETTI – Verona è senza Aguenier, Mozic e Cortesia, ancora in via di recupero dopo gli infortuni accusati al termine della stagione regolare. Stoytchev sceglie Spirito in cabina di regia, Jensen opposto, Asparuhov e Magalini schiacciatori, Zanotti e Nikolic centrali con Bonami libero. Coach Di Pinto è costretto a fare i conti con un roster rimaneggiato a causa delle assenze dell’opposto Stefani e del palleggiatore Dosanjh. Nello starting-six Taranto parte con la diagonale composta da Falaschi e Sabbi, Gironi e Randazzo schiacciatori, Freimanis e Di Martino centrali con Laurenzano libero.

LA PARTITA – I gialloblù scavano un piccolo ma decisivo vantaggio fin dai primi scambi. Ace di Zanotti, un ottimo lavoro a muro, e Verona si esalta subito. La battuta-punto di Gironi, però, riporta Taranto vicino, sul 13-11, accendendo la sfida nella seconda parte del parziale. Taranto supera i gialloblù sul 16-17, si combatte punto a punto, con Wounembaina che mette due attacchi di fila per il contro sorpasso. Si arriva ai vantaggi, col muro vincente di Jensen che offre a Verona il set ball, chiuso dall’ace di Nikolic.

L’equilibrio della gara rimane anche nel secondo set, con Verona capace di tenersi sempre un passo avanti attaccando a tutta rete e trovando un grande ace con Asparuhov, e gli attacchi di pura potenza di Jensen. Ancora il muro protagonista assoluto, e stavolta Taranto non riesce a riagganciare il risultato. Il primo set ball lo procura Asparuhov con un pallonetto, Taranto lo annulla ma, con un fallo di invasione, l’occasione seguente è quella decisiva.

Una delle chiavi principali della partita, man mano che scorrono i minuti, diventa il muro, una garanzia che manda in difficoltà Taranto. Doppio ace di Jensen, e sul 12-6 Verona fa un balzo in avanti anche per l’ultimo parziale. Parziale a senso unico, fino al match point di Jensen chiuso con un gran diagonale.

DICHIARAZIONI
Radostin Stoytchev (All. Verona): “Una vittoria e dei punti che fanno comodo, siamo partiti bene nel primo set con un distacco di cinque o sei punti, ma si è rivelato complicato, vinto con un po’ di fortuna. Siamo cresciuti nel secondo set, sul ventesimo punto siamo riusciti a fare due break, mentre il terzo è stato più facile, loro hanno un po’ mollato. Undici muri in tre set, cambio palla con buona ricezione, alto livello, dobbiamo gestire meglio alcune situazioni e fare ancora meglio ciò che abbiamo allenato nelle ultime settimane. È stata una partita strana, mancavano tre titolari da entrambe le parti, speriamo di recuperare i nostri.”
Gustavs Freimanis Taranto): “Sono contento per l’opportunità che mi è stata fornita da coach Di Pinto quest’oggi. Per me era importante giocare e fare una buona prestazione. A Taranto mi trovo molto bene, c’è una bell’atmosfera e si è creato un bel gruppo con tutti gli altri miei compagni. Eravamo ben consapevoli delle difficoltà di questo incontro. Non sarà facile qualificarci per la Challenge Cup, ma ci proveremo con tutte le nostre forze, anche nelle prossime sfide”.

Sostieni Volleyball.it