Play Off A2 M.: Reggio Emilia vince 3-2 porta Bergamo alla “bella”

238

SEMIFINALE PLAY OFF – GARA 2
CONAD REGGIO EMILIA – AGNELLI TIPIESSE BERGAMO 3-2 (20-25, 25-17, 26-28, 25-23, 15-9)
CONAD REGGIO EMILIA: Zamagni 11, Catellani, Held 20, Sesto 11, Scopelliti, Cominetti 10, Mian, Cantagalli 34, Garnica 3, Morgese (L), Suraci, Marretta (L). N.E. Cagni. All. Mastrangelo.
AGNELLI TIPIESSE BERGAMO: Padura Diaz 15, Mancin, D’amico (L), Cargioli 7, Finoli 2, Terpin 14, Pierotti 9, Larizza 15. Non entrati Ceccato, Abosinetti, Baldi, De Luca. All. Graziosi.
ARBITRI: Vecchione, Colucci.
NOTE – durata set: 24′, 26′, 37′, 33′, 19′; tot: 139′.

REGGIO EMILIA – L’Agnelli Tipiesse Bergamo si presenta al PalaBursi di Rubiera pronta a chiudere la serie e passare direttamente alle finali play off, la Conad Reggio Emilia invece riapre la serie e porta la semifinale a gara 3.

LA PARTITA – Il primo set si apre con un muro a uno di Cantagalli che fa sin da subito esplodere il pubblico del PalaBursi di Rubiera, poi gli attacchi di entrambe le formazioni fanno presto segnare al tabellino il punteggio di 6-6. La Agnelli Tipiesse Bergamo prova a scappare sin da subito e sotto la regia di Finoli si portano sul 9-12, successivamente è coach Mastrangelo a richiedere un time out tecnico per invitare i suoi ragazzi alla calma (13-17); Held con una pipe prova la ripartenza e trova il diciassettesimo punto del 17-21. Un pallonetto di Bergamo conquista il primo set sul punteggio di 20-25 mettendo sotto i reggiani.

Zamagni nell’avvio del secondo set con un primo tempo buca i tre metri avversari e porta le formazioni sul 3-1 mentre Diego Cantagalli segna il punto del 7-3, Reggio Emilia mette così il turbo e arriva presto al 10-5 costringendo coach Graziosi al time out tecnico. Diego Cantagalli regala il primo ace reggiano sul 13-6, poi aggiunge il raddoppio (14-6), il gap creato da Reggio Emilia si allunga e coach Graziosi è costretto al secondo time out (17-8). Sesto con un muro chiude le porte all’attacco di Padura Diaz (19-9) mentre Cominetti gli da man forte e sfrutta al meglio le mani del muro arrivando sino al punteggio di 22-11, Zamagni infine chiude il set in favore dei reggiani (25-17).

Terzo set che inizia con le squadre in perfetta parità sul parziale di 4-4, alcuni palloni dubbi infiammano gli animi del PalaBursi, pronto a sostenere i suoi pupilli della Conad Volley Tricolore (6-7); sul punteggio di 6-9 è coach Mastrangelo a richiedere un time out tecnico, successivamente Cantagalli risponde subito presente alla chiamata del tecnico conquistando il settimo punto (7-9). Dopo un’azione corale incredibile dei reggiani è capitan Garnica a portare a casa il punto (12-13), Held e Cantagalli si scatenano e dopo l’ace dell’italo-olandese, che trova anche il pareggio (16-16), coach Graziosi opta per il time out ma Held dai nove metri è implacabile e conquista un altro ace che vale il sorpasso del 18-17. Contro time out di Reggio Emilia, chiamato in contemporanea al contro sorpasso dei bergamaschi (18-19), un pallonetto di Zamagni pizzica la linea e il video check chiamato dai reggiani da ragione ai padroni di casa (22-21). Il set grazie ai recuperi di entrambe le squadre va ai vantaggi, mentre Cantagalli firma il 25-25, un pallone giocato da Terpin però porta Bergamo a chiudere il set e a portarsi a casa il sorpasso (26-28).

Cantagalli con il suo attacco inganna il muro di Bergamo mentre la palla si insacca nella rete (4-2), il compagno Cominetti poi firma il 6-3 e coach Graziosi poco dopo decide di richiedere time out tecnico (7-3). La Agnelli Tipiesse Bergamo però non ha la minima intenzione di mollare e porta Reggio Emilia al pareggio dell’8-8, costringendo coach Mastrangelo al time out, Zamagni risponde agli attacchi degli ospiti con due punti consecutivi (11-10). Entrambe le formazioni danno spazio ad uno spettacolo di altissimo livello, giocando ogni pallone sul filo, la parità del 14-14 lo dimostra; arriva anche il punto dal libero reggiano Morgese sul 17-16. Time out richiesto da Conad Reggio Emilia dopo l’ace di Finoli (18-19), time out che riporta la situazione in parità 21-21 e con Sesto che schiaccia un pallone incontenibile per la difesa ospite (24-22) appena ha l’opportunità Cantagalli chiude il quarto set e manda le squadre al tie break (25-23).

Quinto set che si prospetta di fuoco con le formazioni che si attestano sul 2-2 e capitani chiamati a rapporto dall’arbitro per proteste da entrambe le parti, subito dopo Cantagalli risponde con un ace che vale il 3-2 e un altro ace arriva da Cominetti sul punteggio di 6-4. Animi roventi che scaldano giocatori, panchine e pubblico, pubblico che fa tremare le tribune quando Held conquista l’8-6 e manda le squadre al cambio campo; sono due i muri del vicecapitano Sesto (10-6) e con l’ace del capitano che li segue la Conad Reggio Emilia ottiene un distacco di cinque lunghezze (11-6). Un incredibile Cantagalli infine chiude la partita sul punteggio di 15-9, portando così la serie a gara 3 in cui si deciderà la finalista che sfiderà la BAM Acqua S. Bernardo Cuneo, già qualificata.

Sostieni Volleyball.it