Play Off Bm: Niente festa per la Canottieri Ongina: Cisano espugna Monticelli (1-3). Si va alla “bella”

Nella foto di Annarita Zilli, il gruppo della Canottieri Ongina nella gara 2 contro Cisano

MONTICELLI – Niente festa, perché la gioia della serata è dall’altra parte della rete. La Canottieri Ongina si vede strozzare in gola l’urlo liberatorio nei play off di serie B maschile, cedendo 3-1 in casa alla Tipiesse Mokamore Cisano in gara 2 e non riuscendo così a festeggiare la promozione in A2. Uno a uno e palla al centro, con la “bella” di mercoledì (ore 20,30) in terra bergamasca che decreterà la squadra promossa nella seconda serie nazionale.

Un vero e proprio peccato per i gialloneri di Massimo Botti e Davide Zanichelli, che non sono riusciti a concretizzare le occasioni avute in un match estremamente combattuto (2 ore e mezza di gioco in quattro parziali) soprattutto nei primi tre set. Avanti 1-0 e 24-23, i monticellesi non sono riusciti a chiudere il secondo parziale, sprecando anche un vantaggio importante nel terzo, dove Cardona e soci erano sul 23-20  e poi non hanno concretizzato due distinti set ball, cedendo 34-36. Nel quarto set, la Canottieri Ongina ha accusato il colpo, crollando mentalmente e calando sensibilmente in attacco. Sotto 19-11, c’è stata la reazione (17-20), ma non è bastato per agguantare il tie break.  In generale, troppi errori per i padroni di casa (38).

LA PARTITA – La Canottieri Ongina scende in campo con Giumelli in palleggio, Cardona opposto, Nasari e Caci schiacciatori, De Biasi e Bonola centrali e Bisci libero. Cisano risponde con la diagonale Giussani-Burbello, con Costa e Ruggeri in posto quattro, Milesi e Sartirani centrali e Cereda libero. Il primo break è di marca giallonera, con Caci (in dubbio alla vigilia dopo i problemi alla schiena accusati in settimana) che firma ace e pipe di contrattacco per il 7-5, preludio all’8-6 siglato da Cardona. Il muro di De Biasi su Milesi vale il +3 locale (9-6), poi Cisano reagisce con il minibreak firmato da Costa (10-9). La Canottieri Ongina, però, risponde subito  con i suoi “bombardieri” Cardona e Caci, mentre Burbello attacca in rete per il 13-9 piacentino. Time out chiesto da Zanchi, con l’opposto che si fa perdonare griffando il -2 (13-11), poi è ancora Costa a prendere per mano i bergamaschi verso il 14-14 (attacco più ace). A fermare il gioco, questa volta, è la panchina di casa, con i monticellesi avanti di una lunghezza alla seconda sosta programmata (16-15). Il duello è serrato, con Cisano che sfrutta un Costa ispirato (19-20), ma la Canottieri Ongina può fare altrettanto con Caci (22-21). L’arrivo è in volata, con i bergamaschi che provano il guizzo (23-22, ace Sartirani) e si conquistano due distinti set ball, annullati da Cardona e da De Biasi. Sul 25-25, il centrale di casa è decisivo con due muri che valgono il 27-25 alla prima occasione locale.

Nel secondo parziale, la Tipiesse Mokamore riparte di slancio (4-1), ma la reazione di casa è veemente (4-5), anche se i lombardi si asciugano in vantaggio al primo time out (8-6). A ribaltare la situazione ci pensa ancora Sandro Caci, decisivo in pipe e in battuta (10-8); la squadra di Zanchi resiste (12-12), anche se sono i monticellesi a piazzare l’allungo (16-14). Il tiramolla, però, prosegue, con Cisano che mette davanti il naso (17-18, time out giallonero), salvo poi scivolare sotto 20-19 con la diagonale out di Burbello. Nuova sosta prima dello sprint, con Costa che rilancia i suoi (muro del 21-22, time out locale). Un fallo in palleggio di Giussani regala il 23-22 alla Canottieri Ongina (sosta chiesta da coach Zanchi), che ha un set ball ma non lo sfrutta e sul 24-24 viene punita dal muro di Ruggeri su Cardona e dall’attacco out di Caci: 24-26 e un set pari.

L’impressione è quella di un lungo ed estenuante duello, idea confermata dall’equilibrio presenti anche in avvio di terzo set (8-6). Due muri consecutivi di Cisano con Milesi e Costa ribaltano la situazione (9-10), con la squadra di Zanchi che si ritrova in vantaggio 10-12 grazie a due errori consecutivi dei monticellesi. Time out giallonero, poi è Caci a svegliare i suoi con due bombe da posto quattro che valgono la parità a quota 13, prima di schiacciare il pallone del 16-14. L’attacco out di Burbello regala il +3 ai piacentini (20-17, time out Zanchi), che si presentano in netto vantaggio al rush finale (23-20), ma si fanno riprendere subito con due attacchi out (23-23). La Canottieri Ongina ha due palle set, ma non riesce a chiudere, così inizia un set nel set, con Cisano che la spunta 34-36 con Costa alla decima occasione dopo un sostanziale duello tra opposti (Cardona-Burbello).

Nel quarto set, Bara Fall prende il posto di Paolo Bonola al centro, con i padroni di casa subito avanti (2-0) salvo poi pagare qualcosa in lucidità e scivolare sotto (7-8). Entra Binaghi per Caci, ma la squadra di Botti e Zanichelli fa fatica (9-12, time out locale). I piacentini non trovano efficacia in attacco e così Cisano ne approfitta per mettere la freccia tra muro e contrattacco (9-14), asciugandosi poi sul +6 (10-16) alla seconda sosta programmata. La Canottieri Ongina, però, ha acceso la spia della riserva delle energie soprattutto mentali, alzando bandiera bianca (11-19). Una reazione d’orgoglio c’è (14-19 e time out bergamasco),  la rimonta arriva fino al -3 (17-20), ma non basta: gioisce Cisano: 21-25.

 

CANOTTIERI ONGINA-TIPIESSE MOKAMORE CISANO 1-3

(27-25, 24-26, 34-36, 21-25)

CANOTTIERI ONGINA: Giumelli 3, Nasari 6, Bonola 4, Cardona 27, Caci 15, De Biasi 22, Bisci (L), Binaghi 3, Pazzoni, Fall, Filipponi (L), N.e.: Miranda. All.: Botti-Zanichelli

TIPIESSE MOKAMORE CISANO:  Giussani , Costa 22, Milesi 11, Burbello 22, Ruggeri 7, Sartirani 12, Cereda (L), Quintieri, Bernardi, Carenini, Parma. N.e.: Oliveto (L), Migliorini. All.: Zanchi

ARBITRI: Simone Cavicchi e Simone Fontini

NOTE: Durata set:34’, 35’, 46’, 36’ per un totale di 2 ore e 31 minuti di gioco

Canottieri Ongina: battute sbagliate 15, ace 3, ricezione positiva 69% (perfetta 52%), attacco 58%, muri 7, errori 38

Tipiesse Mokamore Cisano: battute sbagliate 13, ace 5, ricezione positiva 73% (perfetta 45%), attacco 52%, muri 12, errori 26.

Sostieni Volleyball.it