Play Off Challenge Cup: Piacenza e Ravenna in Final Four

Quarti di Finale Gara 3: si qualificano alla Final Four Verona, Piacenza e Ravenna. Monza si porta in vantaggio su Molfetta: giovedì 13 aprile Gara 4. Finisce la stagione per Vibo Valentia e Latina

372
Aimone Alletti vs Latina

LPR Piacenza – Top Volley Latina 3-1 (25-17, 24-26, 25-23, 27-25)
LPR Piacenza: Hierrezuelo 6, Clevenot 12, Di Martino 8, Hernandez Ramos 23, Marshall 18, Alletti 15, Papi (L), Cottarelli 1, Manià (L), Yosifov 0, Parodi 0. N.E. Zlatanov, Tencati, Tzioumakas. All. Giuliani.
Top Volley Latina: Sottile 0, Klinkenberg 6, Gitto 8, Fei 14, Maruotti 17, Rossi 9, Caccioppola (L), Fanuli (L), Quintana Guerra 0, Strugar 4, Pistolesi 0, Penchev 3. N.E. Ishikawa. All. Bagnoli.
ARBITRI: La Micela, Sobrero.
NOTE – durata set: 20′, 33′, 28′, 33′; tot: 114′.

PIACENZA – Nel giorno della festa che la società biancorossa ha dedicato a Samuele Papi e Hristo Zlatanov, due colonne portanti della pallavolo italiana, è la LPR Piacenza a riuscire a spuntarla contro la Top Volley Latina in Gara 3 dei Quarti Play Off Challenge Cup e accedere così alla Final Four che decreterà la partecipante alla competizione europea nella prossima stagione.
Tra le fila dei biancorossi grande la prova di Hernandez, votato Mvp dai giornalisti e miglior realizzatore con 27 punti, buona anche la prestazione di Alletti con 15 punti, Marshall 18 e Clevenot 12. Tra i pontini finiscono in doppia cifra Fei autore di 14 punti e Maruotti 17.

Avvio complicato per la LPR Piacenza ma Hernandez e Alletti a metà del set si caricano la squadra sulle spalle compiendo la rimonta e chiudendo il set in proprio favore. Latina, però, non molla e nel secondo parziale conduce per quasi tutto il tempo uscendo vincitrice ai vantaggi. Terzo set combattuto fino all’ultimo punto dalle due squadre con Latina avanti per buona parte del parziale ma con Piacenza che lotta su ogni pallone riuscendo a conquistare il parziale. La quarta frazione è combattuta fino all’ultimo ma è Piacenza a riuscire ad avere la meglio conquistando la vittoria e qualificandosi alla Final Four di Challenge Cup.
Spettatori: 2532
Mvp: Hernandez

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Bunge Ravenna 1-3 (22-25, 25-19, 22-25, 24-26)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Coscione 6, Geiler 12, Costa 17, Michalovic 18, Alves Soares 5, Barone 10, Marra (L), Izzo 0, Corrado 1, Diamantini 0. N.E. Torchia, Rejlek. All. Kantor.
Bunge Ravenna: Spirito 0, Lyneel 14, Ricci 2, Torres 21, Van Garderen 14, Bossi 8, Grozdanov 3, Goi (L), Leoni 0, Raffaelli 2, Kaminski 4. N.E. Marchini. All. Soli.
ARBITRI: Tanasi, Cipolla.
NOTE – durata set: 27′, 25′, 26′, 30′; tot: 108′.

VIBO VALENTIA – La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia termina la sua corsa all’ultimo giro, all’ultima curva prima di imboccare la via per il rettilineo finale. Nulla da fare per i giallorossi che si arrendono anche in Gara 3 dei Quarti di Finale Play Off Challenge UnipolSai contro la Bunge Ravenna. I romagnoli vincono ancora con il punteggio di 1-3 ed espugnano il PalaValentia per la seconda volta nell’arco di due settimane. Gara non bellissima sotto il profilo squisitamente tecnico, ma lottata strenuamente da entrambe le squadre con determinazione. Alla fine l’ha spuntata la squadra di coach Soli ai vantaggi del quarto set quando la Tonno Callipo era avanti 24-22 e con due palle set a disposizione per conquistare il tie break. Ma i romagnoli ci hanno creduto e hanno sfruttato al meglio le occasioni concesse dalla squadra di Kantor e hanno prevalso trascinati soprattutto da Torres (Mvp della partita) e Lyneel. Grande rammarico in casa Tonno Callipo a cui non sono bastati 19 muri e la super prestazione del centrale brasiliano Deivid Jr. Costa autore di 17 punti.

Gi Group Monza – Exprivia Molfetta 3-0 (25-15, 25-22, 25-22)
Gi Group Monza: Jovovic 1, Botto 13, Beretta 4, Hirsch 15, Fromm 14, Verhees 8, Brunetti (L), Rizzo (L), Daldello 0, Vissotto Neves 0. N.E. Galliani, Terpin. All. Falasca.
Exprivia Molfetta: Pontes Veloso 0, De Barros Ferreira 7, Polo 10, Sabbi 13, Olteanu 5, Vitelli 5, Porcelli (L), De Pandis (L), Partenio 1. N.E. Leite Costa, Jimenez, Hendriks, Del Vecchio. All. Gulinelli.
ARBITRI: Puecher, Rapisarda.
NOTE – durata set: 21′, 26′, 26′; tot: 73′.

MONZA – Ancora una volta (la terza in questa stagione) il Gi Group Monza fa rispettare il fattore campo imponendosi con un convinto 3-0 sull’Exprivia Molfetta. A distanza di una settimana dallo stop in Gara 2 in terra pugliese, la prima squadra maschile del Consorzio Vero Volley, senza l’influenzato Dzavoronok, strappa una vittoria di grande importanza sulla squadra di Gulinelli, perché conquista l’occasione di staccare il pass per le Final Four della competizione già giovedì prossimo nella quarta gara della serie a Molfetta. Impresa ardua ma non impossibile, a maggior ragione se i brianzoli dovessero replicare la positiva prova di questa sera, condita da un costante rendimento in attacco (59%), trainato dalle giocate di uno straripante Hirsch (MVP della gara con 15 punti ed il 65% finale di palle messe a terra), da un pimpante Fromm (14 punti) e da un prolifico Botto (13 punti, 3 ace e 3 muri) ben serviti da un Jovovic in grande spolvero (anche un muro per lui), che gli ha permesso di chiudere con serenità il primo set e determinazione il secondo. I molfettesi appaiono meno precisi del solito nei primi due giochi soprattutto al servizio (4 ace, di cui due di Sabbi e 12 errori) e in attacco, complici anche gli ottimi muri di Verhees e Beretta e le generose difese di Rizzo, poi si risvegliano nel terzo con Sabbi (13 punti, 2 ace e 1 muro) e Polo (10 punti, 1 ace e 3 muri) ma non basta: Monza è lanciata verso la conquista del parziale e della gara che alla fine si aggiudica con un 3-0 estremamente positivo per morale e prosieguo della stagione.

Sostieni Volleyball.it