Play Off Challenge: Monza va in Europa. 3-2 al Padova. Balaso saluta, va alla Lube

A fine partita Balaso saluta tifosi e società. Il libero dalla prossima stagione sarà il libero, italiano, della Lube

KIOENE PADOVA – GI GROUP MONZA 2-3 (25-21 21-25 18-25 25-23 10-15)
Kioene Padova: Travica 1, Cirovic 15, Volpato 8, Premovic 13, Koprivica 0, Polo 9, Bassanello (L), Scanferla 0, Gozzo 17, Balaso (L), Peslac 0, Nelli 0, Sperandio 0. N.E. All. Baldovin.
Gi Group Monza: Shoji 6, Plotnytskyi 18, Beretta 2, Finger 12, Dzavoronok 24, Buti 3, Brunetti (L), Terpin 0, Rizzo (L), Botto 1, Hirsch 1, Walsh 0, Barone 5, Langlois 1. N.E. All. Falasca.
ARBITRI: Frapiccini, Zanussi.
NOTE – durata set: 28′, 29′, 24′, 32′, 17′; tot: 130′.
Spettatori: 1.380. Incasso: 4.329 Euro. MVP: Gozzo.

PADOVA – Finale di Play-Off Challenge alla Kioene Arena tra i padroni di casa di Padova e la Gi Group Monza. Dopo un avvio in favore veneto, la partita si sposta nelle mani dei brianzoli, che approfittano della perdita di precisione ed incisività dei padroni di casa e ribaltano la situazione portandosi in vantaggio. Padova però non demorde e riporta tutto in parità, portando la finale al tie-break. I veneti sembrano poter aggiudicarsi il match, ma Monza risponde con carattere e si prende il tie-break e la partita. Peccato per Padova e per Balaso, alla sua ultima partita in maglia bianconera, che saluta compagni, staff e tifosi tra gli abbracci e le lacrime di tutti, prima di cominciare la sua avventura a Civitanova.

SESTETTI IN CAMPO – Coach Baldovin, costretto a rinunciare a Randazzo per l’infortunio al martello, schiera in campo per la Kioene la diagonale Travica e Premovic, Volpato e Polo centrali, Cirovic e Koprivica schiacciatori di banda, libero Balaso.

La Gi Group Monza di Falasca risponde con Shoji al palleggio in diagonale con Finger, i centrali Buti e Beretta, gli schiacciatori Dzavoronok e Plotnytskyi, libero Rizzo.

PIU’ E MENO – Come prevedibile in una partita finita al tie-break, i valori numerici sono equivalenti tra le due squadre: 42% in attacco per Padova, 44% per Monza, 9 muri per i veneti, 10 per i brianzoli. Al servizio 24 errori e 12 ace per la Kioene, 23 errori e 15 ace per Monza. Solo in ricezione la differenza è più marcata: 38% di positiva per Padova contro il 45% della Gi Group. Miglior percentuale di attacco per Gozzo, con 59% e 17 punti, di cui 5 ace e 2 muri, numeri che insieme all’atteggiamento positivo e alle buone difese gli danno il titolo di MVP, nonostante dall’altra parte ci siano i 24 punti di Dzavoronok (17 attacchi, 5 ace e 3 muri).

COSA VI SIETE PERSI – Sul 16-22 Polo mura Beretta, ma prende la palla sul naso ed è costretto ad uscire sanguinante dal campo, lasciando momentaneamente spazio a Sperandio. Al rientro in campo per il quarto set, confusione nel consegnare la formazione e Baldovin effettua subito il primo cambio per reinserire Polo.

CRONACA – Inizio di primo set all’insegna dell’equilibrio, con Plotnytskyi che prova a mettere avanti la testa per i brianzoli, Baldovin che inserisce Gozzo per Koprivica. Premovic spinge dai 9 metri e sorpassa 10-8, poi si scatena Gozzo che porta la situazione sul 14-8. Con una serie di cambi, la Gi Group si riporta sotto, ma Premovic ed i mani out di Cirovic riportano a distanza di sicurezza i padovani, che chiudono con il muro di Volpato su Buti.

La seconda frazione comincia allo stesso modo della precedente, ma dal 7-8 Monza si porta 7-11 con Dzavonorok e Padova è costretta ad inseguire, perché la Gi Group con Dzavonorok e Finger continua ad allungare, con Baldovin che sul 9-15 è costretto ad esaurire i tempi a disposizione. La Kioene prova una serie di cambi e dal 12-21 grazie a Premovic, Gozzo e Polo i veneti accorciano 18-22, ma il set va ai lombardi.

Parte forte Dzavonorok dai 9 metri, poi i compagni spingono in attacco e Monza vola 2-6. Padova subisce e, imprecisa anche al servizio, resta indietro, lasciando il set agli ospiti, che senza troppi patemi chiudono 18-25.

Quarto set con la Gi Group che tenta la fuga spinta da Dzavoronok, ma la Kioene con Gozzo e Cirovic ribalta e si porta 18-15. Ricuce Monza che poi sorpassa ancora con lo schiacciatore ceco, i punti diventano caldi ed anche gli arbitri richiedono i video check. Gozzo e Polo non mollano (23-22). Due attacchi out di Plotnytskyi e set ai veneti, che portano il match al tie-break.

Quinta frazione con Padova che si affida a Gozzo e va 5-2, ma Barone e Botto riportano in parità la situazione. Dopo il cambio di campo la Kioene si porta avanti di 2, ma Monza non si lascia intimorire e con Finger e ancora Dzavoronok si prende il match.

HANNO DETTO

Valerio Baldovin (allenatore Kioene Padova): “Sapevamo che una delle chiavi del match sarebbe stata una ricezione solida, ma purtroppo non siamo riusciti a contenerli. Detto ciò, abbiamo disputato comunque un buon match, mettendo in risalto la prestazione di Gozzo che ha fatto vedere davvero grandi cose. Sommando ciò che è avvenuto in questa stagione, abbiamo espresso un buon gioco pur peccando di continuità. Difficilmente abbiamo mollato e per questo va dato merito al gruppo”.

Miguel Angel Falasca (allenatore Gi Group Monza):
“Dedico questa vittoria anzitutto ai ragazzi che si sono impegnati per tutta la stagione. In seconda battuta la dedico alla mia famiglia e ai tifosi che hanno avuto due belle soddisfazioni con la squadra maschile e quella femminile che il prossimo anno giocheranno in Europa. E’ stato un match tirato nel quale noi abbiamo dimostrato qualcosa in più nei momenti chiave”.

Sostieni Volleyball.it