Play Off: Semifinale Gara3. Civitanova-Trento 3-1. Stratosferico Leal

Gara 3 Semifinali Play Off SuperLega Credem Banca
Cucine Lube Civitanova – Itas Trentino 3-1 (25-27, 25-22, 25-17, 25-21)
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Juantorena 12, Simon 15, Rychlicki 15, Leal 20, Anzani 5, Larizza (L), Balaso (L), Marchisio (L), Kovar 0. N.E. Yant Herrera, Diamantini, Hadrava, Falaschi. All. Blengini.
Itas Trentino: Giannelli 1, Santos De Souza 12, Lisinac 9, Abdel-Aziz 20, Kooy 12, Podrascanin 6, Bonatesta (L), Rossini (L), Sosa Sierra 1, De Angelis (L), Cortesia 1, Sperotto 0, Michieletto 0. N.E. Argenta. All. Lorenzetti.
ARBITRI: Santi, Vagni.
NOTE – durata set: 34′, 30′, 26′, 27′; tot: 117′.

CIVITANOVA – La Cucine Lube Civitanova vince gara 3 di semifinale play off e ora guarda al prosieguo della serie con il vantaggio di due match ball per l’accesso della finale. E’ stata una gara a due volti che però i cucinieri di Blengini hanno meritato di vincere per la maggior coralità nel gioco, per la maggior capacità di diversificare la fase di conclusone punto. Muro, servizio, attacco nel tabellino finale c’è una buona distribuzione in fase realizzativa con un Leal ispirato. Dall’altra parte della rete la squadra di Lorenzetti è apparsa troppo legata la rendimento di Abdel Aziz. Con un Kooy opaco e un Lucarelli poco determinante il gap alla distanza è risultato troppo ampio. Dopo un primo set vinto da Trento sui nervi, dal secondo set la Lube ha aumentato i giri. A gara 4 in quel di Trento la Lube Civitanova potrà cercare il colpo del ko.

COSA VI SIETE PERSIQuella odierna potrebbe essere stata l’ultima direzione arbitrale (in Superlega) per l’arbitro umbro Simone Santi. Fischietto di serie A dal 1994, arbitro FIVB dal 2011, fischietto a cinque cerchi a Londra 2012, Simone – classe ’66- è infatti giunto ai limiti di età. Con Perugia possibile finalista tricolore l’arbitro di Città di Castello non potrà dirigere nessuna gara della serie scudetto. Ultima direzione di una carriera da applausi.  

PIU’ E MENO – Yoandy Leal votato Mvp della partita (per lui 20 punti, 61% in attacco, 35% di positive in ricezione su 23 palloni, 2 ace e 4 muri).

SESTETTI – De Cecco e Rychlicki opposto, Juantorena e Leal in posto4, Anzani e Simon al centro, Balaso libero. Trento con  Giannelli in cabina di regia, opposto Abdel-Aziz, al centro Lisinac e Podrascanin, di mano Kooy (novità rispetto alle due precedenti sfide giocate con Michieletto) e Lucarelli, nel ruolo di libero Rossini.

1° Set – Avvio di parziale di marca marchigiana (6-3, 11-5, 12-8) un gap incentivato dai tanti errori di Trento nel fondamentale di attacco. Lucarelli e Rossini in difficoltà in ricezione su Juantorena favoriscono il 15-10 di Rychlicki. Nimir torna protagonista al servizio: firma due ace, uno su Balaso da 1 a 1, uno sulla sinistra di Leal da 1 a 5: 15-13. Sospiro di sollievo per Trento che al cambio palla vede Simon non trovare il campo al servizio: 16-14.  Leal picchia come un fabbro e la Lube torna a +4: 18-14. Lorenzetti ferma tutto ma non parla molto con la squadra che deve solo respirare e ritrovarsi. 19-17 errore Juantorena in parallela, secondo errore in attacco per il caraibico. Il turno di battuta di Giannelli vale un parziale di 0-4 Trento. Rychlicki attacca out: 19-19.
Simon legge al meglio il tempo in attacco di Lisinac: 21-19. L’attacco out d Abdel Aziz (il video check dice che non c’è tocco sulle mani di Juantorena) vale il 22-20, pesa come una sentenza il muro di Simon su Kooy da 4: 23-20. Set che sembra vinto dalla Lube che arriva con Simon eccezionale a rete: 24-21. Nimir annulla il primo set ball 24-22 e va al servizio: Leal nella seconda ricostruzione sbaglia per il 24-23. L’olandese di Trento trova l’ace tra Balaso e Juantorena: 24-24. La Lube ha un altro set ball ma non lo concretizza con il servizio out di Simon, quarta battuta sbagliata Lube: 25-25. Muro di Lucarelli su Rychlicki: 25-26, primo set ball Trento. Nimir chiude in contrattacco: 25-27.

2° set – Equilibrio a inizio set con Trento che tiene l’iniziativa (4-6). Un muro di contenimento su Rychlicki vale il +3 di Trento con Lisinac (6-9).
Leal è protagonista. Attacca poi va al servizio e favorisce il 15-11: errore di Podrascanin, ace del caraibico, muro di Juantorena su Nimir Abdel Aziz, attacco di Juantorena, errore di Lucarelli.
Cotesia entra per Podrascanin e mura Leal: 15-13. Lube in gestione. Juantorena al servizio su Rossini favorisce l’immediato contrattacco del compagno di reparto: 19-16. Nimir accorcia le distanza (20-19). Civitanova fatica al servizio e fino al 23-22 non si rompe l’equilibrio. Qui Simon trova il 24-22 e chiude il 25-22 dopo bella difesa di Marchisio. Attacchi di squadra oltre il 50% per entrambe le formazioni.

3° set – Avvio 5-2 Lube con Leal che fa la differenza. De Cecco mura Abdel Aziz: 9-6, time out Lorenzetti. Inerzia tutta marchigiana: 16-13. Qui Leal va al servizio e trova il 17-13 tra Rossini e Lucarelli (zona 6 e 5). Errore di Rychlicki, 17-15. Blengini ferma tutto con Civitanova e Trento che ad elastico passano dal +4 al +2. Leal e Rychlicki riportano al +4: 20-16. Simon fa +5: muro a uno su Podrascanin. Juantorena completa l’opera con due ace (corto in 2 davanti a Abdel Aziz, potente in 6 su Rossini): 24-17. Difesa su Nimir e giocoleria Lube con Juantorena che finta la pipe e invece apre in 2 ad uno smarcato Rychlicki: 25-17.

4° set – Juantorena apre il 4° set con ace tra Rossini e Lucarelli. Kooy out con Simon che toglie le mani e ancora out l’azione successiva: 3-0. Lampo Abdel Aziz: ace su Juantorena 3-2. Sorpasso Trento con il turno di battuta di Kooy che cerca Leal in ricezione per poi raddoppiare a muro su Rychlicki (4-5). Ancora ace di Trento, con Lucarelli: 8-9. Se al servizio l’Itas sembra aver qualcosa da dire in più la Lube fa più gioco: 12-10 a rete Rychlicki vice il contrasto con Kooy. Leal fa 13-10 dopo una grande difesa di Balaso. Simon mura Lisinac con una mano, Leal terzo di rete mura Kooy (reo di una ricezione imperfetta): 15-10. Entra Michieletto. La gara scivola via con la Lube in controllo. Juantorena si esalta in difesa, Leal chiude: 22-18. Sul 24-20 il primo match ball è annullato da Lucarelli (24-21). Chiude la partita Juantorena: 25-21.

Sostieni Volleyball.it