Polonia: Decimo titolo per lo ZAKSA. 3-0 allo Jastrzebski in gara 4

740

Finale 1°-2° posto: Gara 4 (14 maggio)
2° vs. 1°: Jastrzębski Węgiel – Grupa Azoty ZAKSA Kędzierzyn-Koźle 0-3 (23-25, 17-25, 21-25) – Serie: 1-3 – statistiche
Jastrzebski: Toniutti 0, T. Fornal 3, Wisniewski 4, Hadrava 5, Clevenot 10, Gladyr 2, Popiwczak (L); Boyer 5, R. Szymura 15, Tervaportti 0, Macyra 0. Non entrati: Cedzynski, Biniek (L), Szwed. All: Giolito.
ZAKSA: Janusz 3, Sliwka 15, D. Smith 5, Kaczmarek 5, Semeniuk 19, Rejno 4, E. Shoji (L); Zalinski 0. Non entrati: Staszewski, Kluth, Kalembka, M. Kozlowski, Banach (L). All: Cretu.
MVP: Semeniuk.

Nicola Giolito

POLONIA – Nonostante l’assenza di Huber (durante l’esecuzione dell’inno nazionale tutti i giocatori dello ZAKSA indossano la maglia da riscaldamento del n° 99) lo ZAKSA Kedzierzyn-Kozle sbanca il campo dello Jastrzebski di Giolito in soli 3 set in gara 4 e chiude la serie di finale sul 3-1 laureandosi campione di Polonia per la 10° volta nella sua storia. Ennesima controprestazione di Fornal contro lo ZAKSA (solo 3 punti, 11% di eff. in att. e sostituito a metà 2° set), ma faticano anche gli opposti Hadrava (38% di vinc. e 8% di eff. in att.) e Boyer (50% di vinc. e 20% di eff. con 3 err. in batt.). Il solo Szymura (15 punti, 71% di vinc. e 59% di eff. in att., 3 ace), per altro partito dalla panchina, non basta per contrastare le ottime prove Semeniuk (MVP con 19 punti, 68% di vinc. e 59% di eff. in att., 3 muri e 1 ace) e Sliwka (15 punti, 67% di vinc. e 52% di eff. in att.). Un po’ fuori partita Kaczmarek (2 su 8 in att.). 7 muri a zero per la formazione del partente Cretu che vince anche al servizio: 6 ace e 9 errori, contro 4 ace e 15 errori.

LA CRONACA
1° set: Subito un contrattacco di Gladyr (1-0), poi arrivano gli errori di Clevenot (2-3) e Semeniuk (4-3). Il servizio di Hadrava propizia il contrattacco di Gladyr (5-3) poi lo Jastrzebski tocca il massimo vantaggio col contrattacco a 2 mani di Fornal che trova il mani e out: 7-4. Lo ZAKSA accorcia col contrattacco di Semeniuk (9-8) e poi va in serie sul turno di battuta di Smith: ace (10-10), slash di Rejno (10-11), muor di Kaczmarek su Clevenot (10-12). Anche il turno di battuta successivo è fruttuoso per la formazione di Cretu: Semeniuk mura Hadrava (11-14), Sliwka a segno in contrattacco (11-15). Il contrattacco di Clevenot (13-15) e l’errore di Sliwka riaprono il set (17-18), ma lo ZAKSA difende una pipe di Fornal e torna a +3 con Semeniuk: 18-21. L’ingresso in battuta di Szymura per Wisniewski frutta la free ball chiusa da Clevenot: 20-21. Lo Jastrzebski riacciuffa la parità sull’errore di Sliwka (23-23), ma Kaczmarek conquista il set point (23-24), Fornal riceve staccato e poi attacca in rete (23-25).

2° set: Sliwka apre con un ace (0-1), ma Kaczmarek attacca out (3-2). Il muro di Janusz su Hadrava riporta avanti lo ZAKSA (4-5) che poi fa ipoteca il set sul turno di battuta di Janusz: slash si Sliwka sull’errore in ricezione di Fronal (6-8), contrattacchi di Smith (6-9) e Sliwka (6-10) dopo difese su Gladyr, muro di Kaczmarek su Fornal (6-11) che lascia il posto a Szymura, errore di Gladyr (6-12) sostituito da Macyra. Dopo aver subito il muro del 9-16 finisce in panchina pure Hadrava. Set da dimenticare per lo Jastrzebski che incassa anche il contrattacco di Sliwka (10-18). Dopo 3 break point per parte finisce 17-25 sul lungolinea di Semeniuk.

3° set: Torna Gladyr, restano Szymura e Boyer. Subito break point ZAKSA con contrattacco di Rejno (0-2). Szymura scuote i suoi con 2 ace (4-4 e 5-4), Sliwka sbaglia (8-6). Semeniuk ritrova la parità sfruttando il mezzo punto in battuta di Smith: 9-9. Janusz si fa notare anche a muro fermando Szymura: 10-11. Szymura si riscatta col contrattacco del 12-11, ma Semeniuk trova l’ace su Clevenot: 21-13. Ancora Szymura protagonista con l’ace del 14-13, ma lo ZAKSA c’è: difesa su Clevenot e contrattacco di Sliwka (14-15). L’ace di Kaczmarek avvicina i suoi al traguardo (18-20). Sul 20-21 doppio cambio con Trevaportti e Hadrava, ma finisce out il contrattacco di Szymura (20-22). Rejno fa ace su Popiwczak (20-23), poi Hadrava attacca out (20-24). Tornano Toniutti e Boyer, ma l’errore in battuta di Gladyr chiude set, match e stagione: 21-25.

Formula
Quarti e semifinali al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri, finali 3°-4° posto e finale 1°-2° posto al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.

Sostieni Volleyball.it