Polonia: La PLS fa dietrofront. Negata al Varsavia la sostituzione di Kurek

POLONIA – Nuovo colpo di scena nella vicenda legata alla possibile sostituzione dell’infortunato Bartosz Kurek con Maciej Muzaj nell’Onico Varasvia.

Il regolamento prevede che un giocatore per poter essere sostituito in questo momento della stagione debba aver giocato da titolare almeno il 70% delle partite della squadra che fa richiesta.
In mattinata la PLS aveva concesso il cambio conteggiando nelle partite totali del Varsavia solo quelle giocate dopo l’arrivo di Kurek (che aveva iniziato la stagione a Stettino).

Il comunicato della mattina con il conteggio delle partite che dà il via libera per la sostituzione di Kurek

Pochi minuti fa, dopo aver consultato uno studio legale, è però arrivato il dietrofront ufficiale. L’interpretazione corretta del regolamento è quella che prevede che si contino tutte le partite giocate dal Varsavia in stagione e non solo quelle dopo l’arrivo di Kurek (dunque 24 e non 15 come nel conteggio mattutino), che pertanto a questo punto con 13 partite giocate su 24 non raggiunge il 70% e non è dunque sostituibile.

Sostieni Volleyball.it