Polonia: Stettino resta senza… benzina. Il passo indietro della Orlen Oil la ragione dei problemi economici?

L'esultanza di Kurek sotto lo sguardo di Hoag e Zygadlo
Kurek, Hoag e, di spalle, Zygadlo con la maglia dello Stettino

POLONIA – Si tinge di giallo la stagione dello Stocznia Stettino, la società che aveva spaccato in due il mercato della Plus Liga e ora si ritrova impantanata in problemi economici che sembrano molto seri.

Molti addetti ai lavori polacchi si erano stupiti del mercato faraonico della società di Radoslaw Rybak, passata dall’essere una cenerentola della Plus Liga (e pare con alcuni problemi a saldare la scorsa stagione) a diventare una delle favorite allo scudetto, con l’ingaggio di Radostyn Stoytchev come direttore sportivo e l’approdo di campioni del calibro di Kaziyski, Kurek, Zygadlo Rossard. Stando alle ultime indiscrezioni giocatori e staff, che hanno ricevuto soltanto una mensilità di pagamenti da agosto a oggi, sarebbero sul piede di guerra.

Il problema però, non sembra essere di facile soluzione: pare infatti che Stettino avesse un accordo preliminare con Orlen Oil, il colosso nazionale dei carburanti che già sponsorizza le squadre nazionali e aveva un accordo in essere con la federazione polacca. In teoria Orlen Oil avrebbe dovuto disimpegnarsi dalla partnership federale al termine dei Mondiali maschile e femminile e abbracciare la squadra del Baltico.

Ma il successo di Kurek e compagni a Torino sembra aver fatto fare retromarcia ai vertici dell’azienda, che vorrebbero rimanere con le nazionali e non hanno così firmato l’accordo con lo Stocznia. Stettino che così si ritrova senza main sponsor, ma con la squadra già fatta e ingaggi altissimi dei giocatori e dello staff: riuscirà a trovare un partner in grado di sopperire alle mancanze?

Difficile dirlo, intanto la squadra è in subbuglio e addirittura sono in dubbio le prossime partite.

Sostieni Volleyball.it