Qual. Olimpiche F.: Ancora un flop per l’Olanda. La Germania vince 3-0 e va in finale

Semifinale
Germania – Olanda 3-0 (27-25, 25-23, 25-22) – il tabellino

APELDOORN – Finisce in largo anticipo il sogno olimpico dell’Olanda (quarta a Rio 2016 e al Mondiale 2018). Nonostante l’organizzazione casalinga del torneo (straordinario il numerosissimo, coloratissimo e caldissimo pubblico di Apeldoorn) ed il cambio di allenatore (via Morrison ed al suo posto Caprara) si allunga la striscia di risultati negativi iniziata nel 2019. Non basta nemmeno il ritorno di Meijners (oggi 8 punti in tabellino).
Trascinata da Lippmann (altri 21 punti, 47% in att., 1 muro e 3 ace) ed Orthmann (14 punti e 50% in att. e 3 contrattacchi decisivi nel finale di 3° set) la Germania si impone addirittura in appena 3 set (seppure tutti sul filo di lana) e domani affronterà in finale la vincente di Turchia-Polonia.

LA PARTITA 
1° set: 3 ace (2 per Lippmann e 1 per Hanke) consentono alla Germania di allungare: 5-3, 9-6 e 13-10. Un altro break point arriva a muro (15-11) e la Germania resta avanti sino al 22-18. L’Olanda però regisce e pareggia: muro su Lippmann (22-20), errore di Schoelzel (22-21) e contrattacco di Meijners (23-23). Daalderop (80% in att. nel set) manca però l’occasione del sorpasso (24-23) e alla terza palla set Lippmann capitalizza una difesa delle compagne su De Kruijf: 27-25. L’Olanda paga il saldo negativo in battuta (0 ace e 3 errori contro 3 ace e 0 errori) e l’1/8 in att. di Buijs.

2° set: La schiacciatrice del THY resta infatti in panchina nel 2° set in cui c’è Sloetjes (già entrata per il doppio cambio nel primo set) opposta e Meijners scala in banda. L’Olanda stavolta parte meglio ed arriva addirittura sul +6 dopo gli attacchi out di Orthmann (8-13) e Lippmann (9-15). Lippmann si rifà con un ace (11-15) poi sbagliano Meijners e Sloetjes (13-15) e la Germania impatta con Schoelzel (15-16) e Geerties (16-16). Lippmann firma il sorpasso (17-16), Buijs (rientrata) sbaglia ancora: 19-17. E’ l’ultimo break point del set e 12 “cambipalla” portano il punteggio sul 25-23 firmato Schoelzel.

3° set: Buijs torna in panchina mentre dopo pochi scambi Knip sostituisce Schoot nel ruolo di libero. Si lotta punto a punto (8-8) poi è la Germania a tentare l’allungo con Orthmann (10-8) e l’errore di Meijners (12-9). L’Olanda ricuce con 3 punti consecutivi dal 16-13 al 16-16. Daalderop concede il 18-16, Hanke trova l’ace del 19-16. De Kruijf (19-18), Sloetjes (19-19) e Daalderop (19-20) infliano però 3 break point consecutivi per il sorpasso. Non basta però per riaprire la partita perché sul turno di battuta di Weitzel l’Olanda non riesce a fare “cambiopalla” (non funziona il doppio cambio Bongaerts-Plak che viene chiuso dopo 2 scambi persi) ed Orthmann punisce con 3 contrattacchi consecutivi che valgono il 24-21. La schiacciatrice di Monza manda poi in rete la palla della vittoria (24-22), ma non importa perché Lippmann non sbaglia (25-22) e fa partire la festa tedesca.

Sostieni Volleyball.it