Qual. Olimpiche F.: Guidetti porta la Turchia a Tokyo 2020

Finale 
Turchia – Germania 3-0 (25-17, 25-19, 25-22) – il tabellino

APELDOORN –  Dopo i patemi contro il Belgio (superato solo 3-2) ed il mezzo di miracolo di ieri contro la Polonia (5 match point salvati) la Turchia di Giovanni Guidetti centra la qualificazione olimpica superando nella finale del torneo di Apeldoorn la Germania per 3-0. Vendicato dunque l’1-3 del match di esordio.

Per la Turchia femminile sarà la seconda partecipazione olimpica dopo il precedente 9° dell’edizione di Londra 2012.

Per Guidetti sarà la seconda partecipazione olimpica consecutiva dopo il 4° posto con l’Olanda del 2016.

Quest’oggi la Turchia, con Aydemir tornata titolare in regia, ha giocato la migliore partita del torneo. In evidenza soprattutto le centrali Erdem (14 punti, 56% in att, 2 muri e 3 ace) e Gunes (11 punti, 73% in att, 2 muri e 1ace) e la schiacciatrice Baladin (18 punti, 59% in att., 1 muro e 1 ace) che hanno compensato il calo di Boz (oggi solo 5 punti con lo 0% di eff. in att. dopo i 36 punti di ieri). Lippmann (17 punti) ed Orthmann (14) ancora in doppia cifra per la Germania, ma stavolta per la schiacciatrice di Monza autrice sin qui di un ottimo torneo ci sono anche 5 errori in ricezione e percentuali non irresistibili in attacco (33% di vinc. e 22% di eff.).

LA PARTITA
1° set: Erdem a muro su Orthmann (3-1) e Baladin in contrattacco (4-1 e 6-2) spingono subito avanti la Turchia. Baladin va a segno anche a muro su Schoelzel (7-2) . Orthmann accorcia (7-4), ma Ismailoglu ristabilisce le distanze: 10-5. Ancora Baladin (7 punti e 75% in att. nel parziale) per il nuovo massimo vantaggio (13-7) poi Boz trova l’ace (16-10) che rimedia all’invasione di Aydemir (14-10). Erdem realizza un altro ace (19-12) ed il finale di set non riserva sorprese con Baladin che sigla il 25-17.

2° set: Dopo gli ace di Orthmann (4-5) e Baladin (6-5) sono due ace di Erdem a scavare il primo solco tra le 2 squadre: 9-6. Geerties accorcia le distanze (9-8) e la Germania resta in scia sino all’11-10 poi Boz in contrattacco (13-10) e Gunes con ace su Pogany scavano il solco: 14-10. Ace anche per Lippmann (14-12) poi per un nuovo break point bisogna attendere l’errore in palleggio di Aydemir che Boz non può aggiustare dopo scambio prolungato: 20-19. La Turchia però non trema e piazza addirittura 5 punti consecutivi: Baladin, errore pesantissimo di Lippmann che cerca il lungolinea, contrattacco di Erdem, contrattacco di Baladin e muro di Erdem su Lippmann.

3° set: A Baladin (3-1) risponde l’ace di Weitzel (4-4). Schoelzel però sbaglia (6-4) ed Aydemir va a segno dai 9 metri: 9-6. La Germania si avvicina (10-9), ma Orthmann non trova le mani del muro in lungolinea: 13-10. Gli errori di Schoelzel (17-13) e Lippmann (18-14) sembrano firmare la resa ed invece un ace di Weitzel (20-18) e 2 consecutivi di Orthmann riaprono il discorso: 22-22. Solo però per un attimo perché il terzo servizio di Orthmann è sbagliato (23-22), Aydemir è aiutata dalla sorte con il nastro che smorza la sua battuta (24-22) ed Ismailoglu chiude in contrattacco alla prima palla match: 25-22.

Sostieni Volleyball.it