ROMA – “Sicuramente c’? una certa pressione perch? per la pallavolo sarebbe una novit? non andare alle Olimpiadi; sarebbe senza dubbio una cosa inaspettata e molto dolorosa. Speriamo che tutto proceda per il meglio”.

C’? tensione in casa Italia (in Italia) alla vigilia del torneo di Tokyo, ultima chance per gli azzurri di ottenere il pass per le Olimpiadi di Pechino. Lo dimostrano le parole del presidente della Federazione italiana di pallavolo Carlo Magri.

“? un torneo pi? che importante, direi importantissimo, perch? noi pensiamo che la squadra abbia tutte le caratteristiche per potere arrivare a Pechino – afferma Magri – La preparazione ? stata molto buona e l’atmosfera ? positiva da tutti i punti di vista”. www.volleyball.it
“Per la preparazione ho parlato prima con l’allenatore Anastasi
– aggiunge il presidente Fipav – credo che le condizioni per la qualificazione ci siano tutte anche se ormai con il really point il risultato ? diventato sempre pi? incerto. Noi comunque siamo molto fiduciosi per il lavoro fatto; potenzialmente credo che questa sia una squadra molto forte”.

Domani subito una impegno duro per gli azzurri con i padroni di casa del Giappone. “Forse ? la partita pi? difficile – afferma Magri – molto probabilmente ci sar? il problema del fuso orario, ma sono tutte cose che devono essere superate. Loro giocano in casa di fronte ad un pubblico numeroso; l’ultima volta poi in Italia abbiamo anche perso”.

“Sulla formazione non ci sono novit? particolari – conclude il presidente Fipav – Oggi Fei aveva qualche problemino, ma si spera di piccola entit?. Penso che molto probabilmente giocher? Martino, che ? una novit? per la pallavolo italiana, un giovane che entra di forza nel sestetto titolare. Noi siamo molto fiduciosi, direi che questa ? una squadra che se arriva alle Olimpiadi, come mi auguro, potr? andare anche molto lontano”.

 Nella foto Magri, a sinistra, con il presidente FIVB Ruben Acosta