Qualificazioni Olimpiche: Incubo Serbia per gli azzurri… Italia maschile appesa ad un filo

Aleksandar Atanasijevic contro il muro azzurro di Anzani e Lanza all'ultimo mondiale
Aleksandar Atanasijevic contro il muro azzurro di Anzani e Lanza all'ultimo mondiale

MODENA – L’ufficializzazione dei gironi di qualificazione olimpica mette l’Italia maschile di Gianlorenzo Blengini di fronte al peggior incubo 2018, la Serbia.

Detto che si deve vincere anche con Australia e Cameroon, nella Pool C gli azzurri molto probabilmente si giocheranno la qualificazione diretta proprio nello scontro con la Serbia, squadra che nella prima gara che contava per davvero nel Mondiale 2018 ci ha miseramente aperto gli occhi eliminandoci dalle 4 top della rassegna iridata.    

Quella sfida potrebbe corrispondere alla possibilità di passaggio alle Olimpiadi più “comoda” rispetto al successivo torneo europeo del Gennaio 2020 a otto squadre (le miglior europee non ancora qualificate, sulla base del Ranking Cev post Europeo 2019)  che potrebbe veder in lizza oltre ad una tra Italia e Serbia (o entrambe in caso di exploit dell’Australia) due tra Francia, Polonia e Slovenia dalla Pool D, Olanda, Belgio, Bulgaria, Germania o Finlandia. Otto per un solo posto.

Appuntamento che richiederà peraltro uno stop dei campionati considerando che si giocherà un torneo  analogo in ognuno dei cinque continenti (Sudamerica, Africa, Asia, Europa e Norceca) e questo di certo andrà a coinvolgere tutti i club di Superlega.

Sostieni Volleyball.it