Ravenna: L’Olimpia Teodora riparte a mille. Weersing Ds: “Pur non partendo tra le favorite, ci toglieremo delle belle soddisfazioni”

99

RAVENNA – E’ stata presentata nei giorni scorsi la prima squadra dell’Olimpia Teodora Ravenna, ai nastri di partenza del campionato di Serie A2 di volley femminile per la quinta stagione consecutiva. Durante la conferenza stampa sono intervenuti Paolo Delorenzi, Presidente Olimpia Teodora, Henriëtte Weersing, Direttore Sportivo della società, Simone Bendandi, Coach, e la nuova capitana, Giulia Rocchi, poi l’Assessore allo Sport del Comune di Ravenna, Roberto Fagnani, ha portato il suo saluto alla squadra.
Gradite presenze alla presentazione anche quelle del Sindaco della città, Michele de Pascale, di Giorgio Bottaro, in rappresentanza del costituendo Consorzio per il Volley a Ravenna, e di Giancarlo Frasca di RCM Costruzioni.

Dopo i ringraziamenti di rito Henriette Weersing ha aperto le danze: “Ci tengo a ringraziare il Presidente per la fiducia dimostratami nell’affidarmi il ruolo di Direttore Sportivo. Personalmente sono molto legata a Ravenna e già da due anni frequentavo l’ambiente Olimpia Teodora. L’ho sempre trovato molto stimolante e mi fa particolarmente piacere che lo staff sia composto da tutti ravennati. Ci presentiamo a questo nuovo campionato con una squadra giovanissima, con l’età media di appena 22 anni e ulteriormente ridotta rispetto allo scorso anno. Assieme al DT Mauro Fresa in estate abbiamo scelto giocatrici che avessero prima di tutto, oltre a capacità tecniche, grandi qualità morali. Sicuramente queste ragazze avranno bisogno di pazienza, ma hanno tutte grande voglia di lavorare per crescere tutti assieme, quindi sono sicura che, pur non partendo tra le favorite, ci toglieremo delle belle soddisfazioni”.

Grande entusiasmo anche da parte del Presidente dell’Olimpia Teodora, Paolo Delorenzi: “Voglio ringraziare il Molinetto per l’ospitalità e tutti gli sponsor che ci sostengono e credono nello sport, in particolare la pallavolo, sia maschile che femminile, che continua a dare grande prestigio internazionale alla città di Ravenna. Mi fa molto piacere sottolineare il legame della nostra società con il territorio, con uno staff composto tutto da grandi competenze della città e anche molte giocatrici che possono ormai considerarsi ravennati, o addirittura provengono dal nostro settore giovanile. Posso dire con fierezza che a Ravenna si lavora bene e lo si è visto con i risultati di crescita ottenuti nella scorsa stagione. Quest’anno, con una squadra ancora più giovane, sono sicuro che lo staff sarà ancora più stimolato nel proprio lavoro. L’ambizione non ci manca e, prima o poi, anche se naturalmente meglio prima, il nostro obiettivo è riportare questa società nel palcoscenico che le spetta per la propria storia. Ho visto giocare la squadra nella prima amichevole e, al di là del risultato positivo che non guasta mai, ho visto prima di tutto un gruppo coeso, capace di giocare in maniera corale e con la grinta giusta. Se il buongiorno si vede dal mattino non si può che essere ottimisti e mi auguro che questa squadra possa raccogliere i risultati che merita. Infine ci tengo a ribadire, come poi si è potuto notare con i tanti successi italiani di questa estate, la grande importanza dello sport come mezzo per far crescere la credibilità del nostro paese. Per questi successi tra l’altro le società sportive meritano di essere ringraziate, per i tanti sacrifici che vengono fatti, soprattutto in questo periodo. Anche per questo speriamo di poter tornare ad avere quanto più pubblico possibile al palazzetto. Lo sport è emozione ed emozionare gli spettatori fa parte dello sport. Sono sicuro che quest’anno vivremo delle emozioni molto importanti e molto forti”.

La parola è quindi passata a Coach Simone Bendandi, che, dopo due stagioni sulla panchina dell’Olimpia Teodora, è stato confermato per un altro biennio: “Ringrazio il Presidente per la possibilità di crescere ancora qui e condividere questo percorso con alcune persone che sono per me fondamentali. Grazie per la possibilità di continuare a divertirmi, perché queste ragazze sono divertenti da allenare e hanno grande voglia di lavorare; sono una squadra e hanno un’anima che stanno creando autonomamente giorno dopo giorno, dimostrando che si tratta di giocatrici che hanno dei valori importanti e interessanti. In palestra c’è un continuo scambio di stimoli tra squadra e staff, e la cosa che più mi incuriosisce è che loro ancora non sono consapevoli di quello che possono esprimere e imparare. Sicuramente ci sono altre squadre che sulla carta sono più attrezzate di noi, ma personalmente penso che si giochi sempre per vincere e noi non ci poniamo limiti”.

Simone Bendandi ha quindi presentato una ad una tutte le ragazze e a seguire lo staff, poi ha lasciato la parola alla neo capitana, Giulia Rocchi: “Penso che nel corso della carriera di una giocatrice riuscire a ricoprire il ruolo di capitano sia un valore aggiunto. Ringrazio la società e lo staff e sono onorata della fiducia riposta nei miei confronti. Ci tengo infine a fare un in bocca al lupo a tutta la squadra per questa nuova stagione”.

In conclusione è arrivato il saluto dell’amministrazione comunale, con l’intervento dell’Assessore allo Sport, Roberto Fagnani, che ha ringraziato la società e gli sponsor per gli sforzi fatti per mantenere l’impegno nella pallavolo.

La nuova Olimpia Teodora Tante le novità per società di via Trieste che, dopo la bella semifinale playoff raggiunta nella scorsa stagione con una squadra giovane e ambiziosa, abbassa ulteriormente l’età media del roster, ma riparte da un punto fermo: Coach Simone Bendandi, ravennate doc, solo poche settimane fa Campione d’Europa con la nazionale azzurra nella quale svolge il ruolo di assistente allenatore.

Oltre al Coach confermate anche Alice Torcolacci, Giulia Rocchi e Alessandra Guasti, oltre alla giovane Greta Monaco, che diventerà un libero, e l’americana Taylor Fricano, protagonista nei playoff dell’anno scorso dopo essersi aggiunta all’ultimo momento in sostituzione dell’altra straniera, impegnata con la propria nazionale. Tante anche le novità a partire dalla palleggiatrice Natasha Spinello, reduce a sua volta da una semifinale playoff con Sassuolo, e dalla centrale Alessandra Colzi, trionfatrice negli stessi playoff con Vallefoglia. Le nuove schiacciatrici saranno Valentina Pomili, arrivata da Macerata, e la giovane Katarina Bulovic, classe 2002, che con la UYBA Volley Busto Arsizio ha lo scorso anno esordito in Serie A1.
Giovanissime anche la terza centrale, Chiara Salvatori, classe 2003 proveniente dal fiorente vivaio di Volleyrò Casal de Pazzi, e il secondo opposto, Eleonora Sestini, classe 2002, nella scorsa stagione in Serie B1 con la Pallavolo Perugia. Dalla B1 proviene anche la seconda palleggiatrice, Elena Foresi, classe 2000, nelle ultime due stagioni a Jesi, mentre la quarta banda sarà Sara Fontemaggi, classe 2002, che, come già successo nelle ultime stagioni ad altre giovani, viene promossa in prima squadra dopo la positiva esperienza in B2 e Under 19.

Sostieni Volleyball.it