RAVENNA – La Consar Porto Robur Costa Ravenna ufficializza oggi gli ingaggi degli schiacciatori Oreste Cavuto, in prestito dalla Trentino Volley, e dell’olandese Thijs Ter Horst, che torna in Italia, dove ha militato per tre stagioni a Verona e due a Piacenza, a distanza di tre campionati dall’ultimo disputato nel nostro Paese.

“Quella con Cavuto è stata una trattativa a singhiozzo, che ha seguito inevitabilmente l’evoluzione delle strategie di Trento sul mercato – spiega Bonitta  ma quando poi la situazione si è sbloccata, mi ha fatto molto piacere l’entusiasmo che il giocatore ha manifestato nel venire a giocare a Ravenna e il fatto che non abbia cambiato idea dopo le ottime prestazioni che sta fornendo con la nazionale. Io con lui sono stato chiaro: c’è una strategia che prevede l’impiego più continuativo  di Lavia, ma Oreste si è messo a disposizione con grande umiltà e voglia di fare bene”.

Thijs ter Horst, nazionale olandese dal 2011, classe 1991, 205 cm di altezza, dopo gli esordi nel campionato del suo Paese, sbarca in Italia dove resta cinque annate dividendosi tra Verona e Piacenza. Poi l’esperienza nella V-League, il campionato della Corea del Sud, al Samsung Bluefang con la cui maglia è stato premiato due volte come miglior schiacciatore della V-League, e un interregno in Qatar al Police per disputare la Coppa del Qatar.

“Thijs è giocatore di grande fisicità, con spiccate caratteristiche nel colpo d’attacco da seconda linea – è la descrizione di Bonitta – e soprattutto con qualità nell’attacco da posto sei. Dopo tre anni in Corea voleva rientrare in Italia e abbiamo intercettato al volo questa sua voglia di ritornare in un contesto di squadra in cui ha la certezza di poter giocare. Abbiamo chiuso velocemente la trattativa e crediamo di avere preso un giocatore che ci sarà molto utile. Adesso sta disputando la Golden League, il torneo per le nazionali che non
sono impegnate nella Nations League”.

Con i due schiacciatori va ormai completandosi l’organico affidato a Marco Bonitta per il prossimo campionato di SuperLega che inizierà il20 ottobre: ai confermati Saitta, Lavia e Marchini si aggiungono gli arrivi dell’alzatore serbo Batak (classe 2000), del libero della nazionale slovena Jani Kovacic (classe 1992), dello schiacciatore Francesco Recine (classe ’99), figlio d’arte e dell’opposto Sharone Vernon-Evans (classe ’99), attualmente impegnato in Nations League con la nazionale canadese di cui è stato tra gli artefici del terzo posto alla World League del 2017 (prima volta nella storia della nazionale nordamericana).