Russia: Kazan, San Pietroburgo (rimonta clamorosa!) e Kemerovo in semifinale. Il Fakel di Placì pareggia

Il Fakel vince e va alla bella

RUSSIA – Si sono disputate questo pomeriggio le gare 2 dei quarti di finale del campionato russo.

Lo Zenit Kazan ha passeggiato sul campo dell’Ural Ufa lasciando ai malcapitati avversari appena 43 punti ed ha dunque chiuso la sua serie sul 2-0. In evidenza Mikhaylov (77% di vinc. e di eff. in att.) ed Anderson (63% di vinc. e 53% di eff. in att.).

Turno superato in sole due partite, ma con molta più fatica anche per lo Zenit San Pietroburgo. Grozer (25 punti, 41% di vinc. e 22% di eff. in att., 2 muri, 8 ace, 10 err. in batt.) e compagni si sono infatti resi protagonisti di una incredibile rimonta sul campo del Lokomotiv Novosibirsk recuperando dal 2-0 e dal 19-13, 23-20, 24-23 e 25-24 nel 3° set. Nel 5° set è stata la formazione siberiana a dare l’illusione della controrimonta risalendo dal 9-11 al 13-12, ma il vantaggio è durato un attimo (13-14) e al terzo match point ospite Alexander Volkov ha murato Bakun (15-17).

L’ultima squadra (in ordine cronologico) a guadagnarsi la semifinale in 2 partite è il Kuzbass Kemerovo del futuro coach della nazionale russa Tuomas Sammelvuo. Poletaev (top scorer con 23 punti) e compagni hanno vinto 3-1 sul campo della Dinamo Mosca che ha dunque fallito anche l’ultimissima occasione per riscattare un’annata fallimentare. Buona la prova odierna dell’italoolandese Kooy: 20 punti, 61% di vinc. e 48% di eff. in attacco.

Servirà invece la terza partita per decidere l’ultima semifinalista. Dopo il 2-3 casalingo il Fakel di Placì si è riscattato e trascinato dai 22 punti dell’ottimo Dmitriy Volkov (49% di vinc. e 38% di eff. in att., 2 muri e 2 ace) ha vinto in appena 3 set sul campo del Belogorie Belgorod di coach Kovac, oggi tradito dalla giornata no di Perrin (-4% di eff. in att.).

In semifinale si affronteranno da una parte San Pietroburgo e Kemerovo mentre Kazan attende la vincente di gara 3 tra Fakel e Belgorod.

Quarti di finale: Gara 2
14 aprile
8° vs. 1°: Ural Ufa- Zenit Kazan 0-3 (16-25, 12-25, 15-25) Serie: 0-2
Top Scorer: Feoktistov 7, Rybakov 7, Titich 6; Mikhaylov 19, Anderson 12, Volvich 7, Spiridonov 5.

6° vs. 3°: Lokomotiv Novosibirsk – Zenit San Pietroburgo 2-3 (25-21, 25-21, 25-27, 20-25, 15-17) Serie: 0-2
Top Scorer: Bakun 27, Ivovic 19, Rodichev 10, Smolyar 8; Grozer 25, Camejo 22, A. Volkov 12, L. Divis 11.

7° vs. 2°: Dinamo Mosca – Kuzbass Kemerovo 1-3 (23-25, 25-22, 22-25, 22-25) Serie: 0-2
Top Scorer e italiani: Kooy 20, Kruglov 18, Shcherbinin 13, Berezhko 5; Poletaev 23, Podlesnykh 14, Pashytskyy 13, Tavasiev 8.

5° vs. 4°: Belogorie Belgorod – Fakel Novy Urengoy 0-3 (25-27, 22-25, 19-25) Serie: 1-1
Top Scorer: Petric 15, Zemchenok 14, Perrin 6, Gutsalyuk 5; D. Volkov 22, Kliuka 12, Udrys 8, Iakovlev 7.

Formula
Quarti di finale, semfinali 1°-4° posto, semifinali 5°-8° posto, finale 5°-6° posto, finale 3°-4° posto al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri; finale 1°-2° posto al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri.
In semifinale la squadra meglio piazzata in reg. season affronta la peggio piazzata in reg. season.

Programma (orari italiani)
Quarti di finale: Gara 3 (17 aprile)
ore 16.00 4° vs. 5°: Fakel Novy Urengoy – Belogorie Belgorod

Sostieni Volleyball.it