Russia: Quarti, gara 1. Sconfitte in casa per il Belgorod ed il Fakel di Placì

Kazan, Kemerovo, Mosca e San Pietroburgo fanno il primo passo verso la semifinale. Kooy top scorer di giornata con 28 punti.

444
Poletaev stende il Belgorod con 21 punti

RUSSIA – Sono scattati oggi pomeriggio i play off del campionato del russo.

Il colpo a sensazione l’ha piazzato il Kuzbass Kemerovo che come era già successo nella semifinale della Coppa di Russia ha vinto per 3-0 sul campo del Belogorie Belgorod. Trascinatore della formazione siberiana con 21 punti, il 54% in att. (0 err. e 2 sole murate), 1 muro e 1 ace è stato come al solito il giovane opposto mancino Poletaev, mentre la formazione di casa è stata tradita da quelli che dovevano essere i suoi punti di riferimento: l’ultimo arrivato Grozer è finito in panchina con appena 3 punti all’attivo; Muserskiy ha realizzato appena 7 punti, sbagliando 5 battute e anche l’attacco che ha deciso il 3° set sul 25-27 (solo 6 su 11, con 1 murata e 2 errori nel complesso).

La formazione siberiana non è stata l’unica a far saltare il fattore in campo in gara 1 visto che lo Zenit San Pietroburgo ha vinto in appena 3 set a Novy Urengoy contro il Fakel di Placì. Il team di coach Klimkin ha fatto saltare il banco con una prova super al servizio: a fronte di 15 errori, sono stati ben 13 gli ace realizzati, 4 per Pankov, 3 per Sivozhelez e Camejo, 2 per Luburic e 1 per Alexander Volkov. L’altro Volkov invece oltre ai 4 errori in ricezione ha steccato anche in attacco (33% di vinc. e 7% di eff.) e lo 0% di eff. in att. dell’opposto Moroz ha fatto il resto.

E’ finita invece 3-1 la sfida tra la Dinamo Mosca ed il Lokomotiv Novosibirsk, rivincita dell’ultimo turno della fase a gironi di Champions League. Grande protagonista dell’incontro è stato l’italoolandese Dick Kooy che ha messo a terra ben 28 punti, col 68% in att., 1 muro e 2 ace. “Emergenza opposti” per gli ospiti con Pavlov che chiude col -5% di eff. su 21 colpi e Zhigalov col -11% su 9.

Infine vittoria come da facile pronostico anche per lo Zenit Kazan, ma Leon (top scorer dei suoi con 26 punti ed il 62% in att.) e compagni hanno impiegato ben 2 set (il primo vinto “solo” 30-28 ed il 2° perso 26-28) e far entrare Krotkov al posto di Verbov per prendere le misure al Nova Novokuybishevsk.

Quarti di finale: Gara 1 (10 marzo)
1° vs. 8°: Zenit Kazan – Nova Novokuybishevsk 3-1 (30-28, 26-28, 25-18, 25-14)
Zenit Kazan: Butko 0, Anderson 19, Samoylenko 5, Mikhaylov 22, Leon 26, Volvich 8, Verbov (L); Krotkov (L), Gutsalyuk 0.
Nova Novokuybishevsk: Zhloba 4, Skrimov 9, Shemshikov 6, Shchkulyavichus 25, Fedor Voronkov 8, Busel 8, Makarenko (L); Petrushov 0, A. Ananiev 0, Biryukov 4, Kozitsin 0, Ismailov 0.

4° vs. 5°: Fakel Novy Urengoy – Zenit San Pietroburgo 0-3 (22-25, 19-25, 20-25)
Fakel Novy Urengoy: Kolodinskiy 1, Kliuka 12, Likhosherstov 6, Moroz 3, D. Volkov 7, Vlasov 5, Shishkin (L); Tyurin 6, Bezrukov 0.
Zenit San Pietroburgo: Pankov 7, Sivozhelez 9, A. Volkov 5, Luburic 15, Oreol Camejo 11, Chervyakov 5, Zelenkov (L); Ashchev 0.

3° vs. 6°: Dinamo Mosca – Lokomotiv Novosibirsk 3-1 (25-20, 23-25, 26-24, 25-18)
Dinamo Mosca: Antipkin 5, Berezhko 15, Shcherbinin 6, Kruglov 15, Kooy 28, Ostapenko 6, Ermakov (L); Strilchuk 0, Melnikov 0.
Lokomotiv Novosibirsk: Eksi 2, Divis 13, Kurkaev 11, Pavlov 6, Savin 13, Smolyar 4, Martyniuk (L); Zhigalov 2, Tkachev 0, Lukyanenko 0, Golubev (L), Shcherbakov 4, Rodichev 2.

2° vs. 7°: Belogorie Belgorod – Kuzbass Kemerovo 0-3 (22-25, 19-25, 25-27)
Belogorie Belgorod: Grankin 0, Iereshchenko 10, Khanipov 5, Grozer 3, Tetyukhin 10, Muserskiy 7, Obmochaev (L); Aleksandr Safonov 1, Bakun 8, Danilov 1, Poroshin 0, N. Eremin 0.
Kuzbass Kemerovo: Kobzar 4, Podlesnykh 10, Tavasiev 4, Poletaev 21, Karpukhov 10, Pashytskyy 6, Kerminen (L); Pakshin 1.

Programma gara 2
16 marzo
8° vs. 1°: Nova Novokuybishevsk – Zenit Kazan
7° vs. 2°: Kuzbass Kemerovo – Belogorie Belgorod

17 marzo
5° vs. 4°: Zenit San Pietroburgo – Fakel Novy Urengoy

18 marzo
6° vs. 3°: Lokomotiv Novosibirsk – Dinamo Mosca

Formula
Quarti di finale al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri (10, 17, 24 marzo), semifinali ancora al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri (31 marzo, 7 aprile, 14 aprile) e finale 1°-2° posto al meglio delle 3 vittorie su 5 incontri (21 e 22, 27 e 28 aprile e 5 maggio). La finale 3°-4° posto e quella 5°-6° posto che qualifica per la Challenge Cup saranno invece al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri (21, 25 e 28 aprile).

Sostieni Volleyball.it