PESARO – Dopo la grande vittoria in gara uno a Novara, la Scavolini torna in campo domani, sabato 19 aprile, alle 18.30 al palasport di viale dei Partigiani, a Pesaro.

L’Asystel si giocherà il tutto per tutto per cercare di rimandare il verdetto a gara tre, mentre le colibrì avranno in mano il match-point per guadagnare la prima finale scudetto della propria storia.

Così il presidente Sandro Sardella in vista du gara 2: “Per noi è una partita molto importante, in palio c’è un duplice traguardo: la finale scudetto e la partecipazione alla Champions League del prossimo anno, automatica per le due finaliste. Non sottovalutiamo Novara, però: l’Asystel ha già dimostrato grandi capacità di rimonta nei quarti di finale contro Jesi, e noi stessi, contro Sassuolo, abbiamo rischiato moltissimo in gara due pur avendo vinto gara uno in trasferta. Non possiamo abbassare la guardia proprio ora, in un momento cruciale della stagione. Mi aspetto un grande pubblico, l’occasione lo merita e i prezzi dei biglietti sono alla portata di tutti”.