Storie di volley: Giulia Rastelli a Londra tra Google e Polonia Ladies. Il Covid-19 ferma l’attività fino a gennaio

1385
Giulia Rastelli, Polonia Ladies Volleyball club

LONDRA – Mentre la squadra maschile dei Polonia London è impegnata a Trento, nel primo round di Champions League, l’omonima formazione femminile delle Polonia Ladies, guidata dall’italianissima Giulia Rastelli, non può più allenarsi, stretta nella morsa dell’aumento esponenziale dei contagi da Covid-19 delle ultime settimane: “Il nuovo lockdown ha imposto lo stop agli sport che prevedano più di sei persone contemporaneamente in palestra – racconta Giulia, ex libero di Sassuolo e Urbino nella serie A italiana – e così almeno fino a gennaio resteremo senza palestra. Siamo molto demoralizzate. La squadra maschile, che ha più risorse economiche di noi, continua a fatica facendo allenamenti e amichevoli in giro per l’Europa, noi purtroppo siamo ferme”.

Giulia Rastelli e Aga Adamek vincitrici dell’Uk Beach Tour 2020

Nata a Mirandola nel 1990, Giulia ha fatto carriera a Modena partendo dalle giovani della Scuola di Pallavolo Anderlini fino ad arrivare alla serie A e al suo successo più brillante, l’oro agli Europei Juniores del 2008. Poi l’approdo a Urbino, qualche vicenda sfortunata legata anche a guai fisici e il trasferimento a San Francisco. Per un po’ le ginocchiere passano in secondo piano, la Rastelli infatti inizia il suo percorso professionale che la porta a conseguire un Master in International Business proprio in California e a lavorare per Google Cloud. Il trasferimento a Londra, dove si occupa sempre di Marketing come Project Manager per Google, è del febbraio 2019. “Negli Stati Uniti avevo allenato e giocato a beach, non credevo avrei trovato qualcosa anche nel Regno Unito”. Ma sbarcata a Londra la Rastelli inizia a mandare mail e viene contattata da Team Sideout UK: “Mi hanno subito preso sotto la loro ala – continua Giulia – e mi hanno introdotto sia al beach che all’indoor. Sulla sabbia ho conosciuto la mia attuale compagnia, Aga Adamek”. Le due fanno finale nello Uk Beach Tour nel 2019 e lo vincono nel 2020: “Sì, dopo aver ingaggiato anche un preparatore oltre al nostro allenatore personale Alex Chaveaux abbiamo vinto le Finali dello UK Beach Tour e anche la classifica finale per punti, battendo sia la coppia nazionale inglese che una squadra russa di giocatrici ex-pro. Una sorpresa per noi: io sono alta 1.65 e la mia compagna 1.70, le nostre avversarie erano molto più prestanti. Ma abbiamo lavorato davvero tanto per perfezionare il nostro gioco e adattarlo alle nostre qualità, giocando con palle standard ma sempre veloci, spostate, avanti, dietro, aperte: abbiamo fatto ‘ubriacare’ le nostre avversarie”.

Il London Polonia Ladies, Giulia Rastelli numero 17

I successi della Rastelli nel Regno Unito però comprendono anche l’indoor, nel quale è libero titolare delle Polonia Ladies campionesse d’Inghilterra: “Non abbiamo solo vinto la Super League qui, ma siamo anche arrivate seconde a un torneo internazionale (NEVZA) contro squadre professioniste del nord Europa. Per essere completamente autofinanziate siamo una squadra davvero forte”.

Adesso, però il nuovo lockdown: “Non è come nella scorsa primavera – conclude la Rastelli – si può uscire. Però bar e ristoranti chiudono alle 22, e la nostra attività sportiva è stata fermata fino a gennaio. Speriamo davvero di poter riprendere, anche perché le scuole sono aperte, i bambini possono stare in palestra anche a gruppi di 30. Se riuscissimo, si potrebbe fare un mini-campionato indoor e poi a giugno tornare al mio amato beach volley”.

Sostieni Volleyball.it