Superlega: Buon compleanno Grozer! L’opposto ne fa 37 all’anagrafe, 27 in campo. E Vibo si spegne al 5°

Monzesi irriconoscibili nei primi due set, poi rinsaviti con coraggio e carattere e bravi, con una performance corale di grande determinazione, a portarsi a casa due punti preziosi. Orduna: "E' la vittoria del gruppo"

616

9. giornata
TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA – VERO VOLLEY MONZA 2-3 (25-23, 25-22, 20-25, 18-25, 6-15)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Saitta 2, Resende Gualberto 17, Borges Almeida Silva 8, Basic 15, Gargiulo 2, Correia De Souza 13, Condorelli (L), Rizzo (L), Nicotra 0, Bisi 1, Candellaro 2, Partenio 0. N.E. All. Baldovin.
Vero Volley Monza: Orduna 0, Davyskiba 12, Grozdanov 14, Grozer 27, Dzavoronok 14, Galassi 10, Gaggini (L), Federici (L), Karyagin 1, Beretta 0, Galliani 0. N.E. Calligaro, Mitrasinovic. All. Eccheli.
ARBITRI: Canessa, Cerra.
NOTE – durata set: 30′, 32′, 31′, 27′, 15′; tot: 135′.

VIBO VALENTIA – Giusto la scorsa stagione Vibo Valentia – Monza era gara per i quarti di finale dei play off, oggi Monza vince in rimonta da 2-0 a 2-3 una gara ricca di alti e bassi tra due squadre che stanno vivendo stagioni opposte. Il Vero Volley trascinato da Georg Grozer (27 punti anche stasera, 4 ace nelle prime quattro battute del tie break) vince la sua sesta sfida stagionale appaiando Trento al terzo posto, continuando così il trend positivo della passata stagione, la Tonno Callipo, senza Nishida, in campo con i tre schiacciatori (e brevi apparizioni del secondo opposto Bisi) invece vede sfumare il sogno di una vittoria ad interrompere la serie negativa di tre sconfitte consecutive con oggi e resta ancorata alle parti basse della classifica.
Alla Tonno Callipo manca continuità. Douglas Souza e Flavio sono i protagonisti della Tonno Callipo nei primi due set, poi i giallorossi iniziano a calare di efficacia, riprende il campo Monza che con Grozer e Dzavoronok porta a casa la gara.

HANNO DETTOSantiago Orduna (Vero Volley Monza): “E’ stata una partita tosta, come quelle che ci aspettano da qui fino alla fine della stagione. Siamo stati bravi a reagire dopo un primo e secondo set dove abbiamo fatto fatica. E la cosa più importante che dobbiamo portare sempre con noi è il modo in cui l’abbiamo fatto, ovvero con entusiasmo e positività. Sappiamo che c’è da lavorare e da migliorare su alcune cose, ma intanto ci godiamo questi due punti”.

Luka Basic (Vivo Valentia): “Dopo aver vinto i primi due set abbiamo mancato di continuità come sta accadendo sempre in questa stagione. Ciò ha pregiudicato il nostro gioco negli altri tre parziali. Nel terzo parziale loro sono cresciuti e noi, invece, abbiamo commesso tanti errori. Credo che si è visto che tutti avevamo una gran voglia di fare bene e di vincere questa partita. L’assenza di Nishida pesa tanto e siamo molto dispiaciuti per lui. Noi però dobbiamo guardare avanti e continuare a combattere cercando di ripartire dalle cose positive che siamo riusciti a fare stasera contro Monza“.

SESTETTI – Annunciati. Vibo Valentia con Saitta in regia, Basic opposto; Borges e Douglas Souza schiacciatori, Gargiulo e Flavio al centro, Rizzo libero. Monza con Orduna al palleggi oe Griozer opposto, Davyskiba e Dzavoronok schiacciatori, Grozdanov e Galassi centrali, Federici libero.

LA PARTITA – E’ subito Monza a fare il gioco (6-9) con Vibo che prova a reagire con il centrale Flavio che mura e attacca. La battuta di Douglas manda in tilt il gioco brianzolo sulla P1 con Davyskiba che da 2 regala 2 attacchi out, 10-9. Punto a punto fino al 15-15, poi l’ingresso del giovane Nicotra al servizio per Vibo favorisce un muro di Flavio e un errore di Grozer: 17-15. Vibo sfrutta al meglio i problemi in attacco di Monza che continua a regalare punti. Sul finale di set anche al servizio perde di efficienza: due errori consecutivi di Grozer e Dzavoronok. 24-22. Saitta salva una ricezione non perfetta, Douglas chiude il primo set. Monza bene a muro e nella ricostruzione su “rice” negativa.

Douglas Souza scava il gap nell’avvio di secondo set: attacco e ace: 8-5. Al servizio le due squadre tirano a tutto braccio, non pochi gli errori. Monza non mette però a fuoco il campo. Davyskiba accusa il colpo e finisce nel muro di Flavio al quinto block personale nel match: 15-11. Karyagin entra per Davyskiba e ferma subito a muro Borges. Monza non trova il campo quando forza in battuta, Saitta mura Karyagin per il +4, Gargiulo lo ferma per il +5: 21-16. Nel finale di set spazio vincente anche a Bisi che chiude il 24-19. Un errore di battuta di Davyskyba vale il 25-22.

Bene, almeno sin qui, la colonia verdeoro della Tonno Callipo, ma il terzo set lo inizia meglio Monza trascinato da Grozer 3-6. Già spesi – male, per le risposte avute – i due video check di Vibo. La Tonno Callipo impatta però sul 10-10 (errori di Monza) ma è l’opposto tedesco del team di Eccheli a rilanciare: con il +2. Vibo vanifica per mancata comunicazione un tocco a muro per la possibile rigiocato del 17-17, Monza scappa via con Grozer: 17-20. Vibo vanifica – ancora – l’occasione del 20-20… Troppe ingenuità, il set va a Monza, calata la presenza di Douglas Souza e Flavio: 20-25.

Candellaro resta per Gargiulo al centro. E’ un set di ritmo inferiore ai precedenti, le due squadre non si perdono più di vista sfruttando il proprio “cambio palla”. C’è un muro su Grozer (Candellaro) ma è proprio l’opposto tedesco – nel giorno del suo compleanno – che porta Monza al +2 con muro su Douglas Souza: 11-13. Monza soffre, spreca, nonostante la ricezione di Vibo non brilli, bravo Saitta a pulire i palloni che gli arrivano ma quando Borges attacca out regala il +3 a Monza (14-17) Vibo non torna più a impensierire e si scivola al tie break.

Pronti via, il tie break è già finito: 1, 2, 3, 4 ace consecutivi di George Grozer. Si va al cambio di campo sul 2-8 per i brianzoli che devono solo gestire. Due partite in una, la seconda, quella che vale 2 punti, è di Monza.

Sostieni Volleyball.it